Orchidea, d’estate soffre il caldo: se ti dimentichi di fare questo a settembre la ritrovi morta

Prima di andare in vacanza ricordati delle tue orchidee per non trovarle morte al ritorno. Ecco alcune cose da fare prima di partire.

Orchidee fiorite
Orchidee fiorite – donna.nanopress.it

Non dimenticarti delle tue orchidee prima di partire per le vacanze. Le orchidee sono delle piante che richiedono molto accortezze e se non si fa attenzione si può trovare la pianta morta al proprio ritorno della vacanze. Tutte le piante in generali richiedono una minima e regolare cura per far si che non si secchino e non muoiono.

Tuttavia le orchidee sono molto particolari, hanno origini tropicali ed sono famose per i suoi fiori colorati. Inizialmente erano considerate delle piante da élite. Avevano bisogno infatti di un clima particolare, determinate temperature e umidità. Oggi invece si trovano più varietà dell’orchidea e alcune che si adattano anche alle condizioni della vita europea. Sono diventate nel tempo piante più popolari e meno costose.

orchidea rosa
orchidea rosa – donna.nanopress.it

Calcola i giorni delle tue vacanze, se superano i 7 giorni dovrai chiedere a qualche parente o qualche amico di passare a casa tua per dare dell’acqua alla tua orchidea per far si che non soffra la sete durante l’assenza altrimenti qui ci sono dei suggerimenti su come preparare al meglio l’orchidea prima della tua partenza.

Ecco cosa fare con la tua orchidea prima di partire per le vacanze

Se la tua vacanza invece dura meno di 7 giorni la tua orchidea può rimanere a casa da sola ma è buona prepararla alla tua assenza con dei piccoli suggerimenti. Ecco cosa devi fare prima di partire, alcuni consigli:

  • innaffiarla dal basso: assicurati prima di partire di innaffiarla bene così da non farla soffrire. Per farle assumere tutta l’acqua possibile bisogna procedere per immersione. E basterà mettere l’orchidea in una bacinella con dell’acqua per almeno mezz’ora. In questo tempo la pianta attraverso i fori del vaso assorbirà l’acqua rimanendo umida per più tempo.
  • prendere più luce: solitamente l’orchidea è una pianta che ha bisogno di mezz’ombra e di non stare diretta alla luce solare. Qualche giorno prima di partire però è meglio lasciarla qualche ora alla luce del sole sempre indirettamente (per non rischiare di farla bruciare) per ‘ricaricarla’
orchidee
orchidee – donna.nanopress.it
  • non lasciarla al buio: le orchidee sono piante da interno ma richiedono la luce. Mai lasciarle qualche giorno senza luce perché le ritroverai morte. Attenzione a non chiudere tutte le imposte di casa prima di partire per le vacanze, almeno nella stanza dove ci sono le orchidee non abbassare completamente l’imposta per far passare la luce che servirà a non interrompere processo di fotosintesi della pianta.
  • dare uno stimolo energetico: un po’ di energia in più la terrà in vita durante la tua assenza. Il giorno prima di partire concimala utilizzando un fertilizzante. Meglio usarne uno a base di potassio, fosforo e azoto. Solitamente questo tipo va diluito in acqua e poi versato nella pianta.

Infine se la tua vacanza dura più di 7 giorni e non hai nessuno in città che possa passare per casa tua ti consigliamo il trucco del filo. Questo consiste nel prendere dei fili di cotone intrecciati e mettere una delle estremità nel terreno e l’altra in una bacinella d’acqua.

I fili intrisi d’acqua porteranno lentamente l’acqua a poco alla volta alla pianta che non soffrirà la sete in quei giorni. È un trucchetto utile per non lasciare completamente la tua orchidea senza acqua per giorni.