Carrozzina, perché non dovresti mai coprirla in estate: gesto pericolosissimo

Carrozzina e neonati, in estate uscire con il passeggino potrebbe essere una tragedia. Vediamo perché. 

Carrozzina bambini estate
Carrozzina per bambini – donna.nanopress.it

Spesso, per difenderlo dalle alte temperature si posiziona sopra la carrozzina una coperta di cotone. In pochi sanno che si tratta di un gesto pericolosissimo per il bambino.

Coprire la carrozzina non serve, anzi peggiora le cose

A prescindere dalla soluzione che si riesce a trovare, è importante che i bambini non vengano esposti al caldo, al sole ed alle temperature elevate, soprattutto se si tratta di neonati. I piccoli dovrebbero uscire esclusivamente nelle ore fresche della giornata.

carrozzina
carrozzina – donna.nanopress.it

Tornando alla copertina è sbagliato coprire la carrozzina poiché ostacola il passaggio dell’aria e accumula il calore. Non serve scegliere il tessuto più leggero, stoffe bianche e via dicendo: il risultato non cambia. Qualsiasi colore o tessuto non permette il ricircolo dell’aria.

Le temperature dentro la carrozzina rischiano di aumentare addirittura di 12 gradi. Ci sono delle altre soluzioni possibili da applicare, prive di controindicazioni.

Test condotti dall’ospedale pediatrico di Stoccolma

A rivelare la pericolosità della coperta sopra la carrozzina è stato l’ospedale pediatrico di Stoccolma, a seguito di uno studio condotto dai suoi medici migliori. Questi ultimi hanno spiegato che coprire la carrozzina non riduce affatto la temperatura, anzi crea l’effetto fornace.

carrozzina
carrozzina – donna.nanopress.it

A dare ulteriori delucidazioni in merito è stato il dott. Svante Norgren, un noto pediatra di un ospedale svedese. Il dottore ha parlato di cattiva circolazione dell’aria, che non permette ai piccoli di respirare come dovrebbero, andando a creare peraltro anche affaticamento.

I test sono stati condotti su una carrozzina vuota lasciata sotto il sole tra le ore 11:30 e le 13:00, ovvero le ore più calde della giornata. La carrozzina lasciata al sole senza la copertina ha raggiunto una temperatura di 22°C in mezz’ora.

Successivamente quando è stata posizionata sopra la copertina, la carrozzina tenuta al sole, sempre per 30 minuti, ha raggiunto i 34°C. La cosa strana è che in Svezia in estate è davvero difficile superare i 30 gradi in un giorno qualunque, perché le temperature lì non sono mai torride.

Cosa rischiano i bambini

Trasportare i neonati dentro una carrozzina coperta e farli uscire con temperature alte è molto rischioso. I piccoli sono più sensibili al calore rispetto agli adulti ma anche rispetto ai bambini più grandi. Per esempio, i bimbi che si muovono e giocano liberamente sudano ed hanno più possibilità di disperdere il calore. Nei neonati invece la temperatura corporea sale 5 volte più in fretta.

In alcuni casi, con determinate condizioni, si corre il rischio anche di SIDS.  La SIDS è la sindrome della morte in culla. Colpisce i bambini tra un mese ed un anno di vita.

Per questi motivi, i bambini più piccoli di 6 mesi dovrebbero essere tenuti più lontano possibile dal sole. A dirlo è il National Health Service inglese, che specifica che queste regole vanno rispettate anche per i più grandi. Tutti i bambini non dovrebbero uscire nelle ore più calde della giornata, nemmeno per andare al mare, a partire dalle 11 fino alle ore 15.

Consigli per mantenere i bimbi al fresco quando c’è veramente caldo

Ovviamente, la prima cosa da fare è non esporli alla luce solare diretta. Per quanto riguarda l’abbigliamento, si consiglia di scegliere degli abiti comodi, di tessuti naturali, ad esempio il lino che è il tessuto più fresco in assoluto, oppure il cotone bio.

carrozzina
carrozzina – donna.nanopress.it

Anche se i bebè siano ben coperti tra abbigliamento e carrozzina è consigliato proteggere la loro pelle, utilizzando un’ottima crema solare con INCI e fattore di protezione solare alto.

La carrozzina può essere coperta ma soltanto mediante un parasole oppure un ombrello, che non limitano il ricambio dell’aria. Quando è possibile, è bene cercare l’ombra e fare attenzione che siano idratati. Nel corso dei primi mesi di vita, i lattanti non hanno bisogno di bere acqua perché allattati. La cosa cambia per i bimbi un po’ più grandi, dai quattro ai sei mesi di vita.

Infine, una volta arrivati a casa fare un bel bagno fresco, per abbassare la temperatura corporea. E’ fondamentale non usare importanti quantità di detergente, soprattutto perché in estate i bagnetti sono frequenti e si rischia di irritare la pelle. Può essere utile fare soltanto un bagnetto con l’uso esclusivo dell’acqua.