Aceto in lavatrice, meglio dell’ammorbidente: l’antico rimedio della nonna

Volete un bucato morbidissimo senza utilizzare l’ammorbidente? Ecco come sostituirlo con l’aceto: risultato assicurato!

Aceto in lavatrice
Aceto in lavatrice – donna.nanopress.it

L’aceto, prodotto naturale che normalmente si usa in cucina per condire, ha numerosi altri mille usi.

I mille usi dell’aceto nelle faccende domestiche

Con l’aceto si possono pulire i pavimenti, i mobili e i vetri. Ma si può usare nella lavatrice e nella lavastoviglie. È usato anche nella cosmetica, per i capelli ed è ottimo per le scottature. Infine, si può utilizzare anche come disinfettante per le piante.

Si può pulire casa in modo naturale e sostenibile, evitando i tanti prodotti che ci sono in commercio, utilizzando proprio l’aceto. Usare un prodotto che normalmente troviamo in cucina ci evita di comprare i numerosi prodotti chimici, risparmiando ma aiutando anche l’ambiente con un ingrediente che è super sostenibile.

lavatrice
lavatrice – donna.nanopress.it

Esistono varie ricette di detersivi fai da te con l’aceto, e basta mischiare a questo prodotto del bicarbonato, o del limone o del sale. Insomma, tutti ingredienti che troverai nella tua dispensa di casa, e sarà semplicissimo creare delle miscele.

L’aceto può essere usato: per sgrassare il forno, per pulire il rame e l’ottone, per pulire le tubature e gli scarichi dei lavandini, per sgrassare la caffettiera incrostata, per pulire il frigo ed eliminare i cattivi odori, per pulire i bicchieri, per togliere il calcare, per pulire rubinetti, lavandini e piano cottura della cucina, per pulire le pareti dalla muffa.

Per pulire il ferro da stiro l’aceto è ottimo e basta mettere la stessa quantità di acqua e di aceto e azionare il vapore. La miscela fuoriuscirà dai buchi permettendo di ripulire il ferro dal calcare. Inoltre l’aceto toglie le macchie di bruciato dal ferro da stiro, in questo caso bisogna mischiare aceto e sale in parti uguali e strofinare sulle parti bruciate.

L’aceto: alleato della lavatrice e del bucato

Pulire la lavatrice con l’aceto è un ottimo metodo per combattere il calcare, che può compromettere la funzionalità dell’elettrodomestico. L’aceto poi può essere anche utilizzato come ammorbidente naturale nel lavaggio dei vestito.

Questo prodotto è ecologico ed economico oltre ad essere biodegradabile è oltre a disinfettare i vestiti è perfetto per avere una lavatrice sempre priva di calcare. L‘aceto ha una forte potere incrostante che fa dissolvere il calcare presente nell’acqua andando così a pulire a fondo la lavatrice.

lavatrice aceto
lavatrice – aceto – donna.nanopress.it

È molto semplice usare l’aceto in lavatrice: basta versare un litro di aceto bianco direttamente del cestello della lavatrice e poi azionare un programma di 60° per almeno un paio d’ore.

Se invece vuoi usare l’aceto come ammorbidente nei lavaggi quotidiani basta versarlo nell’apposita vaschetta dell’ammorbidente e ne bastano circa 100 ml. L’effetto che si otterrà è un bucato morbide e soffice, e non si sentirà affatto il forte odore dell’aceto una volta che i vestiti saranno asciutti.

Aceto: smacchiatore perfetto contro le macchie più ostinate

L’aceto oltre a donare morbidezza al bucato ha un’azione anche sullo sporco, va ad eliminare perfino le macchie di sudore e gli aloni giallastri sui capi bianchi. Per usarlo come smacchiatore basta diluire un bicchiere di acqua calda e un cucchiaio di aceto bianco. Se si vuole un effetto più forte si può aggiungere un cucchiaino di bicarbonato.

Se proprio non si sopporta il forte odore dell’aceto si può pensare di mettere delle gocce di olio essenziale, alla lavanda, all’eucalipto, al tea tree, o al gusto che più si preferisce. È sempre meglio preparare la miscela prima in una bottiglietta di vetro o di plastica e poi versare il composto nella vaschetta dell’ammorbidente.