Come curare un tatuaggio: consigli utili

da , il

    Come curare un tatuaggio: consigli utili

    Come curare un tatuaggio? Alcuni consigli utili vi permettono di fare i passi giusti, per non prendere spiacevoli infezioni. Ormai sono sempre di più le persone che decidono di tatuarsi, per i più svariati motivi. Il consiglio fondamentale, in questi casi, è quello di rivolgersi a personale specializzato, per essere sicuri che vengano usate le attrezzature e le tecniche giuste. Ma, come curare e proteggere un tatuaggio appena fatto?

    Primo step

    In genere, una volta fatto il tatuaggio, il tatuatore pulisce bene l’area della pelle coinvolta, eliminando gli esuberi di inchiostro ed eventualmente le piccole goccioline di sangue. Successivamente, cosparge la zona con della crema apposita (in genere vaselina o bepantenol) per idratare e proteggere la cute. Il tutto, poi, viene rivestito con una pellicola impermeabile ed eventualmente della carta. Queste raccomandazioni valgono sia per un tatuaggio colorato che per quelli realizzati solo con inchiostro nero. Anche se, c’è anche da dire che, negli ultimi anni, si è constato che quelli colorati possono rivelarsi un po’ più dannosi per la salute, a causa delle sostanze in essi contenute.

    Cure successive

    Vediamo ora come lavare, guarire bene e mantenere il tatuaggio privo di infezioni. Una volta a casa, almeno per la prima settimana, è necessario tenere il tatuaggio ben protetto da polvere, peli di animale o altri agenti esterni, che potrebbero essere dannosi. Potete lavare la zona tatuata con acqua tiepida e sapone neutro. Nel compiere tutte queste operazioni, però, occorre essere molto delicati, per evitare eccessivi sfregamenti della pelle. In ogni caso cercate, comunque, di eliminare le impurità presenti. Successivamente, spalmate una buona quantità di crema (sempre vaselina o bepantenol) e poi utilizzate una protezione, tipo una garza, se dovete vestirvi o andate a dormire. Dopo la prima settimana continuate ad idratare bene la zona tatuata anche per la seconda; mantenere la cute morbida è fondamentale per far guaire bene il tatoo. Quando, invece, cominciano a spuntare le prime crosticine, sicuramente avvertirete un forte prurito. In questo caso, cercate di non staccarle mai, perché col passare del tempo vanno via spontaneamente e senza lasciare tracce. Naturalmente, quando uscite, ma anche in casa, scegliete abiti larghi e comodi per evitare sfregamenti della cute. Infine, per gli ultimi giorni, usate una semplice crema idratante ed il vostro tatoo è perfettamente guarito! In ogni caso, chiedete ai tatuatori le istruzioni per proteggere il tatuaggio a casa oppure chiedete al dermatologo se notate qualcosa che non va. Se, invece, ancora non avete fatto il tatuaggio, scegliete tra quelli più cool per le ragazze!