Autoabbronzanti: 10 cose da sapere

[multipage]

donna abbronzata
donna abbronzata

In attesa che il sole ci baci davvero, perchè non cercare di raggiungere un colorito sun kissed con gli autoabbronzanti? Ecco 10 cose da sapere per scegliere i prodotti giusti, comprenderne meglio le modalità d’utilizzo e ancora molto altro. Scoprite tutto quello che bisogna conoscere prima di adoperare gli autoabbronzanti.
[/multipage]

[multipage]
1- Come funzionano?

autoabbronzanti
autoabbronzanti

Le creme autoabbronzanti ossidano il diidrossiacetone, zucchero che, interagendo con alcune sostanze presenti nello strato corneo della pelle, porta alla formazione di composti colorati varianti dal giallo al bruno. Noterete infatti che spesso il colore ottenuto è variabile: dipende molto dalla propria carnagione e dalla tonalità di prodotto scelta.
[/multipage]

[multipage]
2- Il risultato è naturale?

autoabbronzanti-per-lestate
autoabbronzanti-per-lestate

E’ bene sapere che le creme autoabbronzanti portano un colorito spesso tendente all’arancione, molto diverso dalla tintarella naturale che tanto ci affanniamo a mantenere a lungo dopo l’estate o una vacanza al sole: se avete fretta e proprio non potete aspettare l’estate in commercio esistono comunque diversi prodotti, validi ed efficaci e dall’effetto più naturale e discreto, da quelli dedicati solo al viso, consigliati per il periodo invernale, alle soluzioni per tutto il corpo.
[/multipage]

[multipage]
3- Cosa contengono?

autoabbronzante ingred
autoabbronzante ingred

Alcuni autoabbronzanti uniscono al colorante la vitamina E, che come sappiamo contribuisce notevolmente a rendere la pelle morbida ed idratata. Molto presenti sono poi ingredienti naturali come il mallo di noce, noto pigmento di origine vegetale estratto dai gusci della noce.
[/multipage]

[multipage]
4- Come scegliere il prodotto giusto?

942999_L7DJ536T8682KCOD2RNSTDDE68A82K_beauty-autoabbronzanti-estee-lauder_H172706_L
942999_L7DJ536T8682KCOD2RNSTDDE68A82K_beauty-autoabbronzanti-estee-lauder_H172706_L

Sono tante le formulazioni disponibili sul mercato in tema di autoabbronzanti, ciascuna in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipologia di pelle. Per la scelta del prodotto ideale, quindi, considerate quelle che sono le caratteristiche la vostra pelle: se grassa è meglio prediligere prodotti dalle leggere formulazioni in gel o spray, mentre se avete la pelle secca optate pure con traquillità per prodotti in crema o latte. Per quanto riguarda il colore, infine, non pensate al risultato che volete ottenere ma tenete a mente il vostro colore di partenza.
[/multipage]

[multipage]
5- Come preparare la pelle

exfoliate-before-self-tanner
exfoliate-before-self-tanner

E’ preferibile, prima di applicare un prodotto autoabbronzante, preparare la pelle con uno scrub: ne esistono tantissimi anche da poter realizzare da sole in casa, in grado di levigare la pelle, esfoliarla rimuovendo le cellule morte e, di conseguenza, ricevere meglio il prodotto. Per il viso prediligete scrub o gommage leggeri oppure a base di acido glicolico o salicilico; in alternativa utilizzate un dispositivo rotante come il Clarisonic per una pulizia approfondita.
[/multipage]

[multipage]
6- Assicuratevi di essere perfettamente asciutte

dry-off-your-skin-before-self-tanner
dry-off-your-skin-before-self-tanner

Se applicate l’autoabbronzante dopo la doccia asciugatevi attentamente e attendete dieci minuti in modo di essere completamente asciutte e far aderire meglio il prodotto alla pelle, evitando antiestetiche macchie.
[/multipage]

[multipage]
7- Idratare la pelle

moisturize-before-self-tanner
moisturize-before-self-tanner

Se è vero che è necessario essere completamente asciutte prima di applicare l’autoabbronzante è altrettanto veritiero che è necessario idratare la pelle con un velo di crema per evitare che le aree più secche e sensibili diventino troppo scure. Una di queste zone, ad esempio, è quella del contorno occhi e delle labbra.
[/multipage]

[multipage]
8- Come si applica l’autoabbronzante?

how-to-apply-self-tanner
how-to-apply-self-tanner

Una volta scelto il prodotto idoneo è importante stenderlo in maniera uniforme. Iniziate con poco prodotto per valutare l’effetto (aggiungere è facile togliere meno!) e massaggiate in modo omogeneo.
[/multipage]

[multipage]
9- Un segreto in più: polvere delicata per bambini

hydrogen-peroxide
hydrogen-peroxide

Per non macchiare i vestiti dopo l’applicazione dell’autoabbronzante consigliamo di aspettare sempre qualche minuto in più rispetto a quanto indicato dalle istruzioni del prodotto e, in seguito, di “spolverarsi” con della polvere delicata per bambini, rigorosamente senza talco. L’effetto no-transfer sugli abiti è garantito.
[/multipage]

[multipage]
10- Il limone come rimedio last minute

self-tanner-mistakes
self-tanner-mistakes

Gli imprevisti possono sempre succedere quando si tratta di autoabbronzante, specialmente se si è alle prime armi. In questo caso si consiglia di massaggiare la metà di un limone sull’area in questione per circa un paio di minuti: questo trucco schiarisce le macchie più scure e favorisce un risultato omogeneo.
[/multipage]