Come rinforzare le vene e i capillari naturalmente

da , il

    Come rinforzare le vene e i capillari naturalmente

    Come rinforzare le vene e i capillari naturalmente? La fragilità capillare è un problema tipicamente femminile che ha a che fare con l’elasticità delle pareti dei vasi sanguigni. Agire per rinforzare vene e capillari, quindi, è di fondamentale importanza se si vuole evitare fastidi importanti, come la comparsa delle vene varicose. Queste sono spesso antiestetiche, oltre che provocare fastidi e dolori. I rimedi naturali sono un’ottima soluzione naturale per prevenire capillari fragili e vene rilassate.

    Per rinforzare naturalmente le vene e i capillari occorre osservare anzitutto uno stile di vita sano. Si consiglia, quindi, di svolgere una moderata attività sportiva in modo continuativo, di non utilizzare abiti troppo stretti e tacchi troppo alti, di non aumentare troppo di peso, di seguire una dieta ricca di fibre e di non fumare. Tutte queste abitudini errate, infatti, minano fortemente alla salute delle nostre gambe e alla circolazione sanguigna.

    Tra i rimedi naturali per rinforzare vene e capillari, invece, sicuramente la centella asiatica, una pianta originaria del sud est asiatico. Questa pianta è ricca di fibronectina, una proteina di struttura importante per il sostegno della parete dei vasi venosi. I vasi sanguigni, grazie a questa pianta officinale, saranno più forti e resistenti al rilassamento. Altro rimedio utile in questi casi, la vitis vinifera, una pianta originaria del bacino del Mediterraneo e del Medio Oriente. Ricco di antiossidanti, questo arbusto ha la capacità di rafforzare la parete dei vasi naturalmente. Ancora, l’ippocastano, ricco di escina, flavonoidi, oligosaccaridi, polisaccaridi, proantocianidine e tannini condensati, tutte sostanze che prevengono i problemi legati all’insufficienza venosa e linfatica e che provocano senso di pesantezza alle gambe e dolore. Infine, il pungitopo, una pianta legnosa sempreverde, ricca di ruscogenine, molecole in grado di prevenire la fragilità capillare e l’insufficienza venosa.

    Per sfruttare l’azione di questi principi attivi si possono assumere delle tisane preparate con le parti essiccate di fiori, foglie e steli di ciascuna pianta. In alternativa, esistono in commercio diversi prodotti preconfezionati a base proprio di questi rimedi fitoterapici. In particolare, si possono acquistare creme o gel da applicare localmente. Per un’azione potenziata si consiglia di utilizzare sia le creme che le tisane. In questo modo si riesce ad agire sia dall’interno che dall’esterno sul problema di vene e capillari.

    Scopri anche in che modo la ceretta influisce sulla formazione dei capillari alle gambe o quali sono i sintomi delle vene varicose!