Macchie bianche della pelle: cosa sono?

Macchie bianche della pelle: cosa sono?
da in Evergreen, Malattie, Malattie della pelle, Salute
Ultimo aggiornamento: Venerdì 02/12/2016 07:11

    pelle

    Che cosa sono le macchie bianche della pelle? O meglio, di che patologia possono essere spia? La pigmentazione – il processo che garantisce la colorazione della pelle – è regolata dai “melanociti”, cellule cutanee produttrici della melanina, la sostanza che caratterizza la colorazione specifica della pelle di una persona e che rappresenta un meccanismo di difesa dai raggi ultravioletti. La comparsa di macchie bianche sulla pelle, quindi, significa – nella stragrande maggioranza dei casi – che il processo di pigmentazione della pelle non funziona come dovrebbe. Le patologie che alterano questo processo sono diverse. Quali sono?

    vitiligine

    La pelle affetta da vitiligine appare a chiazze bianche, perché in quei punti manca la colorazione fisiologica dovuta alla melanina. La vitiligine è soprattutto una condizione estetica, ma può causare problemi a livello psicologico, perché si diffonde in tutto il corpo, dal viso alle gambe, con macchie spesso di grandi dimensioni. Le cause che la determinano non sono ancora del tutto chiare; potrebbe derivare da una perdita di auto-immunità o essere trasmessa per via ereditaria. Comunque, a causa della mancanza dell’azione protettiva della melanina, la pelle con vitiligine non può difendersi naturalmente dal sole quindi, se non protetta adeguatamente, può incorrere in eritemi e scottature. La vitiligine è una patologia frequente anche in età pediatrica; in circa la metà dei casi l’esordio della malattia avviene, infatti, prima dei 18-20 anni e in un quarto dei casi prima degli 8-10 anni.

    Ipomelanosi guttata idiopatica

    L’ipomelanosi guttata idiopatica è un disturbo nel processo di pigmentazione della pelle di tipo genetico. In questo caso le macchie bianche sono causate da una perdita di spessore degli strati cutanei, con la conseguente riduzione dei melanociti che producono la melanina. Per questo, l’ipomelanosi guttata idiopatica si manifesta solitamente con l’abbronzatura, dopo aver preso il sole. Le cause dell’ipomelanosi sono da ricondurre anche all’invecchiamento del corpo. I soggetti con la pelle chiara, poi, sono più a rischio.

    Pitiriasi alba

    La pitiriasi alba è una malattia cutanea cronica che si manifesta con macchie bianche sulla pelle molto secca e che colpisce soprattutto i bambini. La depigmentazione della pitiriasi alba è molto simile a quella della vitiligine, ma può essere curata inizialmente con una comune crema idratante e, se il sintomo persiste, con una terapia laser in grado di eliminare i segni visibili sulla pelle. Anche per la pitiriasi alba le cause non sono certe, ma sicuramente tra le ipotesi ci sono l’eredità e le basse difese immunitarie.

    Pitiriasi versicolor

    La pitiriasi versicolor è una malattia derivante da un fungo che provoca dapprima chiazze brune, poi desquamazione e formazione di macchioline bianche. Questa patologia interessa soprattutto il torace, le braccia, il collo e la schiena. Si tratta di un disturbo tipicamente estivo, che si cura con farmaci per via orale (antibiotici e antimicotici) e pomate antifungine ad uso topico. Questa micosi però, a differenza di altre, non è contagiosa.

    nei bianchi

    Le macchie della pelle bianche possono essere anche, molto semplicemente, dei nevi acromici, ovvero non pigmentati. Questi nei possono esistere fin dalla nascita e, magari, ingrandirsi con l’età. Non esiste cura per essi e, a meno che non diventino eccesivamente grandi, non devono essere asportati con la chirurgia estetica.

    801

    PIÙ POPOLARI