Dieta per dolori mestruali: cosa mangiare in caso di forti crampi

da , il

    Dieta per dolori mestruali: cosa mangiare in caso di forti crampi

    I dolori mestruali colpiscono quasi tutte le donne, chi ne soffre di più e chi meno, in ogni caso dei piccoli fastidi in occasione del ciclo vengono a tutte ed è importante da sapere però che, oltre a medicine e infusi vari, è possibile cercare di rimediare a questi dolori anche con l’alimentazione, con una dieta specifica per far passare i dolori mestruali.

    In genere i dolori mestruali si manifestano con dolori al basso ventre o alla schiena, mal di testa, diarrea o costipazione, nausea e vomito, vertigini, gonfiore e tensione mammaria. I dolori mestruali però si possono attenuare anche con una corretta e mirata dieta, ecco gli alimenti che possono aiutarvi a sentirvi meglio e quelli che acuiscono il dolore e i crampi mestruali.

    Alimenti e bevande da evitare durante le mestruazioni

    • Caffè e alcol: riducono l’assorbimento del magnesio considerato il minerale più importante, atto a ridurre l’intensità delle contrazioni dell’utero;
    • Cibi troppo grassi;
    • Cibi troppo salati;
    • Carni rosse.

    Alimenti che attenuano i dolori mestruali

    • Pesce azzurro: è ricco di omega-3, acidi grassi che riducono l’intensità dei crampi mestruali.
    • Fiocchi d’avena: contengono vitamina B1 o tiamina. Queste sostanze si trovano anche nel lievito di birra secco, nel germe di grano, nelle arachidi, nella crusca, nella pasta integrale, nei semi di soia, nei pistacchi, nelle lenticchie e nelle noci.
    • Semi di lino: questi limitano il rilascio di alcune prostaglandine responsabili dei crampi mestruali. Sarebbe opportuno consumare 1/2 cucchiai al giorno di semi di lino macinati con acqua o anche usati per condire l’insalata.
    • Semi di girasole crudi: sono ricchi vitamina E, riducono i dolori durante il periodo delle mestruazioni. La vitamina E si trova anche nell’olio di germe di grano, olio di girasole, olio di palma, olio di semi d’uva, olio di sesamo, arachidi, mandorle dolci, olio vergine di oliva, arachidi, pinoli, prezzemolo secco, salvia, rosmarino secco, timo secco, tonno in olio, passata di pomodoro, uova di pollo, avocado e noci.
    • Semi di sesamo crudi: contengono grandi quantità di calcio. Il calcio dà sollievo durante le mestruazioni e si trova anche in basilico, salvia, timo, prezzemolo, menta secca, broccoli, parmigiano, cannella, formaggi, alghe, sardine sott’olio, ortiche, broccoli al vapore, spinaci, mandorle, fichi, tarassaco crudo, pistacchi, tuorlo d’uovo, bollito fagioli rossi, il latte scremato, fichi secchi, noci.
    • Barbabietola rossa: questa infine contiene molto magnesio, minerale in grado di ridurre l’intensità delle contrazioni dell’utero durante le mestruazioni. Altri alimenti ricchi di magnesio sono gli spinaci cotti, ceci cotti, albicocche secche, fagioli bianchi e rossi cotti, mais bollito, broccoli, tarassaco crudo, patate al forno, noci, semi di girasole, mandorle, fichi, fichi secchi, prugne, banane.