Smettere di russare: i rimedi naturali

da , il

    Smettere di russare: i rimedi naturali

    Tanti rimedi naturali consentono di smettere di russare e migliorare la qualità del proprio e dell’altrui sonno. L’esigenza di trovare dei rimedi per non russare nasce soprattutto quando il disturbo si presenta frequentemente e con una certa intensità, difficilmente invece costituisce un problema importante quando si tratta di episodi sporadici e privi di intensità. I rimedi naturali sono una buona soluzione per far smetter di russare, ma quali sono le cause di questo disturbo tanto diffuso?

    Smettere di russare: le cause possibili

    Le cause della roncopatia possono essere diverse. Tra i fattori più comuni, che aggravano o generano il fastidio: l’età (con l’avanzare dell’età il disturbo può comparire o aumentare di intensità), i problemi nasali (sinusite, raffreddore, una deviazione del setto nasale, problemi alle narici e ostruzioni parziali delle vie respiratorie di vario genere), la costituzione fisica (gli uomini sono più esposti, come le persone in soprappeso), ma anche l’assunzione di bevande alcoliche o di alcune tipologie di medicinali. Infine, anche il fumo di sigaretta, contribuisce in tal senso.

    Smettere di russare: i rimedi naturali che aiutano

    Come smettere di russare in modo naturale? Se i rimedi naturali sono generalmente trascurati e permettono invece di risolvere molti piccoli e grandi disturbi, essi si rivelano più che mai utili per alleviare la roncopatia. Tra i rimedi naturali per smettere di russare, quello forse più conosciuto di dormire girati sul fianco. Se ci si rende conto che il fenomeno del russare si accentua nel momento in cui ci si trova a dormire sulla schiena, la soluzione più semplice consiste nel cambiare posizione, girandosi su di un fianco, in modo da lasciare più libera la gola. Anche utilizzare due cuscini o un cuscino più alto del solito può contribuire a mantenere aperte e libere le vie respiratorie (badate però a fare in modo che i cuscini siano posizionati in modo tale che la schiena risulti adagiata in una posizione non dolorosa o fastidiosa). Dato poi che il fumo di sigaretta e l’alcool hanno effetti negativi anche sulla qualità del sonno, sarebbe chiaramente meglio limitarli o eliminarli del tutto. Ancora, anche fare una bella doccia calda prima di andare a dormire, secondo gli esperti, può contribuire a liberare la cavità nasali, grazie soprattutto al vapore acqueo che verrà respirato e che contribuirà a dilatare le stesse. Anche la disidratazione può generare roncopatia, quindi è consigliato bere tanta a acqua naturale durante la giornata, per evitare un’eccessiva secchezza delle membrane. Quando poi la roncopatia è generata da una scarsa apertura delle cavità nasali, possono contribuire a migliorare la situazione anche i cerottini nasali. Se invece la causa del vostro russare è generata da una congestione nasale dovuta a raffreddori o allergie, una soluzione può essere quella di fare dei suffumigi con acqua e bicarbonato o oli essenziali prima di andare a dormire, in modo da liberare le vie respiratorie. Infine, per decongestionare le vie respiratorie, si può ricorrere ad una semplice soluzione di acqua e sale. Basta sciogliere un cucchiaio di sale da cucina in un bicchiere d’acqua e adoperare una pompetta per spruzzare questa soluzione nel naso. Insomma, i rimedi naturali sono tanti e permettono davvero di alleviare questo problema, fastidioso per noi, quanto per chi ci sta vicino.