Addominoplastica: prezzi ed effetti collaterali

da , il

    Addominoplastica: prezzi ed effetti collaterali

    L’addominoplastica è l’intervento chirurgico necessario per rimodellare la pancia dopo la gravidanza, in seguito ad un dimagrimento imponente, o anche a causa di una predisposizione genetica che ha portato i muscoli e la pelle dell’addome a rilassarsi precocemente o semplicemente con l’invecchiamento. Cerchiamo insieme di capire bene in cosa consiste e quali sono i prezzi.

    Addominoplastica

    L’addominoplastica, nonostante l’invasività, è uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti in assoluto e consiste nella rimozione della pelle in eccesso, degli accumuli di adipe e delle smagliature oltre che nella restituzione ai muscoli addominali della fisiologica tonicità. Non ha però nulla a che vedere con gli interventi chirurgici anti obesità. Nella maggior parte dei casi, il rimodellamento non è limitato alla pancia, ma coinvolge anche il pube, i fianchi ed addirittura la schiena. A seconda della situazione, l’intervento chirurgico si può fare in regime di day hospital o con un ricovero di 3-4 giorni; l’anestesia al contempo potrà essere totale, epidurale o può bastare anche una sedazione. L’incisione viene praticata all’altezza del pube e/o intorno all’ombelico. Da qui si asporta tutto il tessuto in eccesso. Chiaramente rimangono delle cicatrici, comunque poco visibili data la posizione. Dopo l’intervento saranno messi dei drenaggi, rimovibili anche in 48 ore, mentre una fasciatura elastica di compressione andrà mantenuta per almeno un paio di settimane. Dopo 7 giorni si può comunque tornare a fare le comuni attività (anche se sarebbe meglio evitare il sollevamento pesi). Questa operazione non è una prerogativa delle donne: comune anche l’addominoplastica maschile.

    Prezzi

    I prezzi dipendono da diversi fattori: dal chirurgo plastico che si sceglie, dalla struttura dove si esegue l’intervento e dalla tipologia del medesimo. In media si può parlare di un costo che oscilla tra i 6,000 e gli 8,000 euro. Trattandosi di un intervento meramente estetico, non è offerto dal servizio sanitario nazionale, se non in casi rari. Quali?

    Addominoplastica gratuita

    Pazienti ex obesi gravi, possono richiedere l’addominoplastica convenzionata con il SSN (e dunque gratuita) laddove il rimodellamento sia considerato come parte integrante di una terapia anti obesità, previa visita specialistica che ne attesti la necessità sia a livello emotivo –psicologico, che fisico. In questi casi non si parla più di chirurgia plastica estetica, ma ricostruttiva. Gli interventi in convenzione si fanno chiaramente negli ospedali, in ricovero ordinario ed anestesia totale.

    Effetti collaterali

    Come tutti gli interventi chirurgici anche rifarsi la pancia può avere i suoi effetti collaterali, ma sono i soliti di ogni altra operazione di questo tipo: gli edemi ed il gonfiore (fisiologici, che vengono ridotti al minimo anche con il bendaggio) e le cicatrici. Queste sono difficilmente visibili, come evidenziavamo, ma comunque necessarie ed indelebili: se si è soggetti a cheloidi occorre parlarne preventivamente con il chirurgo. Tra le complicanze: seppur rare, sanguinamento o emorragia post operatoria o infezioni.