Emorroidi: cause, sintomi, rimedi e alimentazione

Emorroidi: cause, sintomi, rimedi e alimentazione
    Emorroidi: cause, sintomi, rimedi e alimentazione

    Quali sono i sintomi, le cause, i rimedi e l’alimentazione consigliata in caso di emorroidi? Le emorroidi sono un disturbo fastidioso e imbarazzante, che può compromettere tanto il proprio stile di vita e le proprie relazioni sociali. Curarle al meglio è quindi fondamentale, ma come fare? Spesso la terapia è di tipo farmacologico, ma se volete provare prima delle soluzioni alternative potete provare i rimedi naturali, specie se il disturbo non è avanzato.

    Emorroidi, i sintomi da cui riconoscerle

    Cosa sono le emorroidi? Le emorroidi sono piccoli cuscinetti morbidi e molto vascolarizzati situati nella parte terminale e interna del retto. Con la loro presenza essi contribuiscono al mantenimento della continenza, gonfiandosi e sgonfiandosi a seconda della situazione. Solitamente questi cuscinetti non vengono minimamente avvertiti dal soggetto, ma in particolari condizioni possono gonfiarsi dando origine ai classici sintomi della malattia emorroidaria. I sintomi classici di questo disturbo sono: sanguinamento (tracce possono rinvenirsi anche sulla carta igienica), prurito nella zona del retto, prolasso e gonfiore delle emorroidi (nei casi più avanzati cioè è possibile la fuoriuscita delle emorroidi dal canale anale, che quindi risultano anche avvertibili al tatto) e dolore. Va anche detto che le emorroidi possono risultare pure del tutto asintomatiche.

    Emorroidi, le cause del problema

    Le emorroidi colpiscono almeno una volta nella vita quasi tutta la popolazione adulta, oltre alla gravidanza (che spesso determina la comparsa di emorroidi), alla base del problema c’è sicuramente la familiarità, una non adeguata alimentazione (sono comuni in chi soffre di stitichezza o diarrea frequenti) e stili di vita scorretti (favoriscono l’insorgenza delle emorroidi la sedentarietà, gli sforzi eccessivi, l’abuso di lassativi, l’abitudine di restare in stazione eretta prolungata e l’abuso di alcol e/o nicotina e la scarsa igiene personale, così come l’uso di una carte igienica irritante).

    Emorroidi, l’alimentazione consigliata

    Anche l’alimentazione è importante per la cura e la prevenzione delle emorroidi; in questi casi si consiglia una dieta basata su un buon apporto di acqua e fibre (via libera a frutta e verdura) che aiuta a regolarizzare le funzioni intestinali. Nel caso il soggetto soffra già di emorroidi andranno invece aboliti o perlomeno limitati tutti quegli alimenti in grado di irritare la mucosa anale come peperoncino, insaccati, alcol, cioccolato e spezie piccanti.

    Emorroidi, i rimedi naturali possibili

    Un suggerimento molto utile su come curare le emorroidi in modo naturale arriva dalla camomilla. Un semicupio alla camomilla da infatti un sollievo immediato; per preparalo basta versate una manciata di fiori in 3 litri di acqua bollente, lasciare riposare per 10 minuti e filtrare. L’infuso va versato poi nel bidè, riempito d’acqua tiepida (l’acqua fredda irrita) per poi stare in ammollo per 15 minuti. Tra i rimedi naturali per la cura e la prevenzione delle emorroidi anche gli integratori a base di bioflavonoidi (efficaci contro la fragilità capillare), estratti di ippocastano e mirtillo. Un’altra alleata per curare le emorroidi in modo naturale è la propoli. Più nota per curare il mal di gola, la propoli è anche un prezioso immunostimolante, antinfiammatorio, antivirale, battericida, antisettico, fungicida antimicotico, antibiotico, antiossidante, vaso protettore e cicatrizzante. La propoli è quindi utile sia nella prevenzione delle emorroidi in quanto rafforza e protegge i vasi sanguigni, sia nella fase acuta della malattia, in quanto le sue proprietà antinfiammatorie possono aiutare a lenire il dolore.

    651

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli saluteMalattieOmeopatiaSalute
    TOP VIDEO
    PIÙ POPOLARI