Cos’è la MOC? In cosa consiste l’esame?

Cos’è la MOC? In cosa consiste questo esame? La MOC, cioè la Mineralometria Ossea Computerizzata, è un esame di cui ci si avvale per misurare la quantità di calcio presente nelle ossa. Si tratta, dunque, di un esame fondamentale, che permette alle donne di verificare se stanno sviluppando l’osteoporosi. E’ un esame che non richiede una preparazione particolare, ma generalmente viene consigliato di privarsi dei vestiti. Ma, come avviene questo esame? Con quali tecniche?

da , il

    Cos’è la MOC? In cosa consiste l’esame?

    Cos’è la MOC? In cosa consiste questo esame? La prevenzione, si sa, è necessaria, anche se spesso viene trascurata dai più. Sottoporsi a controlli periodici, invece, è di fondamentale importanza. Altri esami, poi, vengono consigliati solo su prescrizione medica, quando è necessario compiere indagini approfondite rispetto ad un problema, perché si manifestano alcuni sintomi. La MOC, più in particolare, cioè la Mineralometria Ossea Computerizzata, è un esame che permette di misurare la quantità di calcio presente nelle ossa e, di conseguenza, verificare se si è a rischio di osteoporosi, una patologia tutta al femminile, che si manifesta soprattutto dopo la menopausa. Ma, come avviene questo esame? Come prepararsi?

    Cos’è?

    La MOC è un esame diagnostico che permette di valutare la quantità di calcio presente nelle ossa. Più nello specifico, misura la densità in sali minerali dell’osso. In questo modo, dunque, si riesce a capire se sta avanzando l’osteoporosi, una patologia che colpisce molte donne in menopausa. Questo esame può essere eseguito in diversi modi, impiegando ultrasuoni su ossa di piccole dimensioni, effettuando una TAC (a livello delle vertebre lombari) oppure utilizzando altre apparecchiature specifiche.

    In cosa consiste?

    Generalmente, comunque, la MOC viene eseguita facendo sdraiare il paziente su un lettino, dove lo strumento di emissione dei raggi X, situato sotto il materassino, è accoppiato a un braccio mobile che contiene il rilevatore dei raggi e che scorre lungo il corpo. Si tratta di un esame del tutto indolore e che non arreca alcun fastidio. Ma, come vestirsi per effettuare una MOC?

    Come si fa la MOC da vestiti

    La MOC non richiede una preparazione particolare, ma generalmente è consigliato effettuarla in intimo (viene raccomandato di togliere il reggiseno con i ferretti). Non è consentito tenere altri oggetti, come gli orologi o i gioielli. La paziente viene quindi fatta sdraiare a pancia in su e una macchina scorre a circa 70 cm sopra di lei.

    Quanto dura?

    La MOC è tra gli esami e i controlli medici più semplici. Dura in tutto non più di cinque minuti, se si esclude il tempo per fornire al paziente le indicazioni su come spogliarsi e come sdraiarsi sull’apparecchiatura. E’ anche un esame sicuro e senza rischi, che non ha controindicazioni particolari.

    MOC, tutti i valori

    La Mineralometria Ossea Computerizzata (o più semplicemente MOC) mira ad indagare lo stato di mineralizzazione delle ossa. Per la definizione del quadro diagnostico si utilizzano due indici: il T-score e lo Z-score. Un valore negativo di T-score e Z-score indica che il soggetto è sotto la media: più lo è e maggiori sono i rischi di fratture ossee. Generalmente il T-score viene utilizzato, come parametro, in soggetti di età superiore ai 30 anni, mentre lo Z-score viene usato in soggetti da 0 a 30 anni.

    Considerando le indicazioni dell’OMS rientrano nella norma tutti coloro in cui il T-score è non inferiore a -1. Gli altri valori sono riportati in tabella:

    T-score Diagnosi
    tra -1 e -1,5 osteopenia iniziale
    tra -1,6 e -2,5 osteopenia
    < a -2,5 senza fratture osteoporosi
    < a -2,5 con fratture osteoporosi severa