Cimici nelle lenzuola, le fai sparire per sempre con questo ingrediente | Prendilo dalla cucina

Le cimici sono veramente dappertutto, sbarazzarsene è difficile, soprattutto quando si annidano nei materassi.

Cimici
Cimici nelle lenzuola – Donna.nanopress.it

Ad ogni modo, il rimedio c’è e non è impossibile da attuare. Si tratta di rimedi naturali efficaci, che non richiedono esperienza o chissà quale tempo.

Cimici a letto, come rendersi conto della loro presenza

Le cimici sul letto rendono infernali le notti. Per esser certi di trovarsi nel bel mezzo di un’infestazione, bisogna fare caso alle piccole cose. Ci sono dei dettagli che chiariscono ogni dubbio. Per esempio, i gusci d’uovo sono la prova dell’esistenza delle cimici in casa.

I gusci non si possono individuare facilmente, perché sono molto piccoli, ma soprattutto sono di colore chiaro. Si presentano come piccoli granelli bianchi o avorio, che a primo impatto potrebbero sembrare dei granelli di sabbia. Solitamente si trovano sul letto, così come sui mobili o sui tappeti.

Uova insetto
Segni della presenza delle cimici – donna.nanopress.it

Poi, potrebbero essere presenti anche dei pallini scuri, sempre sul materasso, questi potrebbero essere materiale fecale, oppure pelle di insetti piccoli, che cambiano il pelo.  Macchie di ruggine sul materasso o sulla biancheria del letto, potrebbero essere invece sangue essiccato degli insetti.

Come contrastare le cimici usando prodotti naturali

Per contrastare le cimici basta utilizzare dei prodotti naturali, che non fanno male alla pelle o al materasso stesso, ma che consentono di eliminarle in una sola passata. Tra tutti questi rimedi naturali, ve ne è uno che tutti abbiamo in casa. Si tratta del peperoncino di Cayenna.

La polvere di peperoncino, può essere mescolata insieme all’olio essenziale di origano e allo zenzero grattugiato. Si mette tutto dentro una tazza d’acqua di 240 ml. Gli ingredienti vanno mescolati dentro la pentola, finché non raggiungono il bollore. Una volta fatto, si filtra il liquido e si trasferisce in una bottiglia spray. A questo punto, il composto si spruzza un po’ su tutto il materasso. Le cimici dovrebbero andare via, dopo pochissimo tempo.

Altre soluzioni naturali

L’acqua calda è uno dei rimedi naturali, alla portata di tutti. Come abbiamo visto, si utilizza insieme al peperoncino, e non soltanto. Può essere utile anche da sola. Se si sospetta la presenza di cimici sul letto, tra le coperte o nella biancheria stessa, è il caso di lavare accuratamente tutto, in acqua calda a 60 gradi.

Il trattamento termico permette di sbarazzarsi delle creature, che si disidratano con il caldo. Al termine, lenzuola e vestiti, possono essere messi direttamente nell’asciugatrice per dare alle cimici una dose di calore in più ed esser certi di essersene sbarazzati una volta per tutte.

Rimedi contro le cimici
Peperoncino per sbarazzarsi delle cimici – donna.nanopress.it

Si aggiungono a queste soluzioni naturali, anche le foglie dei fagioli che intrappolano gli insetti. Si mettono semplicemente sul pavimento della stanza in cui si pensa di avere ospiti e si aspetta che questi abbocchino.

Seguono la farina fossile, il bicarbonato, il tè alle noci nere, l’olio dell’albero del tè e il pulitore a vapore. Per quanto riguarda il bicarbonato, solitamente viene utilizzato a prescindere dalle cimici, per pulire il materasso.

Nel caso particolare della presenza delle cimici sul letto, si cosparge uno strato leggero di bicarbonato sulle parti interessate del materasso e si lascia riposare per una settimana. Nel corso di questi 7 giorni ovviamente il letto non va usato per nulla.

Trascorsa la settimana si va ad aspirare tutto tramite l’aspirapolvere. Il procedimento dovrà essere ripetuto tutte le volte che si pensa di avere ospiti indesiderati a letto.

Perché si annidano al materasso e cosa si rischia

Le cimici vivono sulle crepe dei muri, nelle fessure, sotto i quadri, gli interruttori, nei battiscopa, sui divani divani e si nutrono di sangue umano, per vivere. Amano le camere da letto, perché è sui materassi che riescono ad avere accesso al sangue. A letto gli uomini rimangono immobili per molte ore, essendo quindi facilmente raggiungibili.

Punture di insetti
Punture sulla schiena di un bambino – donna.nanopress.it

Rimangono sul corpo al massimo 20 minuti, il tempo utile per scegliere e raggiungere le zone da colpire, per poi nutrirsi e nascondersi senza dare nell’occhio. Per una puntura impiegano  dai 3 ai 5 minuti, dopo 10 minuti di prelievo e quindi dopo al massimo tre punture, sono sazi. La persona che viene punta non si accorge di nulla, perché mentre la cimice punge, trasmette un anestetico naturale.

Ecco perché le cimici agiscono totalmente indisturbate, nessuno si rende conto di niente e loro continuare a convivere serenamente insieme alle prede.