Arredamento in stile industriale, idee per il fai da te economico

Ecco tante idee fai da te economiche per portare un tocco industriale tra le pareti domestiche. Questo stile d'arredamento molto apprezzato al giorno d'oggi può essere declinato anche in chiave low cost con i giusti accorgimenti. Scopriamo in che modo e qualche consiglio per realizzare mobili fai da te.

da , il

    Scopriamo alcune idee per un arredamento in stile industriale da realizzare con il fai da te. Lo stile industriale è un evergreen e sebbene si addica particolarmente a case spaziose e ai classici loft, divenuti famosi perché utilizzati come atelier dagli artisti, può essere inserito anche in interni di altro stile. Non occorre infatti trasformare completamente casa, sono sufficienti alcuni tocchi, più o meno decisi a seconda del risultato che intendiamo raggiungere. Ecco allora alcune idee per il fai da te economico in stile industriale.

    Mobili in stile industriale usati

    mobile usato

    L’arredamento in stile industriale dei loft è molto apprezzato perché si contraddistingue per quell’allure artistica dal fascino un po’ vintage, finto/trascurato. E’ negli anni 90′ che le vecchie fabbriche dismesse cominciano a essere recuperate per farne loft di design, che conservavano superfici e materiali grezzi. Sono proprio questi, infatti, i tratti distintivi del cosiddetto industrial style. Altri elementi d’arredo fondamentali sono i mobili in acciaio, lampade che ricordano quelle delle fabbriche nelle forme e nei motivi, ma anche mobili usati. L’importante è che i segni del tempo siamo ben visibili.

    Perfetti anche i mobili vintage degli anni 60′ e 70′. Come recuperarli? E’ sufficiente scartavetrare la superficie dei mobili con carta vetrata, eliminare la polvere e lasciarli intatti. Trattandosi infatti di stile industriale, non occorre verniciare perché l’effetto finale dev’essere volutamente vintage.

    Stile industrial chic

    mobili stile industriale

    Per uno stile industrial chic il brand di riferimento è Maison du Monde, che propone mobili che conciliano le caratteristiche dell’industriale con un tocco di eleganza: dagli sgabelli vintage alle consolle, dai letti in pelle ai vecchi bauli in metallo rivisitati con colori chic. Per non parlare di mobili, specchi, tubi per arredare e complementi dall’aspetto volutamente trascurato. Ricordiamo che le tonalità caratteristiche della casa industriale sono bianco, acciaio, ferro battuto, e le varie declinazioni di grigio.

    Per ottenere questo effetto vi consigliamo di ricorrere a macchinari in disuso, che di solito hanno questi colori, stufe in ghisa, scaffali in metallo, sgabelli vintage da bar. Vi consigliamo di cercare questi pezzi d’arredo in vecchie soffitte e, se ne avete l’occasione, in fabbriche dismesse. Una volta recuperati, non resta che ripulirli per bene e utilizzarli intatti, anche se danneggiati dai segni del tempo. Per personalizzare gli sgabelli vintage utilizzate vernice colorata, per esempio gialla. E’ vero che lo stile industriale privilegia tonalità non troppo accese ma un po’ di colore qua e là non guasta, purché limitato a qualche angolo. Come fare? Si puliscono gli sgabelli rimuovendo ogni traccia di polvere, si passano con carta vetrata e si procede con la verniciatura spray, lasciandola asciugare per qualche ora. Una mano di vernice trasparente protettiva e lo sgabello è servito!

    Stile industriale fai da te

    stile industriale

    I mobili in stile industriale economici sono l’ideale se non volete spendere troppo ma nemmeno rinunciare a un tocco industrial tra le pareti domestiche. Lo stile industriale di Ikea fa al caso vostro visto che il famoso brand svedese propone mobili e oggettistica a prezzi low cost, che rispecchiano questo mood. Ma se preferite puntare sul fai da te, l’ideale è recuperare vecchi mobili anni 60′ e 70′, scartavetrandoli un po’ per conferirgli un aspetto ancora più usato.

    Anche i pallet si prestano al riutilizzo in stile industriale. Come arredare con i bancali di legno per realizzare mobili vintage? Semplice, basta recuperarne alcuni, scartavetrarli senza verniciarli, e assemblarli per creare divani, tavoli, letti.

    Vediamo come realizzare un divano fai da te con i pallet. Vi occorrono:

    • 6 pallet
    • carta vetrata
    • vernice protettiva trasparente
    • pennello
    • fascette trasparenti

    Prima di tutto scartavetrate tutti i bancali, quindi posizionatene 2 l’uno accanto all’altro, poi prendetene altri due e collocateli al di sopra della base. Fissate i diversi bancali tra loro con l’aiuto di fascette trasparenti, che vanno posizionate in punti strategici invisibili all’occhio. Basta inserirle tra un pallet e l’altro facendo attenzione che non si notino. Stringete bene e voilà, la base del divano in stile industriale è pronta.

    Ora prendete altri due bancali delle stesse misure e posizionateli dietro al divano in verticale, dopo averli uniti tra loro. Questo sarà lo schienale del divanetto che va a sua volta fissato alla base con le fascette. Date una mano di vernice trasparente a tutto il divano, lasciate asciugare. Non resta che posizionarvi sopra un materasso rivestito con tessuto vintage. Potete anche acquistarlo pronto, Maisons du Monde per esempio propone materassi non troppo grandi, adatti a questo genere di utilizzo.

    Per lo schienale potete usare cuscinoni. Se volete realizzare i cuscini con il fai da te, è sufficiente recuperare vecchi modelli inutilizzati e rivestirli, per esempio, con patchwork fatti di jeans riciclati o altri tessuti a scelta.