Violenza sui bambini: 1 bambino su 5 è vittima di abusi in Europa

da , il

    A seguito di alcuni allarmanti dati riportati online dal Consiglio d’Europa e da associazioni che lottano ogni giorno contro la violenza sui bambini e contro la pedofilia, vi paliamo di nuovo di questa piaga sociale terribile perchè uno dei modi più efficaci per andare contro queste atrocità è crescere i bambini con attenzione e amore e sapere cosa dire e a chi rivolgersi in caso di dubbi.

    Solo nel 2011 le segnalazioni segnano un + 48,11% e i principali responsabili sono i social network.

    Nel 2011 abbiamo inviato 1.175 protocolli ufficiali – afferma Don Di Noto, responsabile dell’associazione Meter contro la pedofilia – Questi hanno indicato migliaia fra siti contenenti foto e video di bambini e adolescenti sfruttati sessualmente, social network usati per scopi illeciti, indirizzi email di sospetti pedofili’.

    Nel 2011 sono stati censiti 20.390 siti internet, dei quali 140 italiani e ben 1087 nei social network. La maggioranza delle segnalazioni (94,3%) arriva dai domini web, mentre i social network toccano il 5,3%. Il resto è appannaggio delle email e BBS, ormai poco usate.

    Secondo i dati forniti da Consiglio d’Europa almeno 1 bambino su 5 sarebbe vittima di abusi, questo vuol dire, in poche parole, che in una classe di 25 bambini almeno 5 sarebbero vittima di pedofilia.

    Il dato più preoccupante, esattamente come per la violenza sulle donne, è che questo tipo di abusi avvengono in gran parte tra le mura domestiche.

    Ma come combattere questa terribile piaga? Ecco diversi consigli diffusi da associazioni ed istituzioni:

    - Parlare con i bambini, per i bambini certi argomenti sono meno difficili e imbarazzanti che per noi;

    - Trasmettere al bambino che fidarsi di se stessi è fondamentale e che noi saremo sempre dalla loro parte, possono parlare con noi di cose che non li fanno sentire a loro agio anche se gli viene detto di non paralre;

    - Fargli capire dunque, nella vita di tutti i giorni, che noi siamo dalla loro parte;

    - I bambini devono essere informati che esistono figure professionali che possono assisterli (insegnanti, assistenti sociali, difensori civici, dottori, psicologi scolastici, polizia) e che ci sono linee telefoniche speciali a cui i bambini possono chiedere consulenze ed aiuto.

    Una risorsa molto utile per i genitori che vogliono ricevere consigli utili per combattere e prevenire la pedofilia e la violenza sui bambini la potete trovare sul sito del Consiglio D’Europa: Qui non si tocca.

    Ecco il video di Qui non si tocca.