Aceto nel forno, mai provato? Ti fa risparmiare un mucchio di soldi: il trucchetto della nonna

Perché in molti utilizzano l’aceto nel forno? Ecco il trucchetto che non tutti conoscono per mantenere l’elettrodomestico come nuovo!

aceto in forno
Pulizia del forno – donna.nnanopress.it

Il forno è uno degli elettrodomestici più utilizzati in qualsiasi casa italiana, per questo motivo si sporca facilmente e difficilmente si riesce a pulirlo bene, come si vorrebbe.

L’aceto nel forno sin dal primo utilizzo è il segreto per mantenerlo in perfette condizioni

Avere un forno sporco, che puzza di bruciato, è spiacevole. Non è soltanto brutto da vedere, ma compromette anche la qualità dei cibi e dei piatti che si vanno a preparare. Sarà capitato almeno una volta, di cucinare un piatto che ha qualcosa del piatto precedente. Per evitare che succeda questo, bisogna prendersene cura, sempre.

Quindi, ogni volta che lo si utilizza, si deve lavare per evitare che lo sporco si accumuli. Per togliere qualsiasi residuo di cibo di volta in volta, si può usare un panno spugna imbevuto di aceto nel forno e passarlo dappertutto.

Eventuali schizzi che nel tempo causano incrostazioni, non devono spaventare o mettere in allerta. In questo caso si procede semplicemente con una pulizia profonda dell’elettrodomestico, che permetterà di averlo come nuovo.

Come eliminare le macchie con l’aceto nel forno incrostato

L’operazione di pulizia, può essere difficile se si utilizzano prodotti non efficienti. Non vale la regola che più i prodotti costano, più sono buoni. Anzi, si può dire con certezza che meno costa, più la soluzione è efficiente. Parliamo di un metodo infallibile che richiede soltanto l’utilizzo di acqua e aceto nel forno.

Aceto nel forno-Donna.nanopress.it

L’aceto viene usato per qualunque cosa in cucina, sia per preparare piatti buonissimi, che per sgrassare e pulire a fondo le pentole. Consente di sciogliere qualsiasi macchia di incrostazione, dal forno semplicemente usando uno spray.

Per preparare la soluzione miracolosa, si aggiunge mezzo bicchiere di aceto bianco, a 1 litro di acqua, quindi si versa tutto dentro un flaconcino spray e poi si spruzza la miscela direttamente nel forno. Si deve insistere particolarmente sulle parti macchiate o incrostate, strofinando con una spugnetta imbevuta di acqua.

Un altro rimedio, consiste nel far bollire due bicchieri di aceto bianco, poi si versano dentro due ciotoline. Queste si mettono ancora calde dentro il forno e infine si chiude lo sportello, per lasciarle agire. Sarà utile tenere in posa per mezz’ora. Durante il tempo di posa, tutto lo sporco e le incrostazioni, si ammorbidiranno grazie ai fumi della soluzione bollente.

Trascorso il tempo stabilito, si apre lo sportello e si risciacqua bene il forno con aceto e acqua, andando a eliminare tutti i residui. A questo punto il forno, sarà pulitissimo.

Pulire le griglie del forno

La parte più difficile da pulire sono le griglie, ma anche in questo caso interviene l’aceto, con le sue molteplici proprietà disinfettanti e sgrassanti.

Aceto nel forno-Donna.nanopress.it

Si prendono le griglie e si mettono nel lavandino, poi si versa l’aceto bianco dentro lo spray e si spruzza sulle parti interessate. Anche in questo caso, si lascia la soluzione agire per qualche minuto. Poi si usa una spugna abrasiva e si strofina, il risultato finale sarà fantastico. Le griglie saranno brillanti, come non lo sono mai state.

Pulire il vetro del forno ed eliminare tutto lo sporto e l’unto

Per ultimo, rimane il vetro, anche in questo caso l’aceto nel forno può essere la soluzione ideale. Si va a preparare una soluzione formata da 400 ml di acqua e due cucchiai di aceto. A questi due ingredienti se ne può aggiungere un terzo, ovvero un cucchiaio di bicarbonato.

Aceto nel forno-Donna.nanopress.it

Si mettono insieme tutti gli ingredienti e poi si versa la miscela dentro un contenitore spray. Quindi si spruzza il composto e si lascia agire, almeno per un quarto d’ora. Trascorso il tempo, si strofina utilizzando una spugna morbida e poi si sciacqua fin quando il vetro non appare pulito e splendente.

Qualora le macchie dovessero essere ostinate, basta scaldare il forno a 40 gradi, poi aprire e attendere qualche minuto finché non si raffredda un pochino. Non deve essere totalmente freddo ovviamente.

Questa pratica serve a farlo raffreddare per non scottarsi toccandolo. Quindi, prendere la soluzione di aceto e bicarbonato, stenderla e lasciarla agire per qualche minuto. Poi usare una spugna imbevuta di acqua e risciacquare accuratamente. Si consiglia di non usare spugne ruvide per non graffiare il vetro andando a strofinare.