Piastrelle sporche del bagno, il metodo per pulirle in pochi minuti: zero aloni

Le piastrelle del bagno si sporcano facilmente e ogni volta pulirle è davvero faticoso. Non preoccupatevi, ecco di seguito un metodo per avere piastrelle del bagno perfette e impeccabili, e senza aloni!

Piastrelle bagno
Piastrelle – donna.nanopress.it

Come qualsiasi altra superficie, anche le piastrelle alte del bagno hanno bisogno di essere pulite a dovere, ma non sempre c’è il tempo per farlo, anche perché è faticoso raggiungere le zone elevate.

Eppure, seguendo alcuni consigli e usando metodi adeguati è possibile ottenere risultati eccellenti e faticare molto meno.

Le piastrelle, oltre che riempirsi di polvere, possono anche macchiarsi di calcare, per cui bisogna pulirle con attenzione per farle brillare e soprattutto non lasciare aloni. Ma come fare? Ecco un metodo particolarmente efficace per pulire velocemente tutte le piastrelle del bagno!

Prima di lavare togliere la polvere

Lavare le piastrelle del bagno non è un’attività che si fa di frequente e spesso passa del tempo fra un lavaggio e l’altro. In questo lasso di tempo, la polvere si accumula in maniera spaventosa e prima di lavarle è necessario toglierla.

piastrelle-Donna.nanopress.it

Per eseguire questa operazione rapidamente dovete mettere un panno cattura polvere su una scopa, fissarlo con un elastico e con la scopa sottosopra iniziare a passarla sulle piastrelle, raggiungendo così anche i punti più alti.

Se notate che il panno si riempie di polvere, cambiatelo e passate la scopa una seconda volta per eliminare ogni traccia di polvere. Eseguita questa semplice operazione, procedere alla pulizia delle piastrelle, che effettuerete con un rimedio davvero molto efficace.

Cosa serve per lavarle

Ecco cosa vi serve per lavarle e ottenere risultati impeccabili:

  • 1 bicchiere e mezzo d’aceto bianco
  • Succo di 1 limone
  • 1 spingiacqua
  • 1 panno in microfibra
piastrelle-Donna.nanopress.it

Il limone e l’aceto sono ingredienti eccezionali per sgrassare a fondo le piastrelle, ma se volete ottenere una profumazione più intensa potete aggiungere alcune gocce di olio essenziale dalla fragranza agrumata. Inoltre, con lo spingi acqua non avrete alcun problema di raggiungere anche i punti più alti e non c’è bisogno di usare la scaletta.

Come procedere per pulire le piastrelle

Adesso potete cominciare a lavare le piastrelle del bagno, ecco come dovete fare:

  • Mettete in un contenitore l’aceto e dell’acqua calda
  • Versate il succo del limone e l’olio essenziale scelto
  • Immergete nel composto il panno e strizzatelo
  • Fate in modo che il panno rimanga umido
  • Circondate lo spingiacqua con il panno e fermatelo con un elastico
piastrelle-Donna.nanopress.it

A questo punto girate sottosopra lo spingiacqua e cominciate a passarlo sulle piastrelle, avendo cura di trattare tutta la superficie. Dopo aver passato l’attrezzo sulle piastrelle, strizzate il panno ancora una volta, ma senza lasciarlo umido. Passate ancora lo spingi acqua fino a quando le piastrelle non si asciugano .

Cosa fare se le piastrelle sono in marmo

La soluzione che avete preparato potete usarla su tutte le piastrelle, tranne che in quelle in marmo o pietra naturale, perché potrebbero rovinarsi. Se volete, potete provare il rimedio su un angolo non visibile e se non succede nulla di dannoso procedete.

piastrelle-Donna.nanopress.it

Tuttavia, per andare sul sicuro, ecco un altro rimedio adatto per lavare le piastrelle in marmo o pietra naturale:

  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido o in scaglie
  • Acqua calda

Mettete l’acqua calda nel secchio e aggiungete bicarbonato e sapone di Marsiglia, e utilizzate allo stesso modo di prima il panno avvolto e fissato sullo spingi acqua. Proseguite nel lavare le piastrelle passando lo spingi acqua sulla loro superficie e strizzando il panno più volte fino a quando non si asciugano. Non ci saranno aloni e saranno lucenti e brillanti!