Frutta autunnale, quale mangiare per dimagrire e ricaricarsi

da , il

    Frutta autunnale, quale mangiare per dimagrire e ricaricarsi

    Se pensate che la frutta autunnale non sia sfiziosa e colorata come quella estiva, leggete questo articolo e vi ricrederete! Visto che l’autunno è ufficialmente arrivato anche sulle nostre tavole oggi vedremo quali frutti di stagione sono ammessi nella dieta e quali hanno benefici sul fisico e l’umore.

    Ridurre la frutta autunnale a mele, pere e mandarini è molto limitativo e non renderebbe giustizia ad una varietà naturale che certamente non richiama la “natura morta”. Va fatta in ogni caso una selezione perché non tutti i frutti di stagione possono essere ammessi nel menù di chi è a dieta, anche se questi hanno comunque proprietà benefiche per il corpo e la mente.

    I frutti autunnali che ci fanno belle

    Alcuni frutti della stagione autunnale hanno proprietà antinvecchiamento e aiutano a mantenere la pelle giovane. Rientrano in questa categoria i mandarini, i cachi, il melograno e la zucca. Grazie ai pigmenti che contengono, aiutano a dare luminosità al viso e conferiscono elasticità alla pelle. Gli antiossidanti inoltre contrastano i radicali liberi e quindi rallentano l’invecchiamento della pelle. Da questo punto di vista anche l’uva e i kiwi sono alleati della bellezza.

    I frutti autunnali ammessi nella dieta

    Sei a dieta in autunno? Non rinunciare alla frutta ma scegli solo quella meno calorica. Questo non vuol dire limitarsi alle classiche mele e arance.

    Le pere ad esempio sono utili per limitare l’assimilazione degli zuccheri, regolarizzare l’intestino e ridurre il colesterolo.

    Assolutamente promosso nelle diete è il melograno: poiché contiene molti antiossidanti e fitoestrogeni e di potassio favorisce la diuresi e aiuta a dimagrire . Ma non solo: la polpa è ricca di fibre mentre il succo favorisce la circolazione sanguigna.

    I Kiwi sono a basso contenuto calorico e sono ottimi alleati contro la stipsi. Sono infatti considerati dei veri e propri lassativi naturali. Non molti sanno inoltre che il kiwi è ricco di vitamina C (il doppio di quella delle arance).

    I cachi sono in forse: è vero che contengono molti zuccheri e quindi non bisogna abusarne ma hanno anche proprietà diuretiche e lassative.

    La frutta autunnale troppo calorica per chi è a dieta

    Come è noto la frutta secca è particolarmente calorica e dunque sconsigliata per chi è a dieta. Le castagne in particolare, contengono molti carboidrati complessi e quindi vanno consumate con moderazione. Usatele saltuariamente come alternativa al pane o alla pasta. Sono molto utili per combattere la stanchezza grazie alla percentuale di vitamina B.

    E poi c’è la regina della frutta autunnale: l’uva. L’uva, in particolare quella nera, ha molti benefici per la salute: aiuta a mantenere la pelle giovane e migliora la qualità del sonno. Ma è anche parecchio calorica e spesso viene sconsigliata nelle diete.