Come si fa la pastella per friggere: 10 segreti per renderla perfetta e croccante

da , il

    Come si fa la pastella per friggere? Ecco 10 segreti per renderla perfetta e croccante che vi aiuteranno a preparare un’autentica bontà culinaria, perfetta per la preparazione di numerose pietanze: dalle verdure al pesce, dalla carne a numerosi ortaggi e persino la frutta. La pastella è un composto semiliquido nel quale gli alimenti vengono immersi e poi tuffati nell’olio bollente, ma il primo segreto per spiegarvi come si fa una pastella per friggere degna di questo nome è che non esiste un’unica pastella, ma tante quanti sono i cibi che vogliamo preparare.

    Renderla omogenea

    In generale la pastella per friggere si ottiene mescolando acqua, farina, olio di oliva e sale, non in quantità prestabilite, ma aggiustando di volta in volta le dosi a seconda della consistenza desiderata. L’importante in ogni caso è che il composto risulti perfettamente omogeneo, il risultato è garantito!

    Aggiungere due albumi e lasciarla in frigo

    La pastella per friggere le verdure deve risultare più soffice della comune pastella, pertanto agli ingredienti base andrebbero aggiunte due chiare d’uovo montate a neve. Sarebbe anche opportuno che lasciaste riposare la pastella per qualche minuto in frigorifero prima di utilizzarla. Dopodiché immergete le verdure e friggete in olio bollente.

    Aggiungere un tuorlo e acqua gassata

    La pastella per friggere il pesce va preparata aggiungendo alla farina e al sale un tuorlo d’uovo e sostituendo all’acqua normale acqua gassata a bassa temperatura. Preparate la pastella sbattendo bene il tuorlo e aggiungendo via via l’acqua gassata. Mescolate bene e aggiungete la farina setacciata, quindi immergetevi il pesce e versate nell’olio bollente.

    Usare ingredienti freddi

    Un consiglio per ottenere una buona pastella per friggere il pesce consiste nell’utilizzare ingredienti freddi come l’acqua e l’uovo così come contenitori di metallo preventivamente lasciati in frigo a raffreddare. La tempura, tipica pastella giapponese, utilizzata per fritture di pesce, viene preparata seguendo questo importante accorgimento che garantisce un risultato appetitoso e croccante.

    Aggiungere il lievito

    Questa pastella è adatta per friggere verdure dal sapore delicato come i fiori di zucca o le zucchine e la frutta. Basta sciogliere un po’ di lievito in poca acqua tiepida, unirlo alla farina setacciata e amalgamare il composto, aggiungendo lentamente dell’acqua tiepida. Aggiungere un cucchiaino di zucchero e un pizzico di sale e un cucchiaio colmo di olio d’oliva. Amalgamare bene finché la pastella non vi apparirà abbastanza densa e lasciare a lievitare per almeno 4 ore in un luogo riscaldato.

    Olio intorno ai 170° di temperatura

    In tutti i casi, sia che vogliate friggere verdure, pesce, carne o frutta, il segreto per ottenere degli ottimi cibi pastellati è la temperatura dell’olio, che deve raggiungere all’incirca i 170°. E’ un accorgimento importantissimo per ottenere fritture croccanti e molto gustose. Per misurare la temperatura potete utilizzare gli appositi strumenti o semplicemente immergere un po’ di pastella nell’olio e verificare se frigge.

    Aggiungere vino bianco

    Un po’ di vino bianco è l’ideale per chi intende preparare la pastella dei Krapfen o di altri dolcetti fritti di piccole dimensioni. Mescolate in un recipiente la farina, un pizzico di sale, mezzo bicchiere di vino bianco, 2 cucchiai di grappa, aggiungete 1 tuorlo all’impasto, montate il bianco a neve e aggiungetelo per ultimo continuando a mescolare. Lasciatela riposare per mezz’ora.

    Aggiungere birra

    Se volete preparare dei fritti non eccessivamente pesanti o delle deliziose frittelle, vi consigliamo di aggiungere un po’ di birra alla pastella. E’ sufficiente preparare la pastella classica utilizzando acqua tiepida e un bicchiere di birra, quindi amalgamare il tutto con una frusta e lasciare riposare per mezz’ora. Nel frattempo dovrete montare 1 albume a neve e aggiungerlo all’impasto insieme a un cucchiaio di cognac.

    Utilizzare ghiaccio in fase di preparazione

    Se per la classica tempura giapponese è sufficiente ricorrere a ingredienti freddi, per ottenere una pastella molto croccante potrete aggiungere ai classici ingredienti del ghiaccio. Lo shock termico a contatto con l’olio bollente farà in modo che gli alimenti risultino meno unti favorendo la formazione dell’invitante crosticina.

    Aggiungere un solo albume per friggere qualunque alimento

    Un altro trucco per migliorare la pastella consiste nell’aggiungere all’impasto un albume montato a neve lasciando riposare in frigorifero finchè lo utilizziamo. Basterà passare gli alimenti nella pastella fredda e immergerli subito in olio bollente, quindi lasciarli raffreddare su carta assorbente.