Apnea notturna: sintomi, rimedi naturali e la scala Epworth

Apnea notturna: sintomi, rimedi naturali e la scala Epworth
da in Malattie, Salute, disturbi del sonno
    Apnea notturna: sintomi, rimedi naturali e la scala Epworth

    Apnea notturna è un modo semplice per definire la sindrome delle apnee ostruttive del sonno tecnicamente soprannominate OSAS. In pratica si tratta di alterazioni respiratorie che avvengono durante il sonno e possono comportare russamento durante la notte e grande sonnolenza durante il giorno. Le persone che russano durante la notte sono davvero tante rispetto a quelle che hanno scoperto di soffrire di apnee notturne, questo perchè il problema viene spesso sottovalutato. In ogni caso per rientrare nella sindrome di OSAS, secondo recenti ricerche sui pazienti, si necessita di almeno 10 o 15 episodi di apnee (5 nei bambini).

    Le apnee notturne consistono in vere e proprie apnee che avvengono durante la notte che possono durare intorno ai 10 secondi. Di apnea notturna possono soffrire sia uomini che donne e sia adulti che bambini, i fattori di rischio in genere sono: tonsille grandi o una grande quantità di tessuto nella parte posteriore della gola che possono causare un maggiore rischio di ostruzione, un collo di grandi dimensioni e obesità o sovrappeso. Spesso si tratta anche di predisposizioni genetiche. Capita spesso a coloro che soffrono di apnee notturne di svegliarsi con la gola secca, asciutta o dolorante, questo è dovuto al tanto russare o ai ripetuti blocchi della respirazione durante la notte. In caso di OSAS si possono anche avere problemi di memoria, cambiamenti di umore, mal di testa e diminuzione del desiderio sessuale. Se avete dubbi sul vostro stato di salute e sul vostro sonno rivolgetevi al medico che vi farà un esame accurato per definire al meglio la vostra situazione.

    Sintomi apnee notturne e ESS

    Uno dei sintomi più frequenti di coloro che soffrono di apnee notturne è la sonnolenza durante il giorno, ecco perchè, per fare una veloce diagnosi del proprio stato del sonno in relazione anche alla respirazione, è stato elaborato dagli specialisti un test chiamato Epworth Sleepiness Scale (ESS – Scala della sonnolenza di Epworth). Eccolo qui di seguito, potrete farlo per iniziare a capire se soffrite di disturbi del sonno.

    Epworth Sleepiness Scale (ESS)
    Ad ogni punto dovrete dare un punteggio da 0 a 3 ed infine sommare le cifre.

    Punteggio:
    0 = non mi appisolo o addormento mai
    1 = ho qualche probabilità di appisolarmi o addormentarmi
    2 = ho una moderata probabilità di appisolarmi o addormentarmi
    3 = ho un’alta probabilità di appisolarmi o addormentarmi

    Situazioni Probabilità di appisolarmi o addormentarmi.

    a. Seduto mentre leggo
    b. Guardando la TV
    c. Seduto, inattivo in un luogo pubblico (cinema, teatro)
    d. In automobile, con passeggero, per un’ora o più
    e.

    Nel pomeriggio, sdraiato, per un riposo
    f. Seduto, mentre parlo con qualcuno
    g. Seduto tranquillamente dopo pranzo (niente alcolici)
    h. In automobile, fermo per pochi minuti nel traffico
    Calcolare ora il punteggio totale.

    Questa indagine consente di fare diagnosi di apnea notturna e di studiarne la gravità come segue:

    • Grado lieve: indice di apnea-ipopnea tra 5 e 14, saturazione di ossigeno almeno l’86% e disabilità mattutina minimale. Sonnolenza di grado modesto può manifestarsi mentre si guarda la televisione o si legge un libro in una stanza tranquilla oppure si è su un veicolo in movimento come passeggero. Una sonnolenza di questo tipo può non presentarsi ogni giorno.
    • Media gravità o moderato: indice di apnea-ipopnea tra 15 e 30, saturazione di ossigeno tra l’80 e l’85%. Episodi di sonnolenza si manifestano ogni giorno, di norma nel corso di attività molto leggere che richiedono un moderato grado di attenzione, quali concerti, film, eventi teatrali, lavori di gruppo e alla guida di un veicolo. I sintomi di moderata sonnolenza sono in grado di provocare di alterare la qualità della vita sociale o professionale conseguente a stanchezza o perdita di concentrazione.
    • Grado grave: indice di apnea-ipopnea superiore 30 e saturazione di ossigeno del 79% o meno. Gli episodi di sonnolenza si manifestano ogni giorno insorgendo nel corso di attività fisiche che richiedono limitata o moderata attenzione. I sintomi di sonnolenza grave possono manifestarsi durante un pranzo, una conversazione, una guida, una passeggiata, attività fisiche di vario genere e possono essere all’origine di gravi handicap sociali e occupazionali.

    Rimedi naturali per le apnee notturne
    Ci sono però dei rimedi naturali che si possono utilizzare per andar contro alle apnee notturne, questi sono:

    • Se si è sovrappeso sarebbe meglio perdere i chili di troppo;
    • Migliorare il proprio stile di vita, limitando gli stress e l’alimentazione scorretta;
    • Non consumare alcool;
    • Non prendere sedativi;
    • Regolarizzare, per quanto possibile, il ritmo sonno-veglia;
    • Evitare di dormire in posizione supina.

    844

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieSalutedisturbi del sonno