Acqua del condizionatore, MAI gettarla: non hai idea di tutte le cose che potresti farci

L’acqua del condizionatore è un bene prezioso, proprio come l’acqua in generale. Per cui la possiamo prendere in considerazione per diversi utilizzi che consentono di non sprecare una risorsa, che in questi tempi manca.

Acqua del condizionatore
Acqua del condizionatore – Donnananopress.it

L’acqua del condizionatore non è demineralizzata e distillata, si tratta semplicemente di acqua di condensa che si forma durante il passaggio caldo, freddo. Per cui è bene sapere che non è acqua potabile, quindi non può tornare utile per scopi alimentari. Soprattutto in estate il contenitore che la raccoglie durante l’utilizzo dell’elettrodomestico, è tantissima, buttarla è uno stress ma è anche un peccato.

Tra l’altro, sembra inutile, in realtà in pochi sanno che è più pura dell’acqua piovana e che quindi può essere utilizzata in mille modi. Ovviamente non qualunque acqua di qualunque condizionatore può tornare utile. Fondamentale è che soddisfi almeno due condizioni fondamentali. Il primo requisito è che il condizionatore non abbia nell’impianto prodotti chimici non smaltiti e che tutto l’impianto sia perfettamente funzionante consentendo il corretto scarico dell’acqua.

Alcuni consigli per non risparmiare e riutilizzare l’acqua del condizionatore

Quando il funzionamento ottimale dell’elettrodomestico è una garanzia, allora si può iniziare a vedere come sfruttare l’acqua in modo intelligente, per recuperarla. Il primo trucco è usare l’acqua del condizionatore nel ferro da stiro. Essendo priva di calcare, può essere impiegata per riempire la caldaia del ferro da stiro e quindi risparmiare sull’acquisto dell’acqua distillata. L’unica cosa da fare è trasferire l’acqua dentro un flacone per poi versarla dentro il ferro da stiro ogni volta che si deve stirare.

Per quanto riguarda gli amanti dei rimedi ecologici e gli appassionati di pulizie e cura della casa, si può usare l’acqua del condizionatore per esempio per diluire detersivi e per pulire ogni superficie. In questo modo, per quanto possa sembrare strano, si possono ottenere dei risultati incredibili, del tutto inaspettati, a costo zero o quasi.

Come usarla in auto

Allo stesso modo, dato che l’auto per molti è come se fosse una seconda casa, da tenere sempre pulita e impeccabile, si può spruzzare sulle macchie ostinate sia all’interno che all’esterno del veicolo.

Acqua del condizionatore-Donna.nanopress.it

In auto, può essere utile anche per riempire il serbatoio dell’acqua dei tergicristalli per pulire alla perfezione il parabrezza ogni volta che serve.

Sciacquare i capelli con l’acqua del condizionatore, ecco perché

Poi la si può usare per risciacquare i capelli virgola ed eliminare ogni traccia di calcare lasciata dal passaggio dell’acqua del rubinetto che solitamente è molto calcarea. Così come l’acqua del condizionatore, si può usare anche quella dell’asciugatrice che ha le stesse proprietà e la stessa funzionalità.

Acqua del condizionatore-Donna.nanopress.it

Il risultato sarà subito evidente, dopo aver fatto lo shampoo e aver sciacquato in maniera adeguata i capelli, questi risulteranno morbidi, fluidi e lucenti, per nulla appesantiti.

Giardinaggio, rimedi ecologici

Per concludere, chi ama il giardinaggio e ha molte piante in casa o vive in campagna, ha un giardino, una zona verde, si può usare per annaffiare le piante oppure per diluire i fertilizzanti. Sembra essere l’ideale per esempio per le gardenie, per le piante grasse, per le camelie, per le azalee, le ortensie.

Acqua del condizionatore-Donna.nanopress.it

Ma come in questo caso, ciò che conta è controllare periodicamente i filtri del condizionatore e che dentro di esso non ci siano residui di detergenti chimici. Questi possono causare danni importanti, sia se l’acqua viene usata sui capelli, che sulle piante. Bisogna quindi fare parecchia attenzione.