Acne, basterebbe solo qualche goccia per eliminarlo definitivamente

L’acne è uno dei problemi che mette a disagio moltissime persone, sia gli uomini, che le donne, sia giovani che meno giovani.

Acne
Acne – donna.nanopress.it

Può comparire a qualsiasi età, per qualunque causa. A quanto pare però c’è un composto che fa miracoli, si parla di un trattamento che non ha svantaggi e che finalmente realizza quello che è il sogno di milioni di persone di tutto il mondo.

L’acne è un problema parecchio diffuso, per cui la pelle di porcellana a cui chiunque ambisce, è soltanto un’utopia perché l’imperfezione c’è sempre, seppur minima ed è pronta a rovinare qualsiasi momento e qualsiasi bel viso.

Brufoli, quando possono comparire e perché

La prima cosa da fare in presenza di acne e di brufoli è analizzare le cause che portano alla comparsa di questi fastidiosi puntini tutto intorno al contorno viso. Nel caso dell’adolescenza, l’acne fa parte di una fase, che prima o poi però giunge al termine.

Se una volta lasciata alle spalle l’adolescenza, il problema persiste, allora bisogna andare alla ricerca della problematica, andando fino in fondo e provare a risolvere curando come meglio si può.

Acne adolescenziale, come agire

Nel caso dell’acne adolescenziale, il riturale corretto richiede di eseguire una pulizia adeguata del viso, mettendosi nelle mani di esperti e professionisti e non di chiunque. La pulizia del viso deve essere effettuata con la giusta metodica e con i giusti strumenti.

acne-Donna.nanopress.it

In caso contrario, se eseguita da una persona qualunque può diventare un bel problema, perché potrebbero per esempio rimanere delle cicatrici che in qualche modo mettono in imbarazzo anche la persona più sicura di sé.

Ma non finisce qui, la pulizia del viso è soltanto il primo passo. Poi bisogna utilizzare dei saponi farmaceutici specializzati e seguire una sana alimentazione. Tutto questo, consente di tenere a bada la problematica e il disturbo almeno momentaneamente.

La cura dell’acne in età matura e il farmaco che sembra funzionare

La ricerca oggi è andata oltre, infatti è riuscita a trovare un metodo che consente di dire finalmente addio all’acne senza dolore, sofferenza o paura di danneggiare la pelle. Il rimedio che segue può essere la soluzione per tutti coloro che soffrono di acne, ma non sono in età adolescenziale.

acne-Donna.nanopress.it

In questo caso, una cosa è assolutamente da evitare, si tratta delle cure fai da te, che possono addirittura peggiorare il problema. Nella gran parte dei casi, l’acne in età matura, si combatte e si cura da dentro.

Per cui servono dei medicinali, che soltanto i medici specializzati, come per esempio i dermatologi possono indicare e prescrivere. La soluzione trovata dagli studiosi ha un nome, si chiama spironolattone.

Questo è un farmaco che non nasce per la cura dell’acne, ma per la pressione alta. Chi assume il farmaco, ha una pelle perfetta, per cui si può dire che ha degli effetti miracolosi. Per questo tutti i dermatologi lo prescrivono.

Quel che si raccomanda è l’uso costante, se si vogliono vedere i risultati si deve aspettare almeno un mese. La pelle inizia a liberarsi dall’acne e quindi a purificarsi non prima di 4 settimane. La cura da seguire va da 50 mg a 200 mg al giorno.

L’assunzione non è per tutti uguale, varia ovviamente in base alla persona, all’estensione del viso e alla gravità dell’acne. Chi si è già sottoposto a questo trattamento ha affermato di aver ottenuto risultati entro il tempo indicato.

Alcune cause della comparsa di acne, le più comuni

Tra le cause dell’acne, ci sono lo stress, l’inquinamento atmosferico,  l’utilizzo di alcuni farmaci come gli antidepressivi, il cortisone, l’acido folico, il sole oppure l’utilizzo improprio dei cosmetici.

acne-Donna.nanopress.it

Tutti i dermatologi raccomandano di usare una protezione della pelle, una crema, da applicare come base trucco per evitare che alcuni prodotti come correttore, fondotinta ecc, possano danneggiare la pelle, attaccandola.

Molte donne non usano la crema come base trucco e inoltre hanno anche l’abitudine di andare a dormire senza prima essersi struccate. Queste abitudini vanno cambiate a meno che non si voglia essere schiave dei brufoli per tutta la vita.

Ma non finisce qui, perché questo disturbo può essere anche causato da un batterio, il Propionibacterium acnes, che è già presente nella pelle, ma che in caso di produzione eccessiva di sebo, causa l’infiammazione della cute. La conseguenza ultima è la comparsa di comedoni e pustole con pus.