Microonde zeppo di batteri, l’antico rimedio della nonna per pulirlo senza detergenti: fallo subito

Il microonde, è uno degli elettrodomestici maggiormente utilizzati in casa. La gran parte delle donne lo ritiene una vera e propria salvezza. Consente di preparare pietanze velocissime, di scaldare gli alimenti in pochi minuti: una valida alternativa al forno elettrico.

come pulire il micoonde
Micoonde pulito – Donna.Nanopress.it

Ovviamente come qualsiasi elettrodomestico, richiede cura e attenzione ogni volta che lo si utilizza. Alcune donne, si affidano ciecamente ai detergenti chimici, idonei alla pulizia del microonde, bisogna però sapere che sono aggressivi e pericolosi, non soltanto per il fornetto che alla lunga si rovina, ma anche per la salute dell’uomo.

Molti detergenti, non si sciacquano bene, quindi rimangono residui sulle pareti che potrebbero addirittura avvelenare il cibo durante la cottura. In realtà, per pulire il microonde, bastano dei prodotti naturali, che consentono di riavere il forno praticamente come nuovo.

Pulire in modo adeguato il forno a microonde eliminando i batteri e evitando le incrostazioni

Per pulirlo adeguatamente, bisogna seguire dei consigli semplicissimi. Usare il detergente giusto, al momento giusto è importante anche per eliminare i batteri o contrastarne la comparsa. Il microonde va pulito almeno una volta a settimana per questo motivo, oppure ogni volta che viene acceso per cuocere alimenti particolari.

Microonde-Donna.nanopress.it

Tutto cambia in base all’utilizzo che se ne fa e al cibo che è stato cotto. Se si tratta di cibo che causa schizzi, odori pesanti e forti che difficilmente vanno via, è il caso di rimediare subito anche perché con il trascorrere del tempo lo sporco si incrosta e difficilmente va via anche usando prodotti aggressivi. Tutto ciò che viene cotto dopo, rischia di avere lo stesso odore e sapore dei piatti preparati o scaldati in precedenza.

Se invece, si scaldano dei cibi che non sporcano, si può attendere una settimana e pulire il microonde una volta sola ogni sette giorni e quindi dopo diversi utilizzi.

Quali prodotti usare, la differenza tra quelli indicati nel libretto delle istruzioni e i rimedi antichi della nonna

Solitamente, nel libretto delle istruzioni sono indicati i prodotti migliori da usare per pulire il microonde, lì sono presenti tutti i dettagli che consentono di pulirlo bene, senza commettere errori, che a volte possono anche essere fatali. Spesso si tratta però di detergenti che costano molto.

Microonde-Donna.nanopress.it

Ecco che tornano utili i consigli e i rimedi della nonna, che richiedono l’utilizzo esclusivo di prodotti naturali, che possono essere usati in base alle esigenze o alla tipologia di sporco da contrastare. I detergenti naturali che seguono, possono tornare utili non soltanto per la pulizia del microonde, ma anche per la pulizia delle superfici e di altri elettrodomestici presenti in casa.

Il limone e l’aceto, due prodotti validi contro germi, batteri e sporco

Uno dei prodotti naturali più consigliati per la preparazione dei detergenti che si usano per la pulizia del forno, è il limone, che ha poteri sgrassanti incredibili, consente di eliminare il cattivo odore semplicemente mescolando dell’acqua con il succo di limone dentro una ciotola che si posiziona poi dentro il microonde acceso alla massima potenza, per 2 minuti. Poi si passa uno straccio umido, senza olio di gomito e strofinando appena, il forno a microonde sarà pulito, disinfettato e profumatissimo.

Microonde-Donna.nanopress.it

In alternativa si può utilizzare l’aceto, sgrassante proprio come il limone ma con un profumo sicuramente meno piacevole. Con l’aceto, si può creare una soluzione di acqua aceto e poi andare a strofinare le pareti con una spugna, va bene anche un panno spugna non ruvido. Anche in questo caso, i risultati saranno incredibili.

Il bicarbonato per lo sporco ostinato; la pulizia dei vetri

Infine, per lo sporco ostinato è consigliato usare il bicarbonato che si rivela essere un valido toccasana in qualunque situazione. Se ne versano due cucchiai dentro una ciotola con l’aggiunta di mezzo litro di acqua. Poi, si mescola e si posiziona il piatto dentro il microonde. Lo si aziona alla massima potenza per circa 5 minuti, poi con una spugna, si va a strofinare l’interno andando a rimuovere tutto lo sporco. Il trucchetto funziona bene soprattutto se si rispetta il tempo indicato.

Microonde-Donna.nanopress.it

Per quanto riguarda i vetri, si può utilizzare uno spray adatto a pulire dei vetri qualsiasi, basta uno straccio asciutto e qualche spruzzo del prodotto: il risultato sarà incredibile, il forno a microonde, tornerà proprio come nuovo.