Aspirapolvere che puzza, i rimedi della nonna per sbarazzarsi del problema in un attimo

L’aspirapolvere è uno degli elettrodomestici indispensabili in casa, non può mancare per le pulizie di tutti gli ambienti in cui trascorriamo intere giornate e nottate.

Deodorare l'aspirapolvere
Deodorare l’aspirapolvere – Donna.Nanopress.it

Facilita le pulizie quotidiane, elimina lo sporco e i batteri dal pavimento e non solo. Grazie agli accessori aggiuntivi, la si può usare anche per igienizzare la tappezzeria, andando ad eliminare gli acari che sono i responsabili delle allergie.

Passando l’aspirapolvere sui tappeti o sulla tappezzeria, si evita la proliferazione dei batteri e degli acari, per questo è importante prendersene cura sempre.

L’aspirapolvere puzza, ecco perché

A volte però capita di accorgersi che l’aspirapolvere puzza, che sia nuova o vecchia ha poca importanza. Può succedere in qualunque momento che piuttosto che lasciare buon odore, lascia una scia sgradevole. La causa non è soltanto una, sono molteplici.

Se dovesse capitare qualcosa del genere, niente paura, perché ci sono diversi rimedi, che consentono di profumare tutta la casa e allo stesso tempo deodorare l’elettrodomestico elettrodomestico in pochi minuti.

aspirapolvere-Donna.nanopress.it

Tra le cause principali della puzza dell’aspirapolvere, l’accumulo della polvere e dello sporco in alcuni punti dell’elettrodomestico stesso. Principalmente, lo sporco si accumula dentro i tubi, nel filtro e nei sacchetti o comunque nel contenitore dell’aspirapolvere senza sacchetto.

Come risolvere il problema

Per quanto riguarda il filtro, bisogna verificare che sia pulito. L’aspirapolvere puzza probabilmente perché il suo filtro è intasato da polvere e sporcizia. Questo, può rilasciare cattivi odori, ogni volta che l’elettrodomestico viene acceso. Per questo motivo va sostituito almeno una volta ogni sei mesi, sia per questione di igiene, che per prolungare la vita dell’aspirapolvere. Usandola con il filtro vecchio, rovinato, si rischia di doverla cambiare nonostante sia magari quasi nuova.

Ci sono poi le aspirapolveri dotate di sacchetto, questo va sostituito periodicamente, in base all’uso dell’aspirapolvere. Ovviamente, più la si usa, più il sacchetto si riempie e quindi necessita di essere cambiato. Soprattutto se si aspira non soltanto la polvere, ma anche gli alimenti.

aspirapolvere-Donna.nanopress.it

Infine, per quanto riguarda i tubi, essendo che dentro passa una grande quantità di polvere, e non solo, si possono ostruire facilmente. Per questo motivo vanno smontati periodicamente e puliti con dell’acqua. Prima di rimontarli, vanno asciugati benissimo. Se rimangono umidi possono rilasciare cattivi odori ancor più del normale.

Gli antichi rimedi della nonna per far sì che l’aspirapolvere rilasci un buon odore

Se l’aspirapolvere puzza ogni volta che la si accende, si può seguire il vecchio consiglio della nonna. Quindi, si può usare il bicarbonato, ovvero un prodotto casalingo miracoloso che ha grandi proprietà detergenti, antiodore. Il bicarbonato, limita anche la proliferazione dei batteri. Per usarlo, si cosparge direttamente sul pavimento e si aspira con il tubo. Passando dei tubi, il prodotto arriva nel sacchetto e previene la formazione dei cattivi odori.

aspirapolvere-Donna.nanopress.it

In alternativa si può usare la segatura, che assorbe i cattivi odori legati a qualunque causa. Ovviamente la segatura non andrà a profumare gli ambienti, per questo si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale, per esempio quello alla lavanda, oppure al limone. Questi oli, hanno proprietà antibatteriche, che profumano gli ambienti in maniera incredibile. Tra l’altro, ne bastano quattro o cinque gocce al massimo.

Fiori secchi e oli essenziali, come usarli nelle varie tipologie di aspirapolvere

In alternativa, si può optare per i fiori secchi, per esempio i fiori di lavanda che hanno proprietà antisettiche, sono considerati dei calmanti naturali, rilassano la mente e il corpo con il loro profumo delicato. Sono consigliati anche i petali di rosa, le foglioline di menta. Queste si aspirano proprio come con il bicarbonato direttamente dal pavimento. Nel caso dell’aspirapolvere con il sacchetto, si possono mettere le foglie direttamente dentro il sacco.

aspirapolvere-Donna.nanopress.it

Stessa cosa vale per le gocce di olio essenziale. Se non si vogliono versare le gocce direttamente dentro il sacchetto, si possono mettere dei dischetti di cotone imbevuti di olio. La loro durata è incredibile. Può tornare utile anche la cannella che tutti noi abbiamo in casa.

Per far si che l’aspirapolvere senza sacchetto profumi, basta lavare il contenitore accuratamente e asciugarlo, questo passaggio va fatto periodicamente e poi spruzzare al suo interno un po’ di profumo. Il gioco è fatto. Ci sono infine anche le aspirapolveri ad acqua. In questo caso, basta mettere delle gocce di olio direttamente nel serbatoio dell’acqua. Ogni volta che si passa l’aspirapolvere lascia una scia di odori inebrianti.