Come tagliare i capelli in casa ad un bambino

Tagliare i capelli ai bambini può sembrare un'impresa impossibile, anche se si tratta di un taglio corto. Tagliare i capelli a casa può rivelarsi anche divertente, oltre che pratico ed economico: per questi tagli semplici fai da te vi basteranno forbici e pettine o, per i bambini, la macchinetta per capelli. Ecco allora trucchi e suggerimenti per tagliare i capelli ad un bambino, in casa.

da , il

    I genitori sanno bene quanto possa esser complicato tagliare i capelli in casa ad un bambino, ma portarli dal parrucchiere è spesso ancor più difficile, oltre che economicamente dispendioso. Anche se i bambini che vengono abituati fin da piccoli a visite periodiche dal parrucchiere non creano troppe difficoltà, per i più riluttanti potrebbe trattarsi di una vera e propria impresa. Per questo, alcuni genitori potrebbero preferire il taglio fatto in casa. Ovviamente, è necessaria un po’ di dimestichezza con le forbici, e, se non siete degli esperti, optate per dei tagli di capelli per bambini corti e non troppo elaborati. Inoltre, per evitare capricci, cercate di convincere il bambino a lasciarsi tagliare i capelli, proponendo il tutto come se fosse un gioco divertente da fare insieme alla mamma. Dunque, se vostro figlio non ne vuole sapere di tagliarsi i capelli dal parrucchiere, se non avete tempo di portarlo o se volete risparmiare, potete cimentarvi nel tagliare i capelli in casa: ecco per voi qualche consiglio e qualche trucco da mettere in pratica per realizzare tagli di capelli semplici e pratici per i vostri bambini.

    Tagliare i capelli ai bambini: occorrente

    Per tagliare i capelli in casa ad un bambino, vi serviranno:

    • Forbici dalla punta leggermente arrotondata (per evitare di ferire il bambino durante il taglio dei capelli); sarebbe meglio utilizzare le forbici specifiche per parrucchieri, che trovate nei negozi più forniti, anche di vendita all’ingrosso.
    • Un pettine, per dividere i capelli in sezioni.
    • Uno o due asciugamani, da utilizzare sia per tamponare i capelli dopo averli lavati, sia per coprire le spalle del bimbo quando tagliate i capelli.
    • Uno shampoo delicato e non irritante per gli occhi, quello che usate solitamente per vostro figlio andrà benissimo, visto che, prima di tutto, dovete lavare i capelli del bimbo.

    Tagliare i capelli ai bambini: preparazione

    Terminata la fase del lavaggio, tamponate i capelli con un asciugamano, lasciandoli leggermente umidi; diversamente potrebbe diventare difficoltoso dare una corretta forma al taglio. A questo punto, mettete un asciugamano sulle spalle del bambino così non si sporcherà con i capelli che verranno tagliati.

    Spiegate al bambino che non deve muoversi o, comunque, che deve cercare di restare fermo il più possibile durante il taglio; potete accendere la televisione oppure dargli un libro da sfogliare mentre voi procedete a tagliare i capelli, di modo che il bimbo percepisca in modo più gradevole il momento del taglio di capelli in casa.

    Le 5 regole da seguire per tagliare i capelli in casa ai bambini

    Se avete deciso dunque di tagliare i capelli in casa a vostro figlio, ecco alcune regole di base da seguire, qualunque sia il taglio di capelli che avete in mente di realizzare.

    1. Fate sempre lo shampoo prima di procedere con il taglio di capelli al bimbo: in questo modo vi renderete conto della lunghezza e delle eventuali imprecisioni.
    2. Prendetevi un po’ di tempo: non fate le cose di corsa, dovete avere un po’ di tempo a disposizione altrimenti rischiate di fare qualche pasticcio!
    3. Mettetevi comodi, o meglio, fate stare comodo vostro figlio: mentre procedete con il taglio di capelli fai da te, dovrà stare fermo quindi preparate una sedia dove stia a suo agio o anche il seggiolone se ha meno di 3 anni.
    4. Accendete la tv mentre tagliate i capelli al bambino, in questo modo sarà più facile che rimanga fermo il tempo necessario affinché terminiate il vostro lavoro.
    5. Scegliete un posto ben illuminato ed evitate di tagliare i capelli quando fuori è già buio; per fare un taglio di capelli migliore, dovete avere una buona illuminazione sui capelli del bimbo.

    Tagliare i capelli corti con la macchinetta

    Per i tagli molto corti, adatti ai maschi, l’ideale è usare la macchinetta, anche se dovete fare particolarmente attenzione; avrete bisogno di tempo e calma per realizzare questo taglio che, anche se semplice, richiede precisione e accuratezza.

