Smalto vecchio, NON azzardarti a gettarlo: puoi riutilizzarlo così | Che genialata

Non esiste donna al mondo, che non sia appassionata di smalti. Chiunque ne ha tantissimi nel beauty e nonostante questo pensa di non averne mai abbastanza.

Smalto secco
Smalto vecchio – donna.nanopress.it

Li acquistiamo di mille colori e sfumature, eppure andando in negozio si nota sempre una tonalità mancante e così sì collezionano boccette su boccette che nemmeno si utilizzano, perché ciò che conta è averli.

Solitamente si finisce per scegliere sempre le stesse tonalità. Tutte le altre magari vengono stese una o due volte, non piacciono o sono difficili da abbinare, così vengono messe da parte e dimenticate. Così facendo, gli smalti asciugano. Ciò che scegliamo di fare è gettarli via, perché non essendo più fluidi come prima, non ha senso tenerli dentro il beauty.

Come riutilizzare lo smalto per unghie

È bene sapere che lo smalto per le unghie, di qualunque colore esso sia, quello che amavamo, quello che non abbiamo mai messo, quello che non sapevamo mai come abbinare prima che si asciugasse, può avere una seconda vita.

smalto-Donna.nanopress.it

Lo smalto, può essere riutilizzato come una vernice, per personalizzare per esempio la bijotteria, gli specchi, i portagioie, oppure per dipingere le delle chiavi per riconoscerle subito nel mazzo.

Decorazioni con lo smalto

Lo smalto vecchio può tornare utile anche per decorare il vetro, per creare le lampade che fanno giochi di luce. Per creare queste lampade, basta dipingere i vasetti di vetro dall’interno oppure dall’esterno. È importante però che abbiano un’imboccatura grande abbastanza per inserire al loro interno una candelina tea light. Possono fare al caso proprio i barattoli della marmellata o dei legumi precotti.

smalto-Donna.nanopress.it

Torna utile anche lo smalto trasparente, sia base che top coat. Questi due in genere quando stanno per finire, diventano un po’ più densi e difficili da stendere. Ma ecco il metodo che permette di consumarli fino alla fine. Si possono usare gli smalti trasparenti per fermare le smagliature dei collant oppure per rivestire di uno strato protettivo la bijotteria evitando che scurisca entrando a contatto con la pelle e con il sudore.

Rigenerare lo smalto indurito

Ma attenzione perché se si vuole continuare ad usare lo smalto, che però è indurito, si può anche provare a rigenerarlo e non necessariamente utilizzarlo in altri mille modi.

Ovviamente qualunque smalto appena aperto è fluido e si sente bene, in una sola passata. Appena trascorre qualche giorno, diventa duro, difficile da stendere e una volta steso non è il massimo perché sembra abbia addirittura dei grumi.

smalto-Donna.nanopress.it

In questo caso, ci sono diversi metodi che consentono di dargli nuova vita. Il primo, prevede l’utilizzo di acqua bollente. Bisogna lasciare la boccetta di smalto indurito, chiusa, a mollo, dentro una bacinella di acqua molto calda, va bene sia quella del rubinetto, che quella scaldata al microonde, oppure dentro la pentola. Poi agitare lo smalto e verificare se è diventato più liquido. Se dovesse essere rimasto duro, denso, con grumi, insomma se non dovesse avere l’aspetto desiderato, ripetere l’operazione fino a quando non arriva alla densità voluta.

Alcol etilico per sciogliere lo smalto

Oltre al metodo dell’acqua calda, ce n’è un secondo molto interessante che prevede l’utilizzo dell’alcool etilico, basta aggiungerne un paio di gocce magari aiutandosi con un bastoncino di cotone imbevuto e andare a mescolare energicamente.

smalto-Donna.nanopress.it

Qualcuno utilizza al posto dell’alcol il solvente per le unghie, è una tecnica totalmente sbagliata. Utilizzando il solvente, primo impatto lo smalto sembra essere più fluido, in verità si rovina definitamente e poi può essere soltanto buttato perché appare sbiadito, opaco e non dura. Inoltre, si indurisce ancora prima dopo qualche apertura.