Calli e duroni: sintomi, prevenzione e cura

Calli e duroni: sintomi, prevenzione e cura
da in Consigli salute, Malattie della pelle, Prevenzione, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Calli e duroni: sintomi, prevenzione e cura

    Calli e duroni: quali sono i sintomi e la cura? E, come fare prevenzione? Calli e duroni sono fastidiosi inestetismi che si manifestano come ispessimenti duri delle pelle e sono dovuti per lo più all’attrito provocato da una determinata postura o da un movimento ripetuto. Non a caso, le parti più colpite, sono le dita dei piedi e delle mani e la pianta del piede. Si tratta di fastidi che sono fonte non solo di imbarazzo estetico, ma anche di dolore, che inibisce le più normali attività quotidiane (come camminare o stringere un oggetto tra le mani). Ma, quali sono i sintomi da cui riconoscere il problema, quindi?

    Per verificare la presenza di calli e duroni dovreste notare, prima di tutto, un ispessimento della cute, che diventa anche ruvida al tatto. In questi casi, poi, possono aversi anche: piccola massa di pelle in rilievo e dura, dolore sottopelle e colore diverso della porzione di pelle interessata (che appare giallo-biancastra). Comunque, è necessario distinguere tra duroni e calli, perché i primi tendono a svilupparsi sulla pianta dei piedi e di solito non fanno male; i secondi, invece, sono di dimensioni ridotte rispetto ai duroni e compaiono sia sulle dita che sulla pianta del piede e in genere comportano anche dolore (specie se compressi).

    La prevenzione è di fondamentale importanza in questi casi, soprattutto se siete soliti soffrire di questi problemi. Per prevenire la formazione di calli e duroni fate attenzione, anzitutto, alle calzature; la comodità è il primo standard da rispettare perché lo sfregamento può causare ispessimento della cute. Scegliete, quindi, scarpe che vi calzino bene e in cui riusciate a muovere liberamente le dita dei piedi. Se possibile, utilizzate anche plantari in feltro, bende o garze per proteggere i piedi dal contatto con la calzatura oppure i cuscinetti che trovate in commercio. Questi accorgimenti sono utili soprattutto se passate molto tempo in piedi durante la giornata e se indossate per tutto il tempo delle scarpe chiuse.

    Per le mani, invece, a scopo preventivo, indossate dei guanti quando fate palestra (in caso di sollevamento pesi) o quando impegnate le mani in attività che potrebbero richiedere una continua sollecitazione con peso. Per trattare i calli e i duroni già formati, invece, potete ricorrere ai numerosi unguenti o alle pomate da acquistare in farmacia. In alternativa, potete optare anche per i rimedi naturali; tra questi l’olio essenziale di lavanda e l’olio essenziale di geranio (da applicare sulla pelle già ammorbidita dopo un bagno caldo o il pediluvio fai da te) e l’aceto (in questo caso imbevete un batuffolo di cotone con dell’aceto e fatelo aderire alla zona in cui si presenta il problema con l’aiuto di un cerotto. Lasciate agire per tutta la notte e al mattino strofinate la pelle con la pietra pomice). Nei casi più gravi, infine, potrebbe essere utile una rimozione chirurgica del callo (quando è molto profondo e tutti gli altri trattamenti si rilevano inefficaci). In questo caso, meglio rivolgersi a uno specialista, che può tranquillamente farlo con un semplice intervento ambulatoriale.

    623

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli saluteMalattie della pellePrevenzioneSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI