Tonsille infiammate: tutti i rimedi

da , il

    Tonsille infiammate: tutti i rimedi

    Tonsille gonfie, ingrossate, infiammate a tal punto da non permettervi la deglutizione? Siamo in presenza di una tonsillite provocata probabilmente da un’infezione virale o batterica (si accompagna spesso a mal di gola e febbre soprattutto nei bambini). Non sempre si ricorre all’operazione, anzi oggi veramente in casi eccezionali, a differenza che nel passato perché effettivamente si tende a preservare questo organo dalle importanti funzioni, se le sue infiammazioni laddove siano ricorrenti, non incidono troppo sulla salute generale del paziente. Ma vediamo meglio nel dettaglio quali sono le possibilità di cura.

    A che servono le tonsille?

    Le tonsille caratterizzate da tessuto linfatico si trovano sul lato posteriore della gola e a seconda della loro posizione si distinguono in tonsille palatine (sul palato), faringee o adenoidi (tra le fosse nasali e la faringe) e linguali. Insieme rappresentano il principale elemento di difesa delle alte vie aeree: servono cioè a bloccare gli agenti infettivi al loro ingresso all’interno dell’organismo. E’ per tale motivo che si tende a lasciarle dove sono, almeno fino ad una certa età dei bambini, quando hanno sviluppato un sistema immunitario più forte.

    I rimedi

    Se siamo in presenza di una tonsillite acuta, passeggera, un umidificatore nell’ambiente dove si soggiorna o dorme potrà essere utile per alleviare il dolore dell’infiammazione e soprattutto facilitare la respirazione. Allo stesso modo dei gargarismi con acqua tiepida e leggermente salata, la generale idratazione ed il mantenimento della gola a riposo, evitando di parlare, gridare o deglutire cibi solidi: sono gli stessi accorgimenti da prendere in caso di faringite o mal di gola. Se le tonsille sono ricoperte da chiazze bianche è probabilmente necessario l’antibiotico. Per il resto basta un antifebbrile per guarire altri sintomi come la febbre. In caso di tonsillite cronica (che dura più di tre mesi) o recidivante (con 5-6 episodi l’anno) sia nell’adulto che nel bambino si può intervenire con altre metodiche, dall’asportazione chirurgica fino al laser. Il tutto va sempre concordato con l’otorinolaringoiatra.

    Complicanze

    Episodi continui di infiammazione delle tonsille possono avere delle complicanze: nei bambini e nell’adulto possono infatti provocare otiti ricorrenti, roncopatia e sonno non ristoratore, malocclusioni dentarie fino addirittura a febbre reumatica e glomerulonefrite (anche se si tratta di eventi rari).