Contengono funghi e batteri, allerta alimentare: ritiro d’urgenza dagli scaffali

L’allarme lanciato dal governo riguardo una marca di noccioline da ritirare dal mercato non è ancora terminato. Ma qual è il motivo di questo richiamo? Pare che contengano funghi e batteri, e che possono essere pericolose per la salute. Vediamo di saperne di più su questo marchio di noccioline.

Allarme nei supermercati
Allarme nei supermercati-Donna.nanopress.it

Il ritiro dal mercato delle noccioline a guscio del marchio Alesto è dovuto al fatto che nel prodotto sono state trovate sostanze nocive e dannose per la salute.

Quando capitano queste cose è normale che il governo autorizzi il ritiro, per tutelare la salute dei consumatori. Tuttavia, come disposto dal ministero della salute, chi le ha comprate e ha accertato che appartengono al lotto contenente la sostanza nociva, non perderà i soldi, infatti può ottenere il rimborso.

Sapere però quali sono le noccioline da non consumare è importante, quindi ecco tutte le informazioni per sapere quali non acquistare e come verificare se sono proprio quelle che non devono essere consumate.

Il richiamo riguarda una marca di noccioline

Il 13 settembre 2022 il governo ha lanciato un richiamo alimentare su una marca di noccioline con guscio, che però è comparso il 14 settembre sul sito ufficiale www.salute.gov.it. Proprio sul sito sono state fornite tutte le informazioni sul prodotto ed è spiegato con chiarezza il motivo del ritiro.

contengono funghi-Donna.nanopress.it

Inoltre, sono state fornite ulteriori informazioni sulla produzione di queste noccioline e sulla loro diffusione. Ovviamente chi non va a leggere sul sito non sa con precisione cosa è successo e perché è stato autorizzato il ritiro di questo marchio di noccioline dal mercato.

E’ Alesto il marchio di noccioline ritirate dal mercato

Si chiama Alesto il marchio delle noccioline ritirate dal mercato e sulla confezione riporta la dicitura “Arachidi in guscio tostate”.

contengono funghi-Donna.nanopress.it

Il prodotto è commercializzato da Lidl Italia Srl, azienda leader nel settore della vendita dei beni alimentari. Nello specifico, le noccioline considerate pericolose per la salute sono quelle appartenenti al lotto “19522P”, prodotto da Ciavolino Daniele & Figli Roma Srl, la cui sede dello è in Via Campo di Carne 20/04, Cap 00040, Ardea (RM).

Il richiamo interessa solamente alcuni punti vendita e non sono coinvolti altri prodotti a marchio Alesto. L’azienda, in via precauzionale, raccomanda di non consumare il prodotto rispondente al numero di lotto indicato e con data di scadenza 07/23 riportata sulla confezione.

Riscontrata presenza di Aflatossine nel prodotto

Il motivo per cui è scattato l’allarme e il ritiro delle noccioline dal mercato è dovuto alla presenza di Aflatossine che gli enti autorizzati hanno riscontrato nel prodotto durante un controllo a campione. Le Aflatossine sono delle tossine prodotte da alcuni funghi presenti in colture agricole come arachidi, mais, noci e semi di cotone.

contengono funghi-Donna.nanopress.it

I funghi principali che producono aflatossine sono Aspergillus flavus e Aspergillus parasiticus, che si sviluppano in abbondanza nelle regioni calde e umide di qualsiasi parte del mondo. I funghi che producono aflatossine possono contaminare le coltivazioni nei campi, sia durante il raccolto che durante la conservazione.

Se ingerite in grandi quantità queste sostanze possono diventare nocive. Poiché le arachidi della Alesto contengono Aflatossine in quantità oltre i limiti consentiti, è scattato il ritiro dal mercato.

Autorizzato il rimborso dal Ministero della Salute

Come disposto dal Ministero della Salute,  le noccioline del marchio Alesto sono state ritirate dal mercato perché il prodotto non è considerato adatto alla consumazione.

contengono funghi-Donna.nanopress.it

Sempre dietro disposizione da parte del ministero, i clienti che lo hanno acquistato possono restituirlo e portarlo quindi presso il punto vendita richiedendone il rimborso.

Ovviamente, come già detto, il ritiro del prodotto riguarda solo alcuni punti vendita, per cui occorre controllare il numero di lotto presente sulla confezione e verificare se appartiene a quello del prodotto ritirato.