Alimenti poveri di grassi saturi, per una dieta sana e leggera

olio d'oliva
olio d'oliva

Innanzitutto è da definire cosa sono i grassi negli alimenti e quali sono le diverse tipologie. Ci sono infatti dei grassi che sono indispensabili al nostro corpo e che spesso fanno anche molto bene, questi sono i grassi insaturi, ed altri invece che non fanno bene e che quindi sarebbe meglio evitare, questi ultimi sono i grassi saturi. Ma vediamo quali sono gli alimenti poveri di grassi saturi e quelli che invece ne contengono molti.

Un’altra piccola precisazione sui due diversi tipi di grassi è che quelli insaturi (quelli buoni), sono da considerare indispensabili al nostro organismo perché sostengono la produzione di energia e favoriscono la produzione delle difese immunitarie, sono poi anche molto utili a migliorare la salute della pelle e dei capelli, questi si riconoscono perchè sono in genere, a temperatura ambiente, in forma liquida, e se non conservati correttamente diventano acidi, perchè chimicamente molto sensibili. Alcuni esempi di alimenti ricchi di grassi insaturi sono l’olio d’oliva, la frutta secca, le uova, l’olio di semi di sesamo e di girasole, i pesci grassi come lo sgombro, il tonno fresco, il salmone e le sardine.

I grassi saturi (quelli cattivi) invece, non hanno alcuna azione benefica sul nostro organismo anzi favoriscono l’aumento del colesterolo, provocando depositi di grasso a livello delle arterie ed ispessendo il sangue, e quindi provocando anche un aumento della pressione ed il rischio di infarto. In genere i grassi saturi hanno un aspetto solido, a temperatura ambiente, e vengono molto utilizzati per la produzione di alimenti industriali. Ma ecco la lista di cibi che contengono pochi grassi saturi e quelli che ne contengono troppi e che quindi sono da evitare.

Alimenti poveri di grassi saturi

 

  • carni bianche (pollo, tacchino, coniglio)
  • ricotta, yogurt, latte scremato
  • pane, pasta, riso, legumi, cereali
  • frutta
  • pesce
  • oli vegetali di oliva, arachidi e mais

Alimenti ricchi di grassi saturi

 

  • burro
  • strutto
  • pancetta
  • panna
  • tuorlo d’uovo
  • biscotti e dolci
  • carne di maiale (insaccati e salumi)
  • formaggi
  • crostacei
  • olio di cocco ed olio di palma
  • margarine
  • latte intero e derivati

Infine c’è una precisazione importante da fare, si crede spesso che i grassi saturi siano solo grassi animali, non è così, ci sono molti alimenti 100% vegetali, che contengono i grassi cosiddetti cattivi, come l’olio di cocco che costa poco e spessissimo viene utilizzato come grasso per i cibi confezionati.
E’ proprio su questi ultimi che bisogna fare molta attenzione, per capire infatti se l’alimento che state per comprare è ricco o povero di grassi saturi dovrete fare attenzione alle diciture sull’etichetta.

Sarà importante dunque leggere sull’etichetta gli ingredienti dei prodotti che si vogliono comprare: se si trova la dicitura ‘grassi vegetali’, ‘oli vegetali’, ‘grassi vegetali (parzialmente) idrogenati’, ‘oli vegetali (parzialmente) idrogenati’ nelle prime posizioni, si tratterà di cibi ricchi di grassi saturi e quindi da evitare.