Festa di Halloween: i film horror per una festa in casa

da , il

    Festa di Halloween: i film horror per una festa in casa

    La festa di Halloween può essere festeggiata anche in un locale, ma in casa è molto più caratteristica. Dopo aver decorato casa con spettri, zucche e pipistrelli, dopo aver cenato con cervelli, serpenti e quant’altro, la serata va conclusa secondo la tradizione, cioè con uno (o più) film horror. In occasione di Halloween si è soliti rispolverare vecchie glorie del genere, ma a volte qualche novità non guasta. Vediamo quali sono le pellicole più indicate per passare una notte di orrore a casa, durante la festa di Halloween.

    Halloween (1978)

    Il capolavoro del maestro John Carpenter è leggenda: musica terrorizzante, atmosfera cupa, poca violenza rispetto agli altri film del genere, ma tanta tensione, e soprattutto una storia terribile. Una giovanissima Jamie Lee Curtis, insieme ad altre due compagne di classe, passerà la notte di Halloween più spaventosa della sua vita, cercando di sfuggire alla follia omicida di Michael Myers, un killer psicopatico scappato dal manicomio e inseguito dal suo dottore.

    Venerdì 13 (1980)

    Il primo di un lungo, e pressoché interminabile, filone, vede uno spietato assassino sterminare un campeggio di ragazzi presso un lago. Dietro tanta ferocia sembra esserci la vendetta per l’atroce morte del piccolo Jason Voorhees, annegato dopo aver subito atti di bullismo. Un cult per gli amanti del genere horror.

    Profondo Rosso (1975)

    Dario Argento firma un capolavoro generazionale. Profondo Rosso è un giallo, un thriller in realtà, ma ha tutte le carte in regola per spaventare come un film dell’orrore: musica strepitosa, ambientazioni angoscianti, tensione altissima e personaggi al limite della sanità mentale. Il tutto racchiuso in una trama esaltante. Un giovane musicista assiste impotente ad un omicidio, senza riuscire a vedere l’assassino; inizia allora ad indagare e scoprirà una verità agghiacciante, mentre le persone che lo circondano iniziano a morire.

    Nightmare (1984)

    Ancora un classico, ancora un regista che ha fatto scuola: Wes Craven. Nightmare si basa sulla figura, divenuta cult, di Freddy Krueger, caratterizzata dalla faccia ustionata e dal guanto dotato di lame. Freddy Krueguer tormenta il sonno degli adolescenti di una tranquilla cittadina americana, apparendo loro in sogno e uccidendoli realmente. Un incrocio tra realtà e dimensione onirica che trascina e terrorizza lo spettatore.

    La sposa cadavere (2005)

    Per i più piccoli, invece, il consiglio è quella di proiettare questa bellissima fiaba gotica, firmata Tim Burton, autore di Nightmare Before Christmas (altra scelta consigliata). Johnny Depp ed Emily Watson sono tra le voci illustri che doppiano i pupazzi in plastilina animati.