Tutti i disinfettanti naturali per le ferite

Quali sono i disinfettanti naturali per le ferite? Nella vita di tutti i giorni, svolgendo le attività più disparate, può succedere di tagliarsi e ferirsi.

da , il

    ferita

    Quali sono i disinfettanti naturali per le ferite? Nella vita di tutti i giorni, svolgendo le attività più disparate, può succedere di tagliarsi e ferirsi. In questi casi si consiglia di disinfettare subito la ferita, per scongiurare eventuali infezioni. Solitamente per farlo ricorriamo a disinfettanti chimici che acquistiamo al supermercato o in farmacia. In realtà è possibile trattare naturalmente le ferite, favorendo il processo di guarigione anche in tempi rapidi. In questi casi possono rivelarsi particolarmente utili gli oli essenziali, ma anche i rimedi omeopatici e la frutta e la verdura che abbiamo comunemente a disposizione. Come fare, quindi e cosa utilizzare per disinfettare in modo naturale le ferite?

    La melanzana

    melanzana

    Se vi fate male in casa e non avete nessuna soluzione per disinfettare la ferita potete ricorrere ad un vecchio rimedio della nonna. Vi basterà cuocere una melanzana al forno fino a lasciarla carbonizzare. Una volta raggiunto questo risultato, potete ridurre in polvere la parte più aucuba al gambo e mescolarla con il 30-50% di sale marino prima di essere applicata sulla zona interessata. Un rimedio particolare, ma che pare funzioni!

    Il succo di limone

    limone

    Per disinfettare in maniera naturale una ferita si può ricorrere anche al succo di limone, che ha azione cicatrizzante e disinfettante. Per utilizzarlo correttamente, dovrete versarne qualche goccia su un batuffolo di ovatta e tamponarlo sulla ferita per almeno due volte al giorno. Ovviamente, il succo di limone brucia un pochino, ma così facendo la vostra ferita guarirà in pochi giorni. Chiaramente, però, si tratta di un rimedio utilizzabile per ferite superficiali. Per le più importanti, consultate il medico o il farmacista.

    L’ aloe vera

    Aloe

    L’aloe vera è nota sin dall’antichità per la sua azione lenitiva e cicatrizzante. E’ ottima per le scottature solari, ma può essere utilizzata anche per guarire le ferite superficiali. Potete acquistarne un tubicino in erboristeria, versarne una piccola quantità su un batuffolo di ovatta e tamponarlo delicatamente sulla ferita almeno due volte al giorno. Questo rimedio fai da te non brucia e quindi è perfetto anche per i bambini. Utilizzatelo, però, solo per le ferite superficiali.

    L’ arnica montana

    arnica

    Tra i rimedi omeopatici l’Arnica montana, che viene utilizzata sin dall’antichità per la cura delle ferite. Le preparazioni a base di arnica, infatti, hanno proprietà antisettiche, antinfiammatorie e antidolorifiche. Il tutto avviene grazie alla presenza di elenalina e diidroelenalina, sostanze che possono modificare l’azione delle cellule immunitarie, uccidere i batteri e ridurre l’infiammazione.

    Il miele

    miele

    Per disinfettare le ferite naturalmente possiamo utilizzare anche il miele, un vero e proprio antibiotico naturale. In questo caso, basta metterne una piccola quantità su un fazzoletto di carta, per poi appoggiare il tutto sulla ferita. Massaggiate per qualche minuto in senso circolare. A questo punto bendate la ferita, ma prima eliminate con un panno umido il miele in eccesso e asciugate con un altro panno asciutto.

    L’ aglio

    aglio

    L’aglio, invece, è particolarmente adatto per le ferite infette. Procedete togliendo la pelle esterna e mettete gli spicchi in una pentola contenente acqua. Fate bollire per una decina di minuti e aspettare che il composto si raffreddi fino a temperatura ambiente. Usate un batuffolo di cotone per bagnare la ferita con la soluzione, ripetendo l’operazione per almeno 3 volte al giorno, per un paio di giorni. La vostra ferita sarà guarita e disinfettata in modo del tutto naturale.

    Gli oli essenziali

    oli essenziali

    Anche gli oli essenziali sono utilissimi per la disinfezione naturale delle ferite. I più indicati in questi casi sono il Tea Tree Oil e quello di Ravintsara. Questi oli vanno diluiti in poche gocce con acqua sterilizzata e poi portati ad ebollizione. Quando la soluzione è a temperatura ambiente si può applicare sulle ferite per disinfettarle e favorirne la cicatrizzazione naturale. In alternativa, utilizzate l’olio essenziale di chiodi di garofano o di mirra. Per interrompere il sanguinamento della ferita, invece, si consiglia l’olio essenziale di elicriso, con cui fare un impacco freddo fino a quando il sanguinamento non si ferma.