Piatti a mano o in lavastoviglie? Mai fare questo errore, ecco cosa conviene

L’uso della lavastoviglie è ormai molto diffuso nel nostro Paese, tuttavia ci sono ancora tante persone che si chiedono se è meglio lavare i piatti a mano oppure in lavastoviglie. E’ c’è anche un errore che molti fanno, scopriamo di quale errore si tratta!

lavastoviglie
lavastoviglie-Donna.nanopress.it

Cosa è meglio, lavare i piatti a mano oppure nella lavastoviglie? Questa domanda ricorre con frequenza e quindi è giusto fare chiarezza, soprattutto per far capire che ci sono dei motivi ultra validi per preferire la lavastoviglie al lavaggio a mano di piatti e pentole.

Molti sono convinti che si sciupa più energia, più acqua, tanti invece fanno anche l’errore di prelavare i piatti prima di metterli nella lavastoviglie. Scopriamo di seguito tutti i motivi per usare la lavastoviglie tranquillamente e perché non lavare mai i piatti prima di riporli all’interno di questo prezioso elettrodomestico.

Lavare con la lavastoviglie è più ecologico che lavare a mano

Ad oggi sono disponibili lavastoviglie moderne e ad alta tecnologia, dotate di sistemi che in automatico permettono di ottenere i migliori risultati possibili usando meno acqua, meno detersivi e sprecando anche meno energia.

piatti a mano-Donna.nanopress.it

L’insieme di tutti questi fattori permette di affermare che la lavastoviglie è decisamente più ecologica di lavare i piatti a mano, anche perché è dotata di programmi ‘eco’, che sono allo stesso tempo intelligenti ed efficaci.

Si spreca meno acqua con la lavastoviglie che a mano

Il risparmio di acqua, come detto prima, è assicurato, proprio perché le lavastoviglie di nuova generazione operano in base al livello di sporco delle stoviglie. Inoltre, il fatto stesso di lavare contemporaneamente più coperti permette di risparmiare decisamente più acqua che lavare i piatti a mano.

piatti a mano-Donna.nanopress.it

Con un carico pieno una lavastoviglie può lavare 12 coperti utilizzando molta meno acqua, pari addirittura a tre o quattro volte in meno, rispetto al lavaggio a mano con lo stesso numero di coperti.

Da alcune ricerche è emerso che le lavastoviglie usano almeno l’80% di acqua in meno rispetto al lavaggio a mano, ed effettivamente si tratta di un bel risparmio!

I piatti sono perfettamente igienizzati con la lavastoviglie

Non bisogna dimenticare anche che lavare i piatti in lavastoviglie vuol dire avere piatti igienizzati a fondo, molto più di quanto si possa ottenere con il lavaggio a mano.

Basta sapere che un programma della lavastoviglie a 60-65 ° C respinge con assoluta efficacia i batteri, cosa che non accade usando la spugna per lavare i piatti, che è invece un concentrato di germi e batteri.

piatti a mano-Donna.nanopress.it

E’ importante sottolineare che anche usando acqua calda per lavare i piatti a mano, la temperatura non potrà mai essere così alta da eliminare buona parte dei batteri.

Anche se le mani sono protette dai guanti, la temperatura massima che possono sopportare non supera i 70  gradi, valori che invece la lavastoviglie raggiunge perfettamente, eliminando i batteri e igienizzando a fondo piatti e stoviglie.

Non lavare mai i piatti prima di infilarli nella lavastoviglie

E’ questo l’errore che molti fanno, quello di lavare i piatti a mano prima di metterli nella lavastoviglie. E’ un vero e proprio controsenso, che molti mettono in atto perché sono convinti che bisogna sciacquare i piatti prima che vengano messi nell’elettrodomestico.

piatti a mano-Donna.nanopress.it

E’ una prassi totalmente sbagliata, le lavastoviglie sono progettate per lavare i piatti quando sono sporchi, basta togliere solamente i residui di cibo solidi e metterli all’interno dell’apparecchio. Chi ricorre a questa procedura non fa altro che perdere tempo e sciupare acqua in più, che potrebbe invece risparmiare.

Inoltre, è importante sapere che le lavastoviglie moderne sono dotate di sensori che regolano il ciclo di lavaggio a seconda del livello di sporco dei piatti, per cui basta lavarli prima!