Come riconquistare un ex: le dritte giuste

da , il

    Come riconquistare un ex: le dritte giuste

    A quante di noi non è capitato di domandarsi come riconquistare un ex? Magari lo abbiamo lasciato e poi ci siamo pentite o ci ha lasciate lui e non ci siamo ancora rassegnate all’idea di averlo perduto per sempre.

    E allora coraggio! bando ai piagnistei, dovete tirare fuori tutto il vostro coraggio e le armi di seduzione che avete a disposizione se volete veramente che torni ad essere vostro.

    Nella scelta del metodo su come riconquistare un ex un peso determinante è rappresentato dalle motivazioni che hanno portato alla rottura. Talvolta la crisi di coppia appare insanabile al punto da determinare la fine di una relazione, ma poi a distanza di tempo ci si rende conto che le condizioni per una riconciliazione sono possibili.

    Questa situazione si verifica quando a far scoppiare la coppia sono state delle tensioni che i partner non riuscivano a più a gestire perché troppo arrabbiati o nervosi o esasperati e stanchi: litigi che si protraggono per ore, a volte anche per giorni o settimane senza riuscire a intravedere una via d’uscita se non quella del darci un taglio. Altre volte capita che la relazione piombi nella noia, che come un parassita logora piano piano i partner fino a farli allontanare. Talaltra, invece, la fine di una relazione può essere determinata da una colpa o una mancanza di uno o di entrambi i partner.

    Come riconquistare un ex con cui eravamo arrivati ai ferri corti? Col dialogo e la comunicazione. Se siamo arrivati al punto da collidere evidentemente era perché non riuscivamo più a sostenere una situazione che ci faceva vivere male. L’esasperazione, molte volte, impedisce di vedere con lucidità una soluzione che, al contrario, la possibilità di riflettere e rivedere tutto con calma ci serve su un piatto d’argento. Proponetegli la cura al male che minava alla fondamenta la vostra storia al punto da averla interrotta. Fatelo con calma, chiedendo scusa per i vostri errori e senza la necessità di rinfacciargli i suoi. Non insistete se in un primo momento lui apparirà perplesso. Ha il diritto di riservarsi di decidere con calma. Non torturatelo con telefonate e messaggi continui. Lo farete sentire braccato e lo porterete ad allontanarsi un’altra volta. Chiedetegli di riflettere, fornendogli voi stesse gli spunti e gli argomenti nuovi su cui farlo. Proponetegli una tregua, se non si sente pronto per la firma dell’armistizio. La riconquista è un processo lento, che necessita pazienza. Una mossa falsa e manderete tutto all’aria. Quindi, abbiate fede, lasciatelo libero di pensare e soprattutto non mettetegli fretta.

    Se è stata la routine a far finire tutto, interrogatevi sulle ragioni che vi ci hanno condotti. Troppo assorbiti dal lavoro? Troppo impegnati per concedere alla vostra coppia un po’ di intimità? Vita sessuale monotona e sempre uguale? Bene. La prima regola su come riconquistare un ex annoiato è stupirlo con effetti speciali: comprate della biancheria sexy, un profumo che vi renderà irresistibili e una minigonna mozzafiato e invitatelo per una cena di chiarimento. Non sarà necessario che cuciniate, il piatto che dovrete servire è quello a base di sex appeal e una buona dose di intraprendenza. Lui resterà senza fiato e potrebbe ripensarci, ma non lasciate che la vostra sia un’azione isolata. Parlate con lui della possibilità di uscire dalla stagnazione in cui eravate piombati attraverso la fantasia e il gioco. Ammettete le vostre responsabilità prima di accusare lui delle sue e mostratevi propositive.

    In caso di colpa valgono le medesime strategie di riconquista, ma a seconda della gravità del peccato di cui vi siete macchiate, non vi garantisco che funzionino. Ciò non toglie che non possiate provarci. Ricordate sempre che se cercate il modo come riconquistare un ex, non dovete mai gettare la spugna, ma persistere persistere persistere. Chi la dura la vince!