Come conservare le erbe aromatiche fresche per usarle tutto l’anno

Conservare le erbe aromatiche è un ottimo trucco per avere sempre a portata di mano gli aromi e i condimenti che daranno maggiore gusto e profumo a tutte le vostre pietanze. Dalla salvia al basilico, passando per il prezzemolo e il rosmarino, è bene conoscere tutti i modi per usare questi odori in ogni stagione dell'anno.

da , il

    come conservare le erbe aromatiche fresche

    Conservare le erbe aromatiche fresche è un modo utile per riuscire a usarle tutto l’anno. Semplici trucchetti che ogni buona massaia, e non solo, dovrebbe imparare a fare. Le erbe aromatiche, infatti, trovano davvero un ampio uso in cucina, non sempre possiamo adoperarle fresche ma possiamo imparare a conservarle così da preservarne l’aroma e le proprietà. Esistono diversi modi per farlo, dal riporle in congelatore già lavate e pulite, all’essiccazione.

    Come conservare il basilico

    come conservare le erbe aromatiche basilico

    Il basilico può essere conservato in diversi modi, sia in frigorifero che in congelatore. Per quanto riguarda la conservazione in frigorifero, basta inserirlo con tutto il gambo all’interno di bustine di plastica per gli alimenti. Ricordate che in questo caso il basilico resterà intatto solo per alcuni giorni.

    Al contrario, per conservare il basilico in congelatore è necessario tagliare diagonalmente i gambi e riporre le foglie sciacquate e asciugate all’interno di un contenitore di vetro o un semplice barattolo in plastica.

    Ma non è tutto, perché questa erba aromatica si conserva benissimo anche sott’olio. Come fare? Basta soltanto chiudere le foglioline, precedentemente pulite, in vasetti con sale grosso e olio di oliva; non vi preoccupate se il colore si scurisce leggermente, perché il sapore rimane fresco e integro. Questa tipologia di conservazione è ideale per condire le insalate estive e le zuppe invernali.

    Come conservare il rosmarino

    come conservare piante aromatiche rosmarino

    Il rosmarino è un’erba aromatica molto utilizzata in cucina e una delle più amate, in quanto è perfetta per preparare diverse pietanze, sia a base di carne che di pesce.

    Uno dei metodi più efficaci per conservare il rosmarino è di essicarlo.

    Come si procede? Basta prendere dei rametti freschi e unirli insieme, legandoli con uno spago a partire dalla base; dopo di ciò, il consiglio è di appendere il mazzetto di rosmarino a testa in giù in luogo fresco e ben asciutto. Si consiglia di scegliere un posto interno a casa, come il portico, in modo da evitare attacchi da parte di insetti o altri animali.

    Inoltre, per una migliore conservazione è bene coprire i rametti con un foglio di carta per alimenti, per proteggerli dalla polvere e dai raggi troppo diretti del sole.

    Come conservare la menta

    come conservare piante aromatiche menta

    La menta è una pianta aromatica molto delicata, per cui si consiglia di conservarla in frigorifero oppure in congelatore.

    Per quanto riguarda la conservazione nel frigorifero bisogna procedere per gradi; la prima cosa da fare è bagnare dei fogli di carta da cucina, con i quali si andranno ad avvolgere i rametti di menta, che in questo modo rimarranno sempre umidi e a contatto con l’acqua. Il consiglio è di avvolgerli orizzontalmente per evitare che si spezzino.

    Il passo successivo è di riporre tutto in frigorifero, all’interno di un contenitore con chiusura ermetica.

    Al contrario, se si desidera conservare la menta in congelatore è bene procedere lavando accuratamente tutte le foglie; successivamente, queste vanno ben asciugate con un panno da cucina pulito. Per la conservazione, vi consigliamo di riporle in un sacchetto per alimenti, oppure, all’interno dei contenitori per il ghiaccio.

    Come conservare il prezzemolo

    come conservare le erbe aromatiche prezzemolo

    Il prezzemolo è un’erba aromatica tra le più usate e versatili in cucina; ma come si conserva al meglio? Vi sono due semplici opzioni: il frigorifero oppure il congelatore.

    La prima opzione prevede il lavaggio accurato con acqua, rigorosamente fredda. Fatta questa operazione, è bene riporre il prezzemolo in frigorifero su di un piatto per alcuni giorni, in modo che si asciughi. Una volta asciutto è meglio inserire tutte le foglioline in un contenitore dalla chiusura ermetica.

    Invece, per conservare il prezzemolo in congelatore bisogna lavarlo in abbondante acqua fredda e asciugarlo accuratamente; dopo di che, potete tritare finemente tutte le foglioline e riporle in freezer all’interno di un contenitore in vetro o in plastica.

    Come conservare la salvia

    come conservare le erbe aromatiche fresche salvia

    Il metodo più classico e tradizionale per conservare la salvia è quello dell’essiccazione. Il periodo migliore per poter effettuare questo procedimento è l’estate.

    Quindi, prendete le foglie della salvia coltivata fresca e procedete con il lavaggio; successivamente, bisogna disporre le singole foglioline su un panno pulito per alcuni giorni, in modo tale che si asciughino bene.

    Infine, potete procedere con l’essiccazione disponendo il tutto in luogo fresco e asciutto.

    La salvia può essere anche congelata e posta in freezer all’interno di barattoli in vetro o in plastica.

    Ultimo procedimento per conservare questa erba aromatica è metterla sott’olio. Come? Basta lasciare i rametti sotto sale per una notte intera, in questo modo verrà rilasciata tutta l’acqua in eccesso.

    Il mattino seguente dovete strizzare la salvia, riporla in un barattolo di vetro con chiusura ermetica e ricoprirla con olio extra vergine di oliva.

    Questo procedimento è utile per avere subito pronto un buon condimento per la carne, il pesce oppure per le insalate fresche.

    Come conservare l’alloro

    come conservare piante aromatiche alloro

    L’alloro è una pianta aromatica molto usata in cucina, anche per la preparazione di gustose tisane digestive.

    Il metodo migliore per conservarlo è l’essiccazione. Vi consigliamo di prendere le foglie di alloro più grandi e di disporle su una teglia coperta di carta da cucina; lasciate il vostro raccolto in un luogo fresco e asciutto per almeno due settimane.

    Come conservare il timo

    come conservare piante aromatiche timo

    Per conservare il timo si può procedere in due modi differenti: in frigorifero oppure tramite l’essiccazione.

    Il primo metodo prevede semplicemente di avvolgere i rametti in una pellicola trasparente e riporli in un sacchetto di plastica da cucina.

    Per quanto riguarda l’essiccazione, invece, basta spargere su un piatto le foglioline di timo e lasciarle in un posto fresco e asciutto per qualche giorno.

    Il risultato? Timo essiccato e profumato, che potete riporre all’interno di un contenitore ermetico e utilizzare all’occorrenza.