Sai come si sbucciano le castagne? In questo modo ci metterai pochissimo tempo

Sbucciare le castagne la maggior parte delle volte è faticoso, soprattutto se non si conosce il metodo giusto per farlo in pochi minuti, senza fatica e senza buttarne via la metà.

Sai come si sbucciano le castagne?
Sai come si sbucciano le castagne?-Donna.nanopress.it

Le castagne fanno parte dell’autunno, ci scaldano nei lunghi pomeriggi invernali, con un sapore avvolgente particolare che dà quel calore giusto, quel tocco in più ad una stagione particolarmente fredda.

Ad amarle sia da cotte che da crude sono particolarmente coloro che amano l’estate e le sue calde temperature. In generale sono i prodotti più attesi dell’anno perché hanno un gusto e un profumo tipico che ci fa stare bene. Nelle città del sud, l’odore delle castagne arrosto, non appena arriva il mese di Settembre inonda i quartieri deliziando olfatto e palato.

La castagna, componenti e vitamine che fanno bene all’organismo

La castagna è il frutto del castagno, ovvero un albero che si trova soltanto in alcune zone per esempio le zone montuose non troppo elevate. Diversamente dalle olive che richiedono procedimenti più laboriosi, le castagne possono essere raccolte anche dai piccoli, direttamente da terra, facendo attenzione.

castagne-Donna.nanopress.it

Contengono un carboidrato complesso, un amido che fa raggiungere il senso di sazietà facilmente, infatti un tempo la castagna era il cibo ideale di coloro che non potevano permettersi altro, ovvero delle classi povere. 

La castagna ha un contenuto minerale discreto, i livelli di potassio, zolfo, fosforo, magnesio, ferro e calcio sono molto alti. Se si gusta da cruda, si può anche assorbire una notevole quantità di vitamine, purtroppo durante il processo di cottura la vitamina C si disperde.

Chi può consumare le castagne e quando è consigliato farlo

Essendo che sono di origine vegetale, sono ricche di fibre e non hanno colesterolo per cui possono consumarle anche coloro che hanno problemi cardiaci. Vanno benissimo per una dieta per ipercolesterolemia, si consiglia di consumarne al massimo 40 grammi al giorno.

castagne-Donna.nanopress.it

Secondo quanto viene precisato dagli esperti, se non si vuole rinunciare al consumo di castagne, si devono mangiare come snack per lo spuntino la mattina oppure verso la metà del pomeriggio. Sono una bella fonte di energia, facilmente digeribili se consumate lontano dai pasti principali. Diversamente, possono dare qualche piccolo disagio. 

Come sbucciare le castagne in modo facile e veloce, il trucchetto che funziona sempre

Oggi si possono sfruttare per la preparazione di molte ricette, per esempio per i dolci e per i salati, poi si possono gustare anche da sole, sia da cotte che da crude, magari accompagnate con il vino rosso che dà quel tocco finale che non guasta. L’unica cosa che rovina un momento per certi versi magico, è il fatto che vanno sbucciate.

castagne-Donna.nanopress.it

C’è chi usa un coltello per farlo, chi le gratta, il risultato finale però non è mai quello che si aspetta, anzi spesso è deludente. In realtà ci sono dei metodi che consentono di ripulire le castagne sia da cotte che da crude in pochissimi minuti, senza fatica. Si possono per esempio sbucciare prima della cottura, in questo si deve usare l’acqua bollente. In alternativa, se si vuole facilitare la sbucciatura quando sono cotte si devono mettere in ammollo dentro l’acqua e aspettare un po’. Dopo sbucciarle sarà un gioco da ragazzi.

Poi si possono anche cuocere in arrosto, in questo caso si deve sfruttare l’umidità, quindi dopo la cottura si devono mettere dentro un canovaccio stretto e si devono lavare. Poi, si devono lasciare per una decina di minuti dentro, in questo modo la buccia va ad ammorbidirsi, infine si può procedere. Se si vogliono bollire, si deve aggiungere un pochino di olio all’acqua di cottura ed ecco che il problema sarà risolto.