Pasti salutari a lavoro con i lunch-pack dietetici

da , il

    I pasti salutari, soprattutto a pranzo, sono spesso un’utopia. Il motivo è da ricercare nella difficoltà di trovare il tempo necessario per mangiare in modo idoneo e cibi leggeri ed adeguati all’attività lavorativa. Molte persone, infatti, pranzano con un panino davanti al computer, ingurgitando anziché masticando, ingredienti tutt’altro che salutari o difficili da digerire. Questo problema può però essere risolto perché, se durante l’orario di lavoro il tempo scarseggia, a casa è possibile ritagliarne quel tanto che basta per preparare dei lunch-pack (i pranzi al sacco, in poche parole) salutari, diversificati e comunque appetitosi. Vediamo alcuni consigli.

    Non è necessario evitare i carboidrati per stare leggeri dopo il pasto, ma basta essere contenuti nelle porzioni e nei condimenti. É possibile preparare, ad esempio, un panino la sera prima, oppure portarsi gli ingredienti freschi dietro, in una borsa (o busta) termica, acquistare il pane al forno e preparare tutto durante la pausa pranzo. Tempo permettendo.

    Vediamo una serie di alternative che possono essere utili per stilare un abbozzo di menù settimanale.

    Pollo e tonno

    Una combinazione salutare e gustosa è quella tra il petto di pollo alla griglia, condito con un filo di olio d’oliva extra vergine a crudo e ricotta di mucca (molto leggera); l’accompagnamento potrebbe essere costituito da cetrioli e funghi.

    Il tonno, oltre ad essere ricco di proteine e leggero, è anche un’importante fonte di Omega 3 e fosforo, fondamentali per la memoria e la concentrazione.

    Per stare più leggeri, si può mischiare il tonno (preferibilmente la naturale) con olive e fagioli. Con il condimento è possibile osare: un cucchiaino di maionese, pepe e un filo di olio d’oliva. Il tutto può essere consumato accompagnato da cracker light oppure come farcitura per un panino integrale.

    Insalate ricche

    Vi piacciono le insalate? Eccone una proteica, energetica e leggera da digerire: ceci, barbabietola cotta, basilico fresco, semi di zucca e formaggio di capra.

    Un’altra interessante proposta è l’insalata preparata con petto di pollo a tocchetti, patate lesse, pomodorini ciliegini e asparagi; il tutto condito con due cucchiai di olio d’oliva e uno di aceto balsamico (o aceto di vino in alternativa), magari aggiungendo anche una spolverata di prezzemolo.

    Ancora insalata? Si, ma niente paura, il gusto non manca: in questo caso si mischiano grano bulgaro, orzo, uovo sodo a fette, prezzemolo tritato fresco e pomodori ciliegini.

    Oppure, fagioli rossi o borlotti, cottage cheese (si vende anche quello senza grassi), broccoli lessi e peperoncino fresco. Una spolverata di pepe e un filo di olio d’oliva completano il tutto.

    I dessert

    Dessert è una parola che si accompagna sempre all’immagine delle calorie, ma non deve essere necessariamente così. Certo, se si vuole stare leggere e sgonfie, ad una mousse al cioccolato bisogna preferire 150 grammi di yogurt light, oppure una porzione di macedonia con frutta di stagione. Va bene anche addolcire lo yogurt magro con un cucchiaio di miele.