Calcare nella doccia, ma quale acido citrico: te ne liberi solo con questo ingrediente

Il calcare nella doccia è sempre presente ed impossibile da rimuovere dalla cabina, così come dal piatto, dalle piastrelle e dal soffione.

Calcare nella doccia
Calcare nella doccia – Donna.Nanopress.it

La parte maggiormente esposta allo sporco è quella dei vetri. Proprio lì si formano più macchie di calcare, perché è continuamente a contatto con l’acqua, con lo shampoo o bagnoschiuma che sia.

L’acqua che si deposita, anche in minime quantità, in piccole goccioline, va a formare degli aloni che poi sono veramente difficili da eliminare, pur usando i prodotti adeguati, che in alcuni casi addirittura tendono ad aggravare la situazione.

Eliminare il calcare dalla doccia è possibile, ecco come

Anche se pare impossibile tornare ad avere una doccia in perfette condizioni, bisogna sapere che ci sono dei rimedi semplici, che non richiedono spese o sforzi importanti, che danno risultati grandiosi.

calcare nella doccia-Donna.nanopress.it

Non bisogna usare l’acido citrico come consigliano in molti, ma semplicemente l’aceto di alcool, che può essere applicato sulla leva ovvero sul miscelatore della doccia che viene utilizzato per cambiare la temperatura dell’acqua e passare dall’acqua calda, all’acqua fredda.

La leva spesso si presenta opaca e piena di macchie e di incrostazioni. Per cui è importante pulirla, lucidarla e sgrassarla ogni volta che ci si lava o che si lava il bagno. L’aceto di alcol evita che lo sporco o il calcare si depositi di volta in volta.

La pulizia del soffione e dei vetri della doccia, sempre opachi e pieni di calcare

Il miglior ingrediente che si possa usare è proprio l’aceto di alcol che ha un importante potere anticalcare, sgrassante, lucidante fenomenale. Quindi, si riempie un vaporizzatore con tre parti di aceto e una di acqua, poi si vaporizza la miscela direttamente sulle parti interessate dal calcare nella doccia e si lascia agire per 10 minuti.

Poi si sciacqua con una spugnetta strofinando delicatamente ed ecco che il calcare nella doccia non esisterà più. Per quanto riguarda il soffione, il calcare in questo caso si deposita maggiormente nei fori e li va ad ostruire. Ecco perché a volte l’acqua fa fatica ad uscire.

Per eliminare il calcare dal soffione, riempire un sacchetto gelo, con due bicchieri di aceto e immergente il doccino al suo interno. Poi fare un nodo per fissare al meglio la busta e lasciare agire la soluzione per un’ora. Infine si risciacqua, il getto dell’acqua sarà decisamente diverso, molto più deciso.

Per quanto riguarda i vetri, anche qui si formano molte incrostazioni, perché l’acqua schizza sia quando ci si lava che quando si lava il bagno. Dopo infatti bisognerebbe avere sempre molta cura e asciugare i sanitari per evitare le incrostazioni.

calcare nella doccia-Donna.nanopress.it

Anche in questo caso, si usa l’aceto, che si aggiunge però all’acqua calda. Si riempie una bacinella con acqua calda e soltanto un bicchiere di aceto, poi si immerge dentro una spugnetta e la si usa, ben strizzata per togliere le macchie di calcare dai vetri della doccia. Attenzione a non usare la parte ruvida, perché questa può graffiare i vetri. Poi si asciugano, con un panno per rimuovere tutta l’acqua in eccesso e si procede con un secondo morbido, preferibilmente in cotone per lucidarli.

Piatto doccia, come rimuovere lo sporco e le incrostazioni in maniera efficace

Infine, c’è la pulizia del piatto doccia, dove noi ci laviamo, depiliamo. Questo raccoglie tutto lo sporco, la polvere, i peli, i capelli, i residui dei prodotti che si usano per lavare ed insaponare il corpo. Per pulirlo si usa l’aceto bianco di alcol, che si strofina con una spugnetta.

calcare nella doccia-Donna.nanopress.it

Si lascia agire per smacchiarlo in tutte le sue parti, poi si risciacqua con il soffione e si asciuga con un panno strizzato.

La pulizia delle piastrelle, come farle tornare lucide

Si procede con la pulizia delle piastrelle, anche lì si accumula il calcare nella doccia. Se non vengono pulite bene di volta in volta, perdono piano piano tutta la loro lucentezza e bellezza. Si versa sopra una spugna dell’aceto e si strofina energicamente sempre non dal lato abrasivo, soprattutto se le piastrelle sono di materiali che si graffiano facilmente. Poi si lascia agire il prodotto e infine si risciacquano.

calcare nella doccia-Donna.nanopress.it

Queste soluzioni permettono di avere un bagno perfettamente pulito, sempre brillante. Il calcare, sarà solo un brutto e lontano ricordo.