Prevenzione in palestra: quali infezioni si possono contrarre e come combatterle

da , il

    Prevenzione in palestra: quali infezioni si possono contrarre e come combatterle

    Quando si va in palestra, lo scopo principale è quello di allenarsi, mantenendo il corpo in forma ed in salute. Ma, se non si prendono le dovute precauzioni, si rischia solo di far danno. La prevenzione in palestra è fondamentale per evitare che infezioni e malattie attacchino l’organismo; i rischi sono tanti e, purtroppo, la maggior parte delle volte invisibili. Per questo, almeno quelli visibili, dovrebbero essere evitati, magari con la scelta di strutture con spogliatoi puliti e ben tenuti. Vediamo allora cosa possiamo trovare all’interno di palestre ed impianti sportivi, e come dobbiamo difenderci.

    Infezioni all’epidermide

    Secondo uno studio effettuato su persone che frequentano con costanza le palestre, è stato notato che otto su dieci soffrono, o hanno sofferto in passato, di infezioni della pelle. Il disturbo più diffuso è rappresentato dalle verruche, seguite da funghi e follicoliti, per concludere con infezioni più generiche causate da sudore e contatto con superfici umide.

    Tipi di infezioni e cause

    Le patologie che si possono contrarre in ambienti non igienicamente controllati sono: la tinea versicolo, causata dai funghi (alterazione della pigmentazione cutanea), il piede d’atleta, cioè la formazione di squame sulla pelle della pianta del piede, e le fastidiose verruche, che se non trattate con tempismo diventano molto dolorose.

    Prevenzione e trattamento

    Come prima cosa, per evitare il ristagno di batteri, i locali dovrebbero essere ben areati, in modo da far disperdere l’umidità e il calore che si accumulano a causa del vapore delle docce o del sudore.

    L’utilizzo delle ciabatte in doccia è fondamentale, per impedire ai piedi di venire a contatto diretto con i pavimenti, dove di solito ristagna l’acqua per ore (o anche per giorni). Inoltre, bisogna avere l’accortezza di asciugare sempre bene i piedi, soprattutto tra le dita, perché l’umidità residua favorisce la proliferazione di batteri.

    Mentre si svolgono gli esercizi, tutti dovrebbero usare degli asciugamani da porre tra la schiena e la superficie di appoggio (in teoria è obbligatorio, ma pochi posti fanno rispettare questa regola) e le palestre dovrebbero mettere a disposizione degli spray disinfettanti da spruzzare sulle manopole prima di ogni utilizzo.

    Ultima accortezza, dopo la doccia, è quella di mettere tutti gli indumenti sudati in una busta di plastica, prima di riporli nel borsone.