Igiene personale: attenzione agli oggetti più usati..e più sporchi!

da , il

    Igiene personale: attenzione agli oggetti più usati..e più sporchi!

    Farsi la doccia ogni sera ed ogni mattina, utilizzare amuchina e lavarsi spesso le mani potrebbe non essere sufficiente per prevenire a germi e batteri di banchettare sulla nostra pelle ed entrare senza problemi nel nostro organismo. Senza che ce ne accorgiamo, infatti, gli oggetti all’apparenza più innocui sono in realtà quelli più pericolosi, ricettacolo di virus e batteri. Il problema è che li utilizziamo quotidianamente e non possiamo farne a meno, visto che si annidano nei posti che frequentiamo di più: casa, ufficio e macchina.

    Partiamo da casa: non è la tanto temuta tavoletta del WC a creare le maggiori insidie al nostro sistema immunitario, bensì il telecomando, il telefono e la tastiera del computer. La consapevolezza dell’esistenza di batteri nel water ci porta a disinfettarlo con costanza, cosa che invece non facciamo con le apparecchiature meno minacciose: ma se pensiamo che maneggiando spesso gli oggetti appena citati con mani sporche, a volte mentre stiamo preparando in cucina per poi rimetterli a posto senza pulirli, non facciamo altro che aprire le porte ad ogni forma di batterio.

    L’ufficio poi è terribile, sia per la scrivania della donna, che per la tastiera del computer. Quest’ultima è un vero e proprio ricettacolo di sporcizia (sia in ufficio che a casa) perché polvere, residui di cibo, capelli e peli si annidano tra i tasti e lì restano a fermentare a vita, favorendo la formazione di colonie di batteri al cui confronto sbiancherebbero anche quelle del water. La scrivania della donna, invece, sempre fornita di generi alimentari, trucchi e quant’altro può ospitare un numero di batteri fino a quattrocento volte maggiore rispetto a quello del WC. Quanto appena descritto è risultato da due studi, tenuti rispettivamente in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

    Ed i pericoli sicuramente non ci abbandonano all’esterno! Il volante dell’auto è infestato dal batterio Stafilococco aureus, responsabile di problemi respiratori, intestinali e di varie infezioni; non credete che sia una rarità, visto che è presente in due macchine su tre.

    Per non parlare poi dei tasti dell’ascensore, che fanno registrare un numero di batteri 40 volte superiore a quello di un bagno pubblico.

    Concludiamo con una bella chicca, la maniglie di appoggio dei mezzi pubblici, in assoluto senza rivali! In una giornata intera sono toccate da un quantitativo di gente spropositato, vengono pulite raramente ma non sembrano sporche all’apparenza.

    Il povero WC, così screditato e maltrattato, almeno questa volta è riuscito a dare una bella lezione di vita!