Allergie respiratorie, sintomi, cause e cure

Le allergie respiratorie sono reazioni scatenate da allergeni che entrano in contatto con l'organismo attraverso l'aria respirata. La forma più comune è l’allergia ai pollini. Ma, quali sono i sintomi, le cause scatenanti e le cure possibili in questi casi? Le soluzioni sono diverse, per bambini e adulti.

da , il

    Allergie respiratorie, sintomi, cause e cure

    I sintomi e le cause delle allergie respiratorie sono diversi. Ma, quali sono le cure e i rimedi naturali possibili in questi casi? Le allergie respiratorie sono reazioni scatenate da allergeni che entrano in contatto con l’organismo attraverso l’aria respirata. I sintomi con cui si manifestano queste allergie possono essere più o meno intensi e gli allergeni che le determinano sono stagionali o perenni. La più frequente forma di allergia respiratoria è sicuramente quella ai pollini. Ma, quali sono gli altri sintomi delle allergie respiratorie in genere?

    Sintomi delle allergie respiratorie

    Come anticipato, gli allergeni che determinano le allergie respiratorie entrano in contatto con l’organismo attraverso l’aria che respiriamo. Si distinguono solitamente forme allergiche stagionali (che compaiono solo in determinati periodi dell’anno) e forme allergiche croniche (provocate da allergeni perenni con i quali si può entrare in contatto nel corso di tutto l’anno). Le allergie respiratorie stagionali sono innescate soprattutto dalla inalazione dei pollini (allergia alle graminacee, alle urticacee e alle betulacee). Le allergie respiratorie croniche, invece, possono essere innescate da acari della polvere, pelo di animali e sostanze chimiche che vengono inalate. Ad ogni modo, i sintomi che contraddistinguono le allergie respiratorie sono:

    • rinite;
    • infiammazione delle mucose nasali;
    • prurito e bruciore agli occhi;
    • lacrimazione intensa;
    • starnuti ripetuti a contatto con l’allergene;
    • secrezione nasale intensa;
    • sensazione di naso chiuso;
    • prurito, mal di gola e tosse;
    • congiuntivite;
    • gonfiore agli occhi;
    • fotosensibilizzazione e fastidio per la luce;
    • asma allergico;
    • respiro sibilante;
    • ostruzione delle vie respiratorie;
    • crisi respiratorie;
    • mal di testa;
    • fastidi all’orecchio;
    • stanchezza;
    • difficoltà di concentrazione;
    • senso di malessere generale;
    • ansia e depressione.

    Al manifestarsi dei sintomi si consiglia di rivolgersi al medico; questi per la diagnosi prescrive solitamente alcuni test, come il Prick test e gli esami del sangue (Prist e Rast) che ricercano l’antigene che provoca l’allergia e i suoi sintomi. Una volta individuato l’allergene, si possono approntare le cure e i rimedi più efficaci. Ma, quali sono le cause che determinano la comparsa delle allergie respiratorie negli adulti e nei bambini?

    Cause delle allergie respiratorie

    allergia respiratoria

    L’allergia respiratoria è causata da una risposta eccessiva del sistema immunitario a delle sostanze particolari note come allergeni. Il sistema immunitario riconosce – erroneamente – queste sostanze come dannose e sviluppa, quindi, una reazione anomala per attaccarle. Nelle allergie respiratorie l’antigene entra nell’organismo attraverso l’aria che respiriamo. Le più diffuse sono, quindi: l’allergia i pollini, l’allergia alle muffe, l’allergia al fumo di sigaretta e l’allergia agli acari della polvere. Tra le cause delle allergie respiratorie si annovera anche la predisposizione genetica. Questa, comunque, non è un fattore sempre determinante.

    Cure per le allergie respiratorie

    La terapia per le allergie respiratorie prevede l’impiego di farmaci ad azione antinfiammatoria (cortisonici) locali (spray e aerosol) e sistemici (somministrati per via orale ed iniettiva). Altri farmici utilizzati nel trattamento delle allergie respiratorie sono i farmaci antistaminici e i farmaci broncodilatatori (impiegati in caso di asma bronchiale allergico). Infine, si può ricorrere alla somministrazione periodica del vaccino, che inietta l’allergene responsabile nell’organismo, in modo che questo fornisca una risposta graduale e meno intensa al contatto con l’allergene. In alternativa alla terapia farmacologica, comunque, per combattere le allergie respiratorie, si può ricorrere anche ai rimedi naturali.

    Rimedi naturali per le allergie respiratorie

    I rimedi naturali e l’alimentazione possono aiutare anche in caso di allergie respiratorie. Non essendo invasivi, questi rimedi possono essere adottati anche in caso di allergia respiratoria nei bambini. In questo senso si consiglia, anzitutto, di evitare il contatto con l’allergene responsabile. Se, quindi, soffrite di allergia ai pollini, evitate i parchi e gli ambienti che potrebbero scatenarla. Consultate anche il calendario pollinico e cercate, quindi, di proteggervi evitando i luoghi che attivano la reazione allergica. In caso di allergia gli acari della polvere, invece, scegliete un aspirapolvere con dei filtri adeguati, che aiutino a tenere pulito l’ambiente domestico. Se siete allergici al fumo di sigaretta, evitate di inalarlo, anche sotto forma di fumo passivo. Va ricordato anche che alcune forme di allergia respiratoria possono essere provocate dagli alimenti. Alcuni frutti, ad esempio le pesche, possono creare reazioni allergiche più o meno intense. In questo caso è necessario evitare l’assunzione di tali cibi e limitare il più possibile il contatto con essi. Solo in questo modo si riescono ad evitare i sintomi (compresi quelli alla gola) che dipendono da queste forme allergiche. Infine, fate attenzione alle allergie respiratorie invernali e seguite i consigli per starne alla larga. Per qualsiasi altro dubbio sulle allergie respiratorie chiedete all’allergologo. Questi vi aiuterà anche a capire qual è la terapia farmacologica più adeguata al vostro caso.