La dieta del panino per dimagrire, adatta per chi ha poco tempo

dieta panino

La dieta del panino per dimagrire è adatta a chi ha poco tempo, ma vuole comunque restare in forma. Purtroppo, i ritmi frenetici della vita quotidiana non ci permettono sempre di seguire un’alimentazione corretta, variegata e salutare. I nutrizionisti, per restare in forma e salvaguardare la salute, consigliano di mangiare almeno cinque porzioni di frutta e verdura che, dovrebbero costituire la base della nostra dieta. Anche se avete poco tempo, però, potete sfruttare questo principio seguendo per una o due settimane la dieta del panino. Come fare?

La dieta del panino

Se volete restare in forma o dimagrire mangiando un panino per pranzo o cena dovete prestare attenzione al condimento che scegliete, ma anche al tipo di panino. Evitate sempre i contorni sott’olio, le salse (come maionese e ketchup), i fritti e tutti i salumi grassi. Farcite il panino, invece, con formaggi freschi, verdure (cotte al vapore o arrostite) ed accompagnate il panino con acqua naturale (evitate le bevande gasate e zuccherate). Per quanto riguarda la scelta del pane, evitate le piadine e gli altri prodotti da forno eccessivamente raffinati. Sì, invece, a pane integrale e pane di sesamo (che hanno poche calorie). Evitate anche tutti i panini al latte e all’olio. Lo schema di menù della dieta del panino, comunque, può essere seguito per un massimo di due settimane e apporta circa 1250 calorie. Il sabato e la domenica della dieta sono liberi, ma occorre calibrarli sul modello degli altri giorni, per non vanificarne i risultati.

Menù settimanale

Lunedì

colazione: fette biscottate con marmellata, un bicchiere di latte scremato, caffè con poco zucchero.
spuntino: 1 yogurt magro.
pranzo: panino medio con tonno sgocciolato, rucola e pomodori + 1 frutto.
merenda: 1 frutto.
cena: hamburger di pollo o tacchino con zucchine grigliate o scaldate, una piccola porzione di pane.

Martedì

colazione: 1bicchiere di latte scremato con 1 bicchiere monouso di cereali + caffè.
spuntino: 1 pacchetto di cracker.
pranzo: panino medio con qualche fettina di prosciutto crudo privo di grasso visibile, salsa allo yogurt e insalata.
merenda: 1 frutto.
cena: piccolo piatto di pasta con fagioli spollichini, contorno di verdure crude o cotte + 1 frutto.

Mercoledì

colazione: fette biscottate con marmellata, un bicchiere di latte scremato,caffè con poco zucchero.
spuntino: 1 barretta ai cereali.
pranzo: panino medio con salmone affumicato+ salsa allo yogurt+ scarola e insalata+ 1 frutto.
merenda: 1 frutto.
cena: insalata di patate, fagiolini, pomodori, zucchine, sedano (verdure a piacere).

Giovedì

colazione: 1 bicchiere di latte scremato con 1 bicchiere monouso di cereali+ caffè.
spuntino: 1yogurt magro.
pranzo: panino medio con straccetti di manzo e melanzane.
merenda: 1 frutto.
cena: una piccola porzione di risotto con tante zucchine + frutto.

Venerdì

colazione: 1 yogurt magro bianco + 1 frutto+ 2 frollini+ caffè.
spuntino: 1 barretta ai cereali.
pranzo: panino medio con straccetti di pollo grigliato e carote cotte al vapore con aromi + 1 frutto.
merenda: 1 frutto.
cena: una piccola porzione di farro con funghi + contorno di verdure cotte o crude.

E’ importante ricordare anche che questa dieta costituisce un’indicazione generica per perdere qualche chilo, ma non sostituisce il lavoro dei dietologi e dei nutrizionisti, che devono essere consultati soprattutto quando si devono perdere tanti chili.

Scopri anche la dieta del fantino e la dieta iperproteica dimagrante!