    In questo caso, il taglio si fa quando i capelli sono asciutti, così capirete meglio quale sia la lunghezza giusta. Ecco allora il procedimento da seguire per tagliare i capelli ai bambini usando la macchinetta:

    1. Impostate la lama a seconda della lunghezza che volete ottenere.
    2. Cominciate a tagliare dalla parte posteriore salendo dal basso verso l’alto.
    3. Procedete poi sui lati e finite nella zona al centro della testa
    4. Per tagliare i capelli vicino alle orecchie utilizzate le forbici per evitare che il bimbo rischi di farsi male se si muove.

    Infine, ecco un piccolo trucco da non dimenticare: ricordate sempre di tagliare nella direzione inversa alla crescita dei capelli, così il taglio di capelli sarà più uniforme.

    Taglio di capelli per bambino: la cresta

    Volete che vostro figlio abbia un’acconciatura all’ultima moda? Ebbene, realizzare una cresta è più semplice di quanto si pensi, si tratta semplicemente di una variante al taglio di capelli con la macchinetta; ecco come procedere:

    1. Procuratevi una pinza o delle forcine con cui terrete ben fermi i capelli nella parte superiore della testa, cioè dove ci sarà la cresta.
    2. Adesso procedete con la macchinetta, tagliando i capelli di lato fino a raggiungere la sommità della testa.
    3. Sopra, potete decidere di sfoltire leggermente la cresta utilizzando le forbici oppure, sempre con le forbici, tagliare leggermente i capelli nella parte posteriore e lasciandoli più lunghi davanti.
    4. Il gioco è fatto: lasciate la cresta al naturale oppure mettete un po’ di gel per le occasioni speciali.

    Tagliare i capelli con le forbici ai maschi

    Per ottenere un taglio di capelli corto per i maschi, potete utilizzare anche le forbici. Il bambino dovrà stare a sedere su una sedia comoda oppure sul seggiolone se ha meno di 3 anni. Ecco come fare.

    1. Lavate i capelli e poi pettinateli all’indietro.
    2. Con il pettine prendete una parte di capelli da dietro e tenetela tra indice e medio, spostando le dita a seconda della lunghezza che volete ottenere.
    3. Tenendo i capelli ben dritti, tagliate con le forbici appena sopra le dita.
    4. Continuate così per tutti i capelli, procedendo dalla nuca man mano verso la fronte e, se i capelli si stessero asciugando, bagnateli utilizzando una bottiglietta spray riempita d’acqua.
    5. Per rendere uniforme la lunghezza, quando avete terminato di tagliare i capelli, prendete un pettine a denti fitti e utilizzatelo per controllare di aver fatto un taglio pari, spuntando eventualmente dove avete lasciato dei ciuffi più lunghi.

    Tagliare i capelli con le forbici alle femmine

    Tagliare i capelli a una bambina potrebbe essere un po’ più complicato perché solitamente le bimbe vogliono portare i capelli lunghi; escludendo quindi la macchinetta, ecco come tagliare i capelli con le forbici alle femmine.

    1. Lavate i capelli, pettinateli accuratamente e poi divideteli in due sezioni, partendo dalla parte bassa posteriore.
    2. Raccogliete il ciuffo di capelli superiore con una pinza e dividete la parte sottostante in varie ciocche, aiutandovi con un pettine e partendo dalla zona dietro le orecchie.
    3. A questo punto, prendete una ciocca per volta utilizzando un pettine a denti stretti.
    4. Aiutandovi con il pettine, prendete ogni ciocca tra indice e medio: tagliate sopra le dita a seconda della lunghezza desiderata, controllando di volta in volta che la lunghezza sia pari.
    5. Procedete così per tutta la capigliatura e, quando avete finito con la sezioni di capelli sottostante, usate lo stesso procedimento per la parte superiore.

    Via via che procedete con questo taglio, ricordatevi di controllare i capelli tirandoli con le dita verso il basso, così vi accorgerete se li avete tagliati pari oppure se dovete aggiustare qualche ciuffo.

    Come tagliare i capelli: la frangia

    Se vostra figlia porta già la frangia, vi basterà spuntarla tenendola tra le dita e tagliando a seconda della lunghezza che volete ottenere. Se invece dovete realizzare una frangia su una bambina che ancora non ce l’ha, fate in questo modo:

    1. Prendete una ciocca di capelli da sopra la testa: la larghezza dovrà essere all’incirca compresa tra le due arcate sopracciliari.
    2. Pettinate accuratamente la ciocca di capelli verso l’alto, non devono esserci nodi, e poi tiratela verso di voi, simulando la frangia che dovrà ricadere sulla fronte.
    3. Tenete i capelli ben dritti tra indice e medio e tagliate il necessario; solitamente, una frangia è lunga uno o due centimetri, non di più perché altrimenti finirebbe sugli occhi, considerate comunque le sopracciglia per regolarvi con la lunghezza.

    Una nota da ricordare: la frangia andrebbe tagliata con i capelli asciutti o umidi, non del tutto bagnati perché altrimenti la lunghezza risulterà falsata; se la tagliate con i capelli bagnati, ricordate di considerare un centimetro in più circa, perché da asciutti i capelli saranno più corti.

    Taglio di capelli facile per bambini

    Ecco infine un modo molto semplice per tagliare i capelli ai bambini:

    1. Fate una riga centrale sul retro della testa del bambino e spostategli i capelli fino alle orecchie, prima da un lato e poi dall’altro.
    2. Pettinate il resto dei capelli in avanti, come a creare una sorta di frangetta.
    3. Partendo dalla nuca, dividete i capelli in tante piccole ciocche e, tenendole una ad una tra indice e medio, cominciate a tagliare i capelli al bambino, mantenendo sempre la stessa lunghezza.

    Dovete ripetere questo procedimento finché non avrete tagliato tutti i capelli.

    Come tagliare i capelli ricci a un bambino

    Tagliare i capelli ricci è sicuramente più semplice rispetto a un taglio di capelli lisci perché, una volta asciutti, si noteranno meno le eventuali imprecisioni e un aspetto un po’ disordinato non sarà certo inappropriato, anzi. Ecco perché, se vostro figlio ha i capelli ricci, potete seguire i procedimenti che abbiamo illustrato, consapevoli che qualche piccolo errore non si noterà una volta asciugati i capelli.

    Se desiderate un taglio scalato, basterà lasciare più lunghe le ciocche sottostanti e tagliare più corti i capelli nella parte superiore della testa.

    Quando iniziare a tagliare i capelli ai bambini

    Non c’è un momento preciso o uguale per tutti: ci sono neonati che nascono pieni di capelli e altri che restano con pochi ciuffetti anche fino al primo anno di vita; valutate in totale autonomia quando iniziare a tagliare i capelli di vostro figlio, anche se solitamente il primo taglio di capelli si fa intorno a un anno: è questa l’età in cui cominciano generalmente ad apparire i veri capelli e quindi ci si rende finalmente conto se sono scuri, chiari, lisci o ricci.

    Il primo taglio non è mai niente di elaborato e serve più che altro ad accorciare la frangetta e i capelli sulla parte bassa della nuca, mentre non c’è bisogno di ridurre il volume, che ancora sarà piuttosto limitato.

    Ogni quanto tagliare i capelli

    I capelli dei bambini sono sottoposti a molti stress durante la giornata: i bimbi piccoli si rotolano per terra, si tirano i capelli tra di loro, si toccano la testa con le mani sporche di cibo o di sabbia dei giardinetti, insomma la capigliatura di un bambino è costantemente sotto stress. Per questo motivo, non bisognerebbe far passare troppo tempo tra un taglio di capelli e l’altro, proprio per evitare che i capelli si rovinino; è anche vero che i bambini non amano stare troppo tempo fermi e seduti, in attesa che voi terminiate il vostro taglio di capelli fai da te, quindi sta a voi trovare la giusta via di mezzo, cercando di non superare le sei otto settimane tra un taglio e l’altro.

    Come tagliare i capelli a un bambino che non vuole

    Questo è sicuramente l’ostacolo più grande che potrete trovarvi davanti: tagliare i capelli a un bambino che non vuole farlo, può rivelarsi una missione impossibile, che solitamente termina con pianti, urla e con un nulla di fatto per quanto riguarda il taglio di capelli. La parte più difficile, quindi, è convincere vostro figlio a tagliare i capelli: potete proporre il taglio di capelli come un gioco, da fare una volta ogni tanto insieme alla mamma, divertendosi con specchietto, forbici e pettine; se coinvolgete anche un amichetto, un cugino o un fratello, probabilmente sarà ancora più facile convincerlo.

    Non dovete considerare le sue proteste come dei semplici capricci perché, soprattutto se si tratta di tagliare i capelli a un bambino o ad una bambina piccola, noterete che separarsi da una parte di sé può essere quasi un trauma, specialmente nella fascia che va dai 2 ai 5 anni; cercate quindi di fargli capire che i capelli presto ricresceranno, che non sentirà male e che non li taglierete più di quanto non voglia. Assecondare le sue scelte e fargli capire che la sua opinione è importante, è un altro ottimo modo per convincerlo a tagliare i capelli: lasciate che osservi il taglio di capelli allo specchio, fatevi dire esattamente quanto vuole accorciarli, ovviamente trovando un compromesso se la risposta è sempre negativa, e lasciate che controlli le vostre mosse mentre li tagliate.