Bonus libri 200€, grosso aiuto per queste famiglie: parte a brevissimo

Bonus libri, si dà il via agli aiuti nel Lazio che ha stanziato 20 milioni di euro, cercando di dare aiuto a tutte le famiglie che si sono ritrovate in difficoltà economica.

Bonus libri
Bonus libri – Donna.Nanopress.it

Questi sussidi si potranno ottenere soltanto nei prossimi mesi probabilmente a scuola già iniziata. Dato che il primo giorno di scuola è arrivato nella gran parte delle regioni, Lazio compreso. Per conoscere tutti i dettagli sarà necessario attendere la pubblicazione del bando, consultabile a partire dall’1 di ottobre 2022.

La regione Lazio ha deciso di reagire ai rincari e aiutare chi ha bisogno, stanziando dei soldi che andranno ad assicurare la stabilità a tutti coloro che di anno in anno stanno riscontrando problemi nel sostentamento dell’istruzione dei giovani.

Aiuti alle famiglie in difficoltà con il bonus libri

Quest’anno, in modo particolare, le famiglie si sono trovate all’improvviso a dover fare i conti con gli aumenti della benzina, delle bollette, dei libri e del materiale scolastico in linea generale. L’aumento registrato è del 20% e rappresenta una vera e propria batosta per chiunque.

bonus libri-Donna.nanopress.it

In realtà già da prima dello scoppio della guerra Russia Ucraina morti cittadini non erano in grado di poter affrontare i costi dell’Istruzione. Infatti molti bambini erano costretti a rinunciare alle attività extrascolastiche, per le quali quest’anno è previsto il bonus per dare a tutti le stesse possibilità.

Perché la spesa relativa alla scuola e quindi all’istruzione è aumentata

La regione Lazio, diversamente da molte altre, ha scelto di porgere la mano ai genitori degli studenti, sia quelli delle scuole medie, che quelli delle scuole superiori aiutandoli ad affrontare le spese necessarie per poter dare inizio all’anno scolastico 2022/2023 con il sorriso.

bonus libri-Donna.nanopress.it

I rincari si sono verificati per una serie di motivi. Si parte col dire che aumentano i costi dell’energia elettrica, aumentano di gran lunga anche quelli delle imprese produttrici. Di conseguenza il costo di quaderni, zaini, diari, astucci e molto altro, raggiunge cifre esorbitanti.

Ecco perché ad oggi la spesa annua, per ogni singolo studente può anche raggiungere €1300. Il nuovo bonus libri dà un buon aiuto a tutti, dando alle famiglie soldi un massimo di 200€ che possono essere spesi per l’acquisto di libri nuovi, oppure usati a propria discrezione.

Chi potrà richiedere il bonus libri e come

Lo potranno richiedere tutte le famiglie che vivono nel Lazio che conosceranno tutti i requisiti, nel dettaglio, per l’accesso alla misura quando il bando sarà pubblicato. Per sapere tutto, consultare il sito.

bonus libri-Donna.nanopress.it

Al momento quel che si sa per certo è che bisognerà presentare la domanda con allegato il proprio Iban, o quello della carta prepagata o quello del conto corrente bancario oppure del conto postale, è lì che verranno caricati i soldi relativi al bonus.

Prima di tutto sarà  necessario presentare la certificazione ISEE ed essere in possesso di un ISEE che non superi un totale di €30.000. Il modello richiesto può essere elaborato direttamente al CAF oppure si può compilare la DSU accedendo al sito INPS tramite cie oppure spid.

Quali sono gli importi erogati dalla Regione Puglia alle famiglie che rientrano nei requisiti

L’importo varia in base allo studente, si parla comunque di €150 per gli studenti delle scuole medie e di €200 per gli studenti delle scuole superiori. Per inviare la richiesta servirà attendere il giorno della pubblicazione del bando, l’1 ottobre.

bonus libri-Donna.nanopress.it

Soltanto allora si potrà procedere con la presentazione della domanda, seguendo tutte le indicazioni e le informazioni relative alla modalità di trasmissione dei dati e dei requisiti.

Per ottenere il rimborso bisogna presentare un certificato, che sia una fattura o un semplice scontrino  che certifichi il pagamento con carta, in un negozio autorizzato. I tempi per ottenere il rimborso non sono stati ancora indicati.