Dieta per cardiopatici: i cibi per rinforzare il cuore

Quale dieta devono seguire i cardiopatici? Quali sono i cibi per rinforzare il cuore? La dieta è fondamentale, non solo per prevenire i problemi al cuore, ma anche per aiutarsi ad alleviarli o non peggiorarli. Chi è cardiopatico, ad esempio, dovrebbe consumare più pesce che carne. E, i cardiopatici, devono seguire generalmente una dieta equilibrata e ben bilanciata. Ma, quali sono i cibi consigliati?

da , il

    le noci cuore

    Quale dieta devono seguire i cardiopatici? Quali sono i cibi per rinforzare il cuore? Chi ha problemi al cuore lo sa bene, perché sicuramente il medico ha dato indicazioni in merito. La dieta è fondamentale, non solo per prevenire i problemi al cuore, ma anche per aiutarsi ad alleviarli o non peggiorarli. Va premesso che, chi è cardiopatico, dovrebbe evitare di prendere troppo peso, perché spesso il sovrappeso è la fonte degli sforzi cui è sottoposto il muscolo cardiaco. I cardiopatici, dunque, devono seguire una dieta equilibrata e ben bilanciata, che apporti tutti i nutrienti necessari, senza appesantire la digestione. Ma, quali sono i cibi consigliati per la prevenzione?

    Proteine

    il salmone cuore

    Le proteine non possono mancare neppure in una dieta per cardiopatici in sovrappeso, né in una dieta per infartuati. Tuttavia, vanno scelte con cura. Le uova non vanno consumate per più di due volte alla settimana, così come le carni rosse e gli insaccati, che possono essere fortemente limitati dal medico. Meglio, comunque, preferire le carni magre. Ancora, le proteine possono essere assunte dai legumi. Tra i cibi che più rinforzano il cuore vi è il pesce, si consiglia di consumarlo 2-4 volte a settimana, meglio se al vapore o al forno. 

    Frutta e verdura

    il radicchio rosso

    La frutta e la verdura non possono mancare in una dieta per cardiopatici, a maggior ragione se si tratta di una dieta dimagrante per cardiopatici. Il consumo di frutta e verdura, dunque, deve essere costante, per depurare l’organismo e non appesantire la digestione. Così facendo, non si sottoporrà a sforzo neppure il cuore. Inoltre la frutta e la verdura integrano l’apporto di liquidi, che per il cardiopatico non dovrebbe mai essere inferiore a un litro e mezzo di acqua al giorno. Tra le verdure più consigliate, il radicchio rosso, soprattutto se mangiato crudo, in insalata o in pinzimonio. Da consumare anche tutti i giorni. Per quanto riguarda la frutta secca, tra i cibi che rinforzano il cure, le noci, da gustare al naturale a colazione o come spuntino.

    Carboidrati

    il pane integrale

    I carboidrati vanno assunti dai cardiopatici, ma con moderazione. Meglio preferire i cereali integrali, quindi anche la pasta ed il pane integrali. Non è solo necessario limitare le quantità, vanno vanno anche conditi nel modo giusto: meglio scegliere le erbe, le spezie e l’olio extravergine di oliva. Infine, va drasticamente ridotto il consumo di sale, che non è salutare per l’apparato cardiovascolare. Questa raccomandazione vale, a maggior ragione, per la dieta per cardiopatici obesi ed ischemici. Chiaramente, quelle fornite sono solo indicazioni generali ed è sempre e solo il medico che deve seguire la dieta del cardiopatico. A grandi linee, però, a colazione, pranzo e cena non dovrebbero mancare certe accortezze.

    Colazione

    spremuta arance cuore

    Anzitutto, la colazione, deve comprendere cibi specifici per rafforzare il cuore, come le noci. Occorre preferire cibi ricchi di fibre, quali i cereali, che aiutano la digestione, anziché appesantirla. Una spremuta di agrumi o di altro frutto, fatta in casa, non dovrebbe mai mancare! Via libera, quindi ad arance, mandarini e pompelmi, ma anche ad un buon succo di carota o ananas! In alternativa, si possono consumare uno o due frutti freschi.

    Pranzo

    olio oliva cuore

    Anche il pranzo del cardiopatico deve essere leggero. E’ necessario, però, consumare almeno una porzione di carboidrati. L’ideale è la pasta integrale, condita con del pomodoro o altro condimento leggero. I condimenti, infatti, non devono essere troppo grassi. Evitate sempre il burro e preferite l’olio extravergine di oliva, meglio se a crudo.

    Cena

    pollo cuore

    Per la cena si può optare per un bel piatto a base di carne; meglio preferire quelle magre, da accompagnare ai legumi oppure alle verdure grigliate o cotte al vapore. Anche le verdure fresche sono ottime. In alternativa, il pesce, ricco di Omega 3, aiuta a rinforzare tutto il sistema cardiovascolare. Per condire, invece, si può ricorrere alle spezie ed alle erbe, anziché al sale. Come anticipato, comunque, quelle fornite sono solo indicazioni generiche ed è fondamentale, invece, che chi soffre di problemi al cuore chieda al medico indicazioni specifiche relative alla dieta da seguire.