Spugna, altro che in cucina: mettila in lavatrice e goditi lo spettacolo | Bucato impeccabile

Il trucco che salverà il tuo bucato, basta mettere una spugna da cucina in lavatrice e rimarrai strabiliato.

Pelucchi in lavatrice
Spugna in lavatrice – donna.nanopress.it

Molto spesso quando si hanno degli animali domestici in casa come cani e fatti si dovrà fare i conti con i loro peli. Sono dolcissimi si ma sugli abiti, sulle coperte lasciano tantissimi peli e questi poi sono davvero difficili da eliminare. Questo è un problema comune e soprattutto in alcuni periodi dell’anno.

Quando si mettono i panni in lavatrice per pulirli poi si finisce sempre per fare un miscuglio di peli che formano delle palline. Queste palline però possono intasare il filtro della lavatrice e successivamente potremmo avere problemi ed essere costretti a chiamare l’idraulico.

Molti magari spazzolano i vestiti prima di lavarli ma in realtà esiste un trucchetto che ti salverà. Si tratta di un oggetto casalingo di uso comune che non manca in nessuna casa italiana: le spugnette gialle e verdi. Anziché usarle in cucina questa volta provale ad usare nella lavatrice.

Spugna in lavatrice: via i peli dei vestiti

Ciò che ti aiuterà è sicuramente passare del nastro adesivo sui vestiti prima di metterli in lavatrice per rimuovere la maggior parte dei peli. Basterà appoggiare una striscia di nastro piuttosto grande e poi ritirarlo lentamente. È importante però non esercitare troppa pressione poiché i capi in cotone o in seta potrebbero danneggiarsi.

Altrimenti si può usare la versione già fatta ovvero il rullo levapelucchi. Si tratta di un cilindro di plastica su cui sono montate strisce adesive che man mano che si riempiono di peli si staccano.

Ma quello della spugna è uno dei vari escamotage per eliminare i peli di gatti e cani che sono attaccati ai vestiti direttamente in lavatrice. La classica spugnetta per lavare i piatti verde e gialla è il metodo più semplice per eliminare i peli dai vestiti. Basta metterla nel cestello durante il lavaggio e i peli si attaccheranno sulla parte verde.

Metodi alternativi per rimuovere i peli dal bucato

Ci sono anche altri metodi per eliminare i peli di gatti e cani dal bucato. Uno di questo è l’uso dell’aceto, basta versare un bicchiere di aceto bianco nel cassetto dei detersivi nello spazio dell’ammorbidente prima di avviare il lavaggio.

Solo successivamente mettere l’ammorbidente. L’ammorbidente fa dilatare le fibre dei vestiti e permettere di perdere i peli che vi sono attaccati.

Altrimenti si possono anche utilizzare le salviette umidifica. Si mettono nel cestello e ne bastano due durante il lavaggio. Queste cattureranno i peli e i pelucchi mentre la lavatrice è in funzione. In quest’ultimo caso si utilizza di usare centrifughe delicate per evitare sorprese finali.

sfere acchiappapeli
sfere acchiappapeli – donna.nanopress.it

Si possono utilizzare anche le palline in plastica. Queste sono piccoli oggetti colorati che si trovano facilmente in commercio e hanno una forma tonda di circa 4 cm. Le palline hanno la capacità di attirare i peli e tratterli. Una volta finita la lavatrice saranno tutti al loro interno.

Un altro metodo è il polipropilene ed è ottimo anche per lavare gli accessori degli animali in lavatrice senza romperla. Si tratta di buste richiedibili realizzate appunto in polipropilene al cui interno vanno inserite le cose da lavare.

spugna in lavatrice
spugna in lavatrice – donna.nanopress.it

Si può utilizzare anche un altro elettrodomestico per rimuovere i residui di peli di animali dai vestiti o dalle coperte, l’asciugatrice. I peli si staccheranno e si andranno a depositare nel filtro. Importante però è pulire subito il filtro dopo il programma di asciugatura.

Prevenire i peli degli animali sui vestiti

Anche se per chi ama gli animali è difficili impedire ai propri cani e gatti di salire su poltrone o divani si può pensare a coprire questi posti con dei teli. Si conoscono infatti le abitudini del proprio animale domestico e per questo nei luoghi in cui tende a sistemarsi è magari meglio usare dei teli che si potranno poi lavare a parte.