Giornata nazionale per la donazione degli organi: 27 maggio 2012

da , il

    Giornata nazionale per la donazione degli organi: 27 maggio 2012

    All’inizio di quest’anno, grazie al Decreto del Ministero della Salute del 29 febbraio 2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 aprile 2012, è stata istituita la Giornata per la donazione degli organi il prossimo 27 maggio. All’articolo 1 del decreto viene ufficialmente detto che ‘In tale giornata le amministrazioni pubbliche assumono e sostengono, nell’ambito delle rispettive competenze, iniziative volte a favorire l’informazione e la promozione della donazione di organi finalizzata al trapianto, come disciplinata dalle vigenti disposizioni’. L’informazione che riguarda la donazione degli organi è il primo passo per rendere la donazione degli organi sempre più un uso comune e meno un evento straordinario.

    In Italia i trapianti di organi sono sempre più frequenti, il picco più alto di donazioni si è raggiunto tra il 2005 ed il 2006, oggi si è registrato un leggero calo ma l’informazione, le associazioni che lavorano per diffondere la cultura della donazione sono sempre di più e le relazioni tra donatori ed ammalati sono sempre più attive.

    Anche da parte del Ministero della Salute c’è un interesse attivo al riguardo. Nel 2012, secondo il Centro Nazionale Trapianti, che si occupa appunto di mettere in relazione i donatori con le persone in lista d’attesa per ricevere gli organi da impiantare, sarebbero già 616 i donatori, si sarebbero effettuati 588 trapianti e 37 trapianti da vivente e, al primo maggio di quest’anno, ci sono 9028 persone in lista d’attesa, 1.291.914 di cittadini che hanno espresso il loro consenso alla donazione di organi di cui: 111.093 mediante registrazione presso le ASL, 842 mediante registrazione presso i Comuni e 1.179.979 mediante iscrizione all’AIDO.

    Insomma le attività non sono poche in particolare per essere ben informati sul fatto basterà accedere al sito del Centro Nazionale Trapianti su cui è possibile anche compilare le dichiarazioni di volontà di donazione di organi e tessuti da parte dei cittadini.

    Il 27 maggio prossimo dunque tutti i Comuni italiani si attiveranno per parlare della donazione degli organi, non solo come una possibile cura per tanti malati o persone in lista d’attesa, ma anche come una scelta da fare per le persone non affette da nulla, perchè l’espianto di organi post mortem è una cosa che può essere decisa a priori. Gli obiettivi definiti dall’AIDO sono:

    informare e sensibilizzare la popolazione sulle tematiche della donazione e trapianto di organi coinvolgendo Istituzioni, Strutture e Operatori Sanitari sul tema del prelievo e trapianto di organi;

    • promuovere una costante presa di responsabilità delle Istituzioni per rispondere ai bisogni dei cittadini in attesa di trapianto;

    incrementare le segnalazioni dei possibili soggetti candidati al prelievo;

    • sviluppare una corretta informazione in tema di prelievo e trapianto di organi da parte dei mezzi di comunicazione;

    • infondere una migliore e più diffusa consapevolezza del ruolo di ogni cittadino e del diritto di manifestare la propria volontà;

    • incrementare le registrazioni di dichiarazioni di volontà positive;

    • ridurre le opposizioni al prelievo;

    aumentare il numero di trapianti.

    Per maggiori informazioni sulle iniziative potete consultare il sito della AIDO.