Insonnia nei bambini: rimedi naturali per curarla

da , il

    Insonnia nei bambini: rimedi naturali per curarla

    Durante i primi mesi di vita del bambino è normale che si svegli più volte in una notte, tutt’altro però è l’insonnia nei bambini. Rimedi naturali per curarla ce ne sono di vario genere a partire dalle abitudini rassicuranti da proporre prima di andare a dormire fino alle essenze, il bagnetto e molto altro. Solitamente l’insonnia colpisce i bambini che soffrono di iperattività che alcune volte è considerato un vero e proprio disturbo per la salute del bambino. Vediamo come fare per risolvere un problema che non mette a repentaglio solo la tranquillità dei più piccoli, ma anche dei poveri stanchissimi genitori.

    Spesso l’insonnia colpisce i bambini che soffrono di iperattività quindi, non solo i genitori saranno impegnatissimi durante il giorno ma anche durante le ore notturne. Se i genitori riposano poco o nulla, secondo recenti ricerche fatte in Inghilterra, anche la crescita e l’educazione dei bambini ne risentirebbe. Ecco perchè proviamo a risolvere il problema con dei rimedi naturali, eccoli di seguito.

    Rituali prima di dormire: questo è un fattore molto importante, il bambino sta scoprendo il mondo e sapere che ci sono delle certezze lo rassicurerà. Dormire, chiudere gli occhi per un bambino è un po’ come abbandonare tutto in un istante, è per quello che hanno paura di farlo, ma se li accompagneremo con amore e tranquillità fino a quel momento, impareranno col tempo ad apprezzarlo. Le abitudini che potrete proporgli sono una favola prima di dormire, salutare le persone in casa prima di dirigersi in camera da letto, salutare tutti i pupazzetti della cameretta, cantare una dolce melodia, una ninna nanna, accendere sempre la stessa lucina di fianco al lettino. L’importante sarà ripetere sempre lo stesso, resterete meravigliate quando vedrete quanto apprezzerà le vostre attenzioni.

    Andare a letto non è un castigo: non far passare mai questo messaggio altrimenti, ovviamente il bambino vedrà il dormire come una cosa brutta e non la farà mai con piacere. Dormire è quasi un premio per tutto quello che si è fatto di buono durante il giorno, è un momento di riposo che servirà per divertirsi ancora di più il giorno successivo.

    L’alimentazione: per prima cosa non dare troppo zucchero la sera. Cose tipo la cioccolata e le bibite hanno tutte troppi edulcoranti e potrebbero farli diventare nervosi o eccitati. Ovviamente sarà vietata anche la caffeina che può ostacolare un buon sonno anche per un massimo di 18 ore. A favorire il sonno potrebbe essere un biberon di latte caldo anche bevuto nel lettino, rassicurerà il bambino.

    Olii essenziali e integratori: se proprio queste abitudini non dovessero avere alcun effetto potrete provare mettendo una goccia di olio essenziale alla lavanda nella vasca da bagno oppure spruzzarne pochissimo nella stanzetta. Anche degli integratori naturali appositi potranno fare effetto.

    Ricordate che i bambini spesso non dormono non perchè non hanno sonno ma perchè ne hanno forse troppo e queindi il nervosismo non li farà addormentare. Se fosse così provate a prevenire il momento del sonno e a leggergli una storia con calma prima che si innervosiscano.

    Se poi il bambino si sveglierà spesso durante la notte non lo svegliate ancora di più cambiandolo, o facendo attività che fate durante i giorno, mettetegli piuttosto una mano rassicurante sul pancino, accarezzategli la testa, mostratevi dormienti, ci sono diverse tattiche da utilizzare, l’importante è che gli facciate capire che la notte si dorme ed è bello farlo. Se farete tutto questo avrete di certo tentato il possibile, se non avrà funzionato rivolgetevi al pediatra che vi darà degli ulteriori suggerimenti magari però di natura farmacologica.