Kakasana: benefici della posizione yoga del corvo

da , il

    Kakasana: benefici della posizione yoga del corvo

    Oggi parliamo della posizione hata yoga Kakasana e di tutti i benefici della posizione yoga del corvo. Questa posizione come le altre viste in precedenza fa parte delle 12 posizioni di base dell’hata yoga e come le altre richiede una particolare attenzione nell’esecuzione, regalando una serie di benefici che giovano sia al corpo che alla mente di chi pratica questa attività fitness che si basa principalmente sull’ascolto del proprio corpo e sulla meditazione. Vediamo meglio di seguito che cos’è Kakasana, come si esegue e quali sono i benefici della posizine yoga del corvo.

    Dopo aver parlato delle precedenti asana e per ultima Ardha Matsyendrasana con i benefici della posizione yoga del saggio, oggi parliamo di un’altra delle posture yoga che sono alla base di questa disciplina indiana che fa bene e piace tanto alle star e alle celebrities: Kakasana.

    Kakasana: la tecnica

    Kakasana detta anche la posizione del Corvo, è molto popolare e praticata e fa parte delle 12 posizione base dell’hata yoga. Bisogna dire che non è di facilissima esecuzione perchè richiede molta concentranzione ed equilibrio, ma con la pratica e l’allenamento si possono raggiungere buoni risultati, la cosa importante è non avere fretta e avere pazienza. Questa posizione apre e purifica il chakra della base, regalando un senso di sicurezza e praticità. Ecco come si esegue: Intanto bisogna trovare uno spazio confortevole e tranquillo dove poter attuare la posizione e può essere d’aiuto servirsi di una stuoia o un tappetino. Si parte in ginocchio sul pavimento con i piedi posizionati oltre la larghezza delle spalle. Le piante dei piedi sono a terra con la punta rivolta verso l’esterno. La spina dorsale è dritta, il mento si tiene leggermente rialzato. Portare le braccia all’altezza delle spalle e puntare a terra i palmi delle mani con le dita dritte rivolte in avanti. Volgendo lo sguardo in avanti poggiare lentamente le ginocchia sulle braccia sopra l’altezza dei gomiti e spigersi in avanti staccando i piedi da terra. Lo sguardo è sempre rivolto in avanti. Mantenere la posizione per 3-7 minuti respirando, lentamente e profondamente, utilizzando il naso.

    Per sciogliere la posizione ritornare lentamente alla posizione di partenza. Esiste anche una variante con testa appoggiata al suolo.

    Kakasana: i benefici

    Kakasana ovvero la posizione del corvo, dà molti benefici al corpo e alla mente: intanto come tutte le posture hata yoga aiuta a rilassarsi, avvalendosi di un livello di concentrazione e meditazione molto alto, diventando un’ottima alleata per combattere lo stress e le tensioni quotidiane che si accumulano al lavoro e a casa. I benefici fisici sono altrettanto utili: migliora la circolazione sanguigna e porta grande ossigenazione verso il collo e la testa. Inoltre muscolarmente potenzia le braccia e i polsi, allunga la parte superiore della schiena e rende forti i muscoli addominali, rinforzandoli. Kakasana apre l’inguine e porta beneficio agli organi addominali, tonificandoli. Oltre a questo tonifica e aiuta a migliorare il funzionamento del sistema gastro intestinale, aumentando la flessibilità ed elasticità dell’inguine e dei fianchi. Uniche controindicazioni sono la sindrome del tunnel carpale e la gravidanza in cui è vietata la pratica di questa posizione.