Tom Ford intervista a gambe aperte

da , il

    Tom Ford intervista a gambe aperte

    Ha da sempre creato eccitazione, acceso vogliosità recondite, estasiato donne e uomini con il suo charme da fuoriclasse. In ultimo, ma non sarà di certo l’ultima, è stato intervistato… nudo. Tom Ford, con classe ed eleganza, ha dimostrato e spiegato che la nudità maschile non è volgare, che è cosciente del suo corpo, consapevole delle sue forme e si sente a suo agio così, come mamma l’ha fatto. Non ci importa se desta scandalo o ribrezzo, se risveglia i sensi e la sensualità innanzitutto, a noi Tom For ci piace così, provocante e indiscusso.

    Tom Ford aspettava a casa sua il giornalista che gli avrebbe dovuto fare un’intervista un po’ fuori dagli schemi, anzi per meglio dire, fuori dai vestiti. In fondo lo stilista lo aveva avvisato: Tom in casa gira nudo, per lui gli abiti sono solo un intralcio. Il giornalista ha comunque accettato lo stesso di realizzare l’intervista la quale Tom ha raccontato all’Interview Magazine. Leggete un po’ quello che il fashion designer ha rivelato.

    Tom Ford racconta la sua intervista a gambe aperte

    Qualcuno di recente mi ha chiesto che cosa ne pensassi del nudo maschile, ed io ho gli ho fatto presente che, nella nostra cultura, usiamo il nudo femminile per vendere qualsiasi cosa. Non abbiamo problemi a mercificare le donne. Le donne escono di casa praticamente senza niente addosso. Piedi nudi, gambe scoperte, seni al vento. Possiamo vedere tutto di loro, le braccia, il collo. Per essere considerata bella come donna, nella nostra cultura, devi essere davvero perfetta fisicamente. Ma il nudo frontale maschile per noi è ancora una sfida. Innervosisce sia uomini che donne.

    […] Il giornalista era davvero in forma. Ad ogni modo, abbiamo fatto l’intervista. Lui era etero, e per me era molto importante desessualizzare questa esperienza anche se ero seduto con le gambe aperte, completamente nudo. Alla fine dell’intervista ho indossato una vestaglia e lui si è rimesso i suoi vestiti, mi sono seduto vicino a lui sul divano e gli ho chiesto: ‘Ci hai trovato qualcosa di sessuale?’ e lui ha detto: ‘Assolutamente no’. ‘Questo è perché io non ho reso questa esperienza sessuale. La sessualità è negli occhi, è un’espressione, è uno sguardo’. Allora ad un certo punto l’ho guardato in maniera diversa, e a quel punto è diventato un po’ nervoso.

    E l’intervista termina qui. Il giornalista nervoso, ma nervoso da cosa?

    Oh Tom, tu sì che sai come far strisciare ai tuoi piedi uomini e donne. Non sappiamo che fine ha fatto il giornalista, cosa c’è stato dopo e se c’è stato un dopo resta un mistero, intanto noi vorremo che ce ne fosse svelato un altro: sarà vero che Tom Ford collaborerà con H&M?