Rubinetti pieni di calcare, questo ingrediente è più potente del bicarbonato: come nuovi

Il calcare si forma naturalmente anche nelle case più pulite. Ma ecco un modo per pulire i rubinetti e farli tornare come nuovi.

Calcare sanitari rimedi
Calcare sul rubinetto -donna.nanopress.it

Spesso i rubinetti di casa sono incrostati e questo dipende dal calcare che è presente nell’acqua. Il calcare non è connesso infatti allo stato di pulizia ma dipende da dove si abita. Ci sono infatti zone più calcaree e zone meno calcaree. E se a casa tua c’è ecco un rimedio che può aiutarti a far funzionare i rubinetti come se fossero nuovi.

L’acqua ha delle determinate quantità di carbonato di calcio e carbonato di magnesio. E in base alla presenza di queste può essere acqua dolce, quindi senza calcare, o acqua dura, ovvero con calcare. Quando un’acqua è dura, l’acqua lasciata evapora rilasciando dell’anidride carbonica che si va ad accumulare in depositi di carbonato di calcio.

Per questo le faccende domestiche e le pulizie in generale non dovrebbero essere vissute come qualcosa da fare in fretta. Per il calcare non si può fare nulla anche se si pulisce tutti i giorni lui arriverà. Per sconfiggerlo non serve andare al supermercato a comprare detersivi chimici poiché poi rimuoverlo con ingredienti naturali e oltre a risparmiare aiuterai anche l’ambiente.

Ecco come pulire i rubinetti incrostati di calcare

Per avere rubinetti puliti e scintillanti e liberi dal calcare non serve il bicarbonato come si potrebbe pensare. Infatti abbinato all’aceto e all’acqua calda il bicarbonato è molto efficace. Ma a molti però il forte odore dell’aceto non piace e per questo ci sono altri metodi e qui proponiamo un’alternativa.

vodka
vodka – donna.nanopress.it

Non lo immagineresti mai la Vodka è un rimedio contro il calcare. Basta semplicemente inumidire un panno morbido con la Vodka e lasciarlo avvolto intorno al rubinetto. Lasciarlo lì per almeno un’ora e poi basterà sciacquare e asciugare con un panno asciutto.

Altri rimedi per rimuovere il calcare

Vediamo anche come rimuovere il calcare con metodo più tradizionali, ecco cosa ti servirà:

  • Aceto: oltre ad essere utile in molte faccende domestiche aiuta anche a rimuovere il calcare. Basta versarlo in una bacinella d’acqua e prendere poi una spugna morbida e con il suo aiuto distribuirlo nelle zone interessate. Lasciare agire per 5 minuti e risciacquate con acqua tiepida.
    Se invece dovete pulire griglie, soffioni della doccia, basterà lasciarli immersi nella bacinella per una notte intera.
    L’aceto è ottimo anche per rimuovere il calcare da oggi come ferro da stiro e lavatrice e basterà metterlo nel serbatoio o nel cestello e far arrivare a temperature alte o azionare un lavaggio a 60° circa.
incrostazione di calcare
incrostazione di calcare – donna.nanopress.it
  • Bicarbonato: può essere utilizzato da solo o insieme al limone. Nel wc ad esempio può essere usto da solo e basterà metterlo sulle pareti del wc e lasciarlo agire per tutta la notte. La mattina seguente basterà strofinare con lo scopettino e tirare l’acqua.
    Per il lavello invece sarà meglio se abbinato con il limone, bastare strofinare il limone e versarci sopra poi il bicarbonato, fare agire e poi risciacquare.
  • Acido citrico: basterà discioglierlo nell’acqua e applicarlo sulle zone da trattare con una spugna. Lasciare agire per qualche minuti e poi strofinare, risciacquare e asciugare. Attenzione però a non usarle su superfici come marmo e legno.
  • Pomodori o cetrioli: basta tagliare a metà uno di questi due ortaggi e strofinarlo sulla zona incrostata di calcare. Lasciare agire qualche minuti e poi risciacquare. Ad agire sarà l’acidità del pomodoro e del cetriolo